Home / Banco Galicia offre Bitcoin e Crypto | Rivoluzione nella grande banca argentina

Banco Galicia Cripto

Banco Galicia offre Bitcoin e Crypto | Rivoluzione nella grande banca argentina

Una delle più importanti banche di Buenos Aires ha iniziato ad offrire servizio di compravendita di criptovalute. Si tratta di Banco Galicia, che secondo quanto hanno già riportato i clienti, avrebbe già reso disponibile il servizio.

Saranno relativamente pochi i coin e i token che sono disponibili sul mercato per adesso, ma è comunque un ottimo segnale per l’avanzata dell’intero comparto, in particolare in quei paesi che sono maggiormente falcidiati dall’inflazione e nei quali le cripto e Bitcoin possono costituire una valida alternativa alla valuta locale anche e soprattutto come riserva di valore.

Banco Galicia Cripto - analisi
Anche Banco Galicia offrirà cripto e Bitcoin

Le cripto supportate sono Bitcoin, Ethereum, Ripple e USDC, che possiamo trovare tutte sulla piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI TRADING – intermediario che offre accesso ai migliori servizi per l’analisi dei mercati e anche per quanto riguarda l’operatività diretta.

Abbiamo infatti a disposizione CopyTrader per la copia dei migliori investitori, nel caso in cui avessimo bisogno di un buon sistema di trading automatico. E abbiamo anche strumenti quali gli Smart Portfolios, che raccolgono le migliori cripto in un unico paniere. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Banco Galicia apre alle cripto e Bitcoin: ecco cosa cambia in Argentina

Partiamo con ordine, perché siamo davanti ad uno dei gruppi bancari più importanti di tutta l’Argentina, che può vantare 4 milioni di clienti, sia tra i privati sia invece tra le grandi compagnie del paese. Un gruppo con oltre 600 filiali e che chi frequenta l’Argentina conoscerà sicuramente molto bene.

Bene, questo gruppo ha deciso di attivare per i propri clienti la possibilità di acquistare Bitcoin e altre tre cripto, ovvero Ripple, Ethereum e anche USDC, che è lo stablecoin di Circle che replica 1:1 il prezzo de dollaro.

Una mossa importante, che avviene in un paese dove i fallimenti del debito pubblico sono praticamente all’ordine del giorno e dove l’inflazione morde ormai da anni. Un paese che forse è la rappresentazione più plastica del fallimento dei sistemi economici basati sulle fiat currency. Paese, e lo abbiamo già raccontato diverse volte su Criptovaluta.it, che ha già un grado di attenzione molto alto per il mondo cripto e di Bitcoin.

Paese, l’Argentina, che ha per tutti questi motivi uno dei più alti tassi di adozione di criptovalute al mondo. Paese dove la capitale presto inizierà ad accettare il pagamento di imposte locali proprio in criptovalute.

L’Argentina guida la rivolta contro il mondo fiat?

Forse è un po’ esagerata metterla così, ma lo sbarco sulla luna delle cripto di un gruppo importante, se non cruciale per l’economia argentina la dice lunga della love story tra Buenos Aires e il mondo delle criptovalute e di Bitcoin.

Il tutto all’interno di un Sud America che si conferma continente particolarmente attivo nel mondo cripto e BTC, date anche particolari condizioni economiche che ne rendono l’adozione molto più conveniente. Nel frattempo, come è già noto ai lettori di Criptovaluta.it, anche in Brasile siamo alle grandi manovre, così come potremmo esserlo anche in Ecuador, dove qualcosa, almeno a leggere tra le righe, starebbe bollendo in pentola.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *