Home / Prima asta per il metaverse di Shiba Inu Coin | Si potrà partecipare…

Shib prime aste

Prima asta per il metaverse di Shiba Inu Coin | Si potrà partecipare…

Ventiquattro ore niente male per Shiba Inu Coin e per il suo ecosistema. Dopo il listing su RobinHood atteso da tempo e che è arrivato proprio ieri, partono anche le prime aste per gli appezzamenti di terreno digitale del suo futuro metaverse.

Una prima fase di aste che premierà, come vedremo più avanti e come avevamo già preannunciato nel nostro primo speciale i possessori sia di Shiboshi sia invece di $LEASH.

Shib Metaverse - analisi di Criptovaluta.it sulle aste
Arrivano le prime aste per il metaverse di Shib

Una buona notizia per l’intero ecosistema, sul quale possiamo investire tramite il token principale $SHIB all’interno della piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratis con il TOP degli STRUMENTI – il migliore per quanto riguarda tanto l’accesso a funzionalità fintech sia in termini di listini con una selezione di 59+ cripto asset sui quali investire.

Possiamo considerarlo anche per il trading automatico con il CopyTrader, sistema che ci permette di investire copiando il top dei trader, oppure con gli Smart Portfolios che incorporano diversi cripto asset all’interno di un unico paniere. Con 50$ possiamo passare quando vorremo ad un conto reale di trading.

Evento per l’acquisto già live: ecco come comprare i primi lotti virtuali

Il metaverse di $SHIB entra nella sua prima fase. È live sul sito ufficiale del progetto la prima asta, che permetterà soltanto a chi deciderà di mettere in lock il proprio Shiboshi – il token non fungibile dell’ecosistema – oppure una determinata quantità di $LEASH di accedere a questo primo turno.

Un meccanismo che utilizza un calcolo relativamente complicato in relazione al numero di $LEASH o di Shiboshi che vogliamo mettere in lock, tenendo conto anche del periodo di lock che andremo a scegliere, che va da 45 a 90 giorni. Il massimo, per intenderci, si ha con un lock di 5 $LEASH per 90 giorni, che ci permette di partecipare a tutte e 200 le aste preliminari.

Con ogni probabilità queste prime 200 aste vedranno una lotta piuttosto importante tra i primi partecipanti, dato che si tratterà, tra le altre cose, di appezzamenti di terreno virtuale nel metaverse di Shiba Inu Coin che sono forse i migliori per collocamento geografico.

Vale anche la pena di ricordare che ci saranno altre due fasi per le aste, che permetteranno di partecipare con requisiti molto più bassi e senza mettere in lock né $LEASH né gli Shiboshi, che hanno comunque dei prezzi importanti.

Gli effetti si vedranno soltanto su $LEASH?

Non è detto, sebbene sia il token dell’ecosistema più interessante per partecipare a questa fase delle aste. Con il lancio ufficiale del metaverse di Shiba Inu Coin dovrebbe tornare in auge anche $SHIB, che pure in questa fase non può essere utilizzato.

Ricordiamo infatti che per partecipare alle aste dovremo fare le nostre puntate in Ethereum, una scelta che aveva sollevato qualche polemica in passato ma che, almeno a nostro avviso, è per ora completamente ragionevole.

Nonostante i molti detrattori, che pur avranno le loro ragioni ma dovrebbero un po’ cercare di aggiornare il loro book, il mondo di Shiba Inu continua per la sua strada, dimostrandosi un asset cripto di pari dignità degli altri. Come abbiamo avuto modo di dire in nostre live passate, gli asset cripto si giudicano anche e principalmente per la richiesta che possono avere a mercato, a prescindere dalla particolarità tecnologica.

Possono non piacere, ma non è sulla base di questo che si dovrebbero fare delle scelte di investimento, ammesso che di investimento si tratti. Moltissimi progetti che hanno da dire meno di Shib si trovano oggi ad avere sul mercato valori importanti. Con buona pace, ancora una volta, per i detrattori. Investire è una cosa, innamorarsi di un progetto o di un protocollo è un’altra.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. Mah.. non mi pare che il mercato sia così voglioso di shiba.. persino il tanto atteso robinhood è stato un flop relativo. Poi sta cagata del metaverse.. il metaverse ha valore se la risorsa è limitata. Ma qui abbiamo aste che tendono all’infinito, terra a non finire.. ma a che serve.. cui prodest?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *