Home / USD Coin: Guida definitiva su USDC

USD Coin: Guida definitiva su USDC

USD Coin è uno stable coin ancorato al dollaro, molto popolare presso diversi exchange e uno dei più seri concorrenti a conquistare quote di mercato ai danni di Tether. Un progetto, come vedremo più avanti, nato da Coinbase e che oggi è tra i più affidabili e apprezzati dal mercato dei trader e degli investitori in criptovalute.

Oggi USD Coin è centrale per le operazioni di diversi exchange e un buon diversivo per tutti quegli investitori che vogliono momentaneamente disimpegnarsi dai loro investimenti in criptovaluta classica. Il fatto di essere stabilmente collegato al valore del dollaro rappresenta per molti una fonte di sicurezza, soprattutto nei momenti in cui il mercato delle cripto è particolarmente turbolento.

Guida di Criptovaluta.it a USDC
La guida completa a USDC, con spiegazioni approfondite di token, tecnologia e protocollo – a cura di Criptovaluta.it

Principali informazioni su USD Coin [USDC]:

❓Nome:USD COIN
📑Sigla:USDC
👶Nascita:2018
📈Previsioni:Previsioni USD Coin
🔍Tecnologia:Token ERC 20
Comprare:Come comprare USD Coin
📱Wallet:Ledger Nano XLedger Nano S, tutti i wallet che supportano Ethereum ERC 20
USDC– Tabella principali caratteristiche introduttive

Che cos’è USD Coin?

USD Coin è uno stable coin, ovvero una criptovaluta che ha lo stesso valore di una valuta classica, in questo caso il Dollaro USA. E un progetto simile, per diversi tratti, ad altri stable coin che abbiamo avuto il modo di analizzare sulle pagine di questo sito. Ad oggi è inoltre lo stable coin gestito direttamente dall’exchange Coinbase e Coinbase PRO, uno dei più importanti exchange al mondo, nonché uno di quelli che consigliamo più di frequente all’interno delle nostre guide.

  • Ancorato al dollaro

USD Coin, come dovrebbe essere d’altronde più che chiaro dal nome, è ancorato al dollaro. Cosa vuol dire questo? Vuol dire che il valore di un token USDC sarà sempre uguale al valore di un dollaro. Potremo sempre convertire (vedremo poi i casi particolari) un token di questo tipo in dollari.

Come possiamo vedere poi sui principali mercati che lo cambiano, il prezzo può fluttuare leggerissimamente rispetto a quello del dollaro, in genere nell’ordine di millesimi percentuali. Si tratta di piccolissime variazioni che sono dipendenti più che altro dalle piccole inefficienze che si possono creare a mercato.

stable coin USDC
Il funzionamento degli stable coin ancorati al dollaro
  • Controllato da un consorzio

Forse una delle migliori qualità di USDC è di essere controllato da un consorzio, al quale partecipano diversi attori del settore delle criptovalute. È stato infatti fondato da Circle, e ospita oggi anche il popolare exchange Coinbase (qui per aprire un conto gratuito) , sia l’azienda di mining Bitmain, che è una delle maggiori investitrici in Circle. Un progetto inter nos? No. Un progetto che oggi ha alle spalle i gruppi più seri che circolano nel mondo delle criptovalute – almeno in ambito non finanziario.

  • A cosa serve?

Come tutti gli stable coin, anche USD Coin ha come utilizzo principale quello di fare da controvalore sugli exchange ad alta frequenza, essendo ovviamente tokenizzato, cosa che non si può dire del dollaro classico.

Pertanto il suo primo uso è quello di fare da controparte nelle negoziazioni che avvengono all’interno dei principali exchange. Tuttavia i progetti, soprattutto di Coinbase sono molto più ampi. Punta ad utilizzarla come mezzo di pagamento, offrendo wallet gratuiti e soprattutto la possibilità a tutti di scambiarsi una cripto dal valore stabile espresso in dollari senza le lungaggini e i costi che sono invece collegati al banking classico.

  • token ERC 20

Ovvero un token che è compatibile con la blockchain di Ethereum. Una scelta di questo tipo si è rivelata, con il tempo, vincente. Perché appunto la rete di Ethereum oggi offre affidabilità e permette a questo token stable, USDC, di essere utilizzato in moltissimi progetti di finanza decentralizzata.

Una scelta tecnologicamente avanzata – della quale dubitiamo che il gruppo di controllo mai si pentirà. Siamo davanti ad un gruppo solido, affidabile e che ha scelto una delle migliori tecnologie possibili per sostenere il suo token.

Potrebbe interessarti leggere anche: Cos’è e come funziona uno Stable Coin

Come funziona USD Coin

I più arguti tra i nostri lettori si staranno già ponendo le domande cruciali che riguardano la vita e il funzionamento di questo token. È vero che è ancorato al dollaro, ma che tipo di garanzie abbiamo? Come funziona la gestione? Come possiamo scambiarlo? Come potrebbe tornarci utile?

Sono tutte domande fondamentali, che quando parliamo di uno Stable Coin, che al contrario delle criptovalute classiche non ha un prezzo mobile in relazione alla domanda e all’offerta, sono necessarie, prima di pensare di comprare USD Coin e utilizzarlo per le proprie transazioni.

Funzionamento USD Coin
Il funzionamento di USD Coin è semplice da comprendere
  • Circle e Coinbase fanno da garanti

Circle e Coinbase, che sono i soci maggioritari del consorzio che controlla USDC, fanno da garanti, anche con il riscorso a istituti terzi, del valore di USD Coin. Ovviamente deve esserci una controparte credibile per ogni token che viene immesso sul mercato e questo può essere gestito utilizzando dei collaterali in dollari, che siano propriamente registrati (e controllabili da parte dell’utenza).

  • Quando viene emesso un USDC

USDC non viene minato, ovvero non viene creato risolvendo dei complicatissimi calcoli algoritmici. In realtà siamo davanti ad un prodotto che viene emesso a richiesta. Chiunque acquisti USDC da Coinbase se ne vedrà consegnare di nuovi e mai immessi in circolazione. Il dubbio in questo caso è che Coinbase, così come gli altri agenti coinvolti nel progetto, possano emettere più moneta di quella che effettivamente potranno convertire un giorno. Questo problema si può superare, a patto che l’exchange abbia effettivamente in cassa dollari USA o equivalenti.

  • I bond del tesoro USA a garanzia

Il funzionamento scelto da USDC prevede, per ogni token venduto, l’acquisto di bond del tesoro USA, ovvero la controparte americana dei nostri titoli di stato, a breve, media o lunga scadenza. Si tratta di asset particolarmente solidi e che non possono andare in default. O meglio, se dovessero andare in default, il dollaro stesso finirebbe per valere poco o nulla.

La procedura che viene utilizzata è la seguente: i clienti acquistano USDC direttamente dal consorzio, il consorzio acquista titoli di stato e immobilizza come collaterale il denaro così raccolto. È una procedura sicura che, almeno per il momento, garantisce la contropartita in dollari che sostiene il valore di USDC e che permette di renderlo ancorato effettivamente a quello del dollaro.

  • Ci sono rischi?

Il rischio è che quanto affermato da Coinbase e da Circle sia falso. Ma obiettivamente, tenendo conto dell’ottima reputazione di cui godono queste società, la cosa sembrerebbe essere piuttosto remota. Inoltre i beni che sono immobilizzati a garanzia del valore di USDC sono verificati periodicamente da società terze, che ne confermano la consistenza. Siamo pertanto davanti a qualcosa di estremamente solido, almeno per il momento.

Quali sono le principali caratteristiche del progetto?

USDC potrebbe sembrare un token stable come un altro. Ne esistono oggi diversi, soprattutto se ancorati direttamente al valore del dollaro. Tuttavia ci sono alcune specificità delle quali tenere conto. Specificità che potrebbero renderlo, sul medio e lungo periodo, una delle migliori alternative che abbiamo a disposizione nell’ambito degli stable ancorati alla divisa nazionale americana.

Valore USDC - come funziona
Il funzionamento dello stock di dollari a sostegno del valore di USDC
  • Ancorata a Coinbase

Il fatto che abbia dietro uno degli exchange più importanti al mondo è sicuramente un ottimo segno per USD Coin. Abbiamo infatti davanti il più grande exchange al mondo, che presto sarà quotato anche in borsa e che è rappresentante anche di diversi investitori istituzionali all’interno del mondo delle criptovalute. Difficilmente si potrà diffidare di Coinbase: un progetto solido, che ormai muove più denaro di tanti gruppi bancari internazionali e che è costantemente controllato dalle autorità fiscali e finanziarie di tutto il mondo.

  • Sostenuta da altri grandi exchange

USD Coin è presente anche all’interno di Binance, cosa che ci permette di utilizzarla in diversi ambiti e anche facendo affidamento su un sistema di scambio rapido che riteniamo essere, almeno per il momento, superiore a quello di Coinbase. Per tutti questi motivi riteniamo che USD Coin possa avere, sul lungo e sul lunghissimo periodo, una solidità superiore a quella di tanti altri progetti di stable coin.

Parte del valore e dell’interesse di una criptovaluta, anche quando non ha un prezzo che può variare almeno nei confronti del dollaro, è dovuta anche e soprattutto alla sua diffusione. Per ora siamo indietro a Tether, ma USD Coin si sta comunque avvicinando a grandissimi passi.

  • Oltre il trading, anche per l’utilizzo reale

Non è ancora chiaro quando Circle e Coinbase riusciranno ad implementare le parti più avanzate del loro progetto. Non hanno però mai fatto mistero del fatto di voler creare, utilizzando anche gli smart contract, una sorta di mercato bancario parallelo, almeno per i privati.

USD Coin sarebbe il rappresentante, all’interno di questo circuito, proprio del dollaro americano. E sarà dunque ancora più diffuso e più utile. C’è bisogno però di correre ad accaparrarselo? Niente affatto, perché appunto può essere emesso a piacimento da Coinbase, a patto che siano dollari veri a fare da sottostante.

Puoi aprire un conto su Binance qui.

Approfondimenti sul progetto

Ci sono anche importantissime fonti esterne che ci permettono di approfondire, soprattutto sul piano tecnico, il progetto USD Coin.

Il white paper è breve, di 24 pagine e relativamente poco tecnico, almeno per chi ha dimestichezza con il mondo di Ethereum e soprattutto riesce a comprendere il funzionamento degli smart contract. Il punto di partenza ideale per chi vuole approfondire la conoscenza di questo progetto.

  • Sito internet ufficiale

Il sito internet ufficiale è ospitato da Coinbase è un’altra fonte importante di informazione. Soprattutto perché tiene costantemente aggiornato l’ammontare di token in circolazione e il volume di scambi delle ultime 24 ore.

Qual’è sarà il futuro di USDC

Il future di USDC è legato a diversi progetti di carattere tecnologico che si intersecano nel suo funzionamento.. tecnico. Da un lato ci sono gli exchange e le società che lo spingono e che lo vendono, le stesse società che ad oggi si preoccupano di garantire che dietro ogni USDC emesso ci sia effettivamente un dollaro USA autentico.

In secondo luogo il futuro di questo token sarà anche legato a Ethereum. Nel senso che oggi i volumi più importanti di scambio su USDC sono dovuti ai progetti di finanza decentralizzata che si basano proprio sulla blockchain di Ethereum. Se questa dovesse calare di intensità, nel senso che non dovesse più essere centrale per la maggioranza dei progetti DeFi, anche USDC potrebbe perdere di rilevanza. C’è anche da dire però, a questo riguardo, che per USDC saltare dalla barca che eventualmente affonda sarà estremamente facile.

  • Fare previsioni sul valore non ha senso

O meglio, USDC varrà per tutta la sua vita esattamente 1 dollaro, almeno fino a quando la replica fisica di Circle sarà ritenuta credibile. Non è detto che questo duri per sempre. Rimane però il fatto che davanti a questi progetti, con queste società coinvolte, difficilmente si solleveranno dei dubbi. Facendo il paragone con Tether, il progetto di USDC sembrerebbe essere enormemente più solido e soprattutto più credibile per quanto concerne i collaterali.

USD Coin Blockchain

Come abbiamo già detto poco sopra, USDC è un token ERC 20 e dunque fa affidamento sulla blockchain di Ethereum, essendone token compatibile. L’appartenenza a questo blocco tecnologico comporta diversi vantaggi per la criptovaluta in questione.

  • Facile da integrare con altri progetti DeFi

I quali appunto girano oggi tutti o quasi su un’infrastruttura di questo tipo. La capacità di Ethereum, anche grazie ai suoi smart contract rodati, di attirare progetti DeFi è ancora largamente superiore rispetto a quella dimostrata da diversi competitor. Per questo motivo possiamo ritenere che la scelta di USDC sia stata intelligente anche e soprattutto in termini di credibilità.

  • Gestione sovrana

Le regole stesse di Ethereum prevedono un ampio grado di sovranità da parte di USDC. E in aggiunta il fatto che sia nata come token ERC 20 non pregiudica eventuali evoluzioni verso altri lidi. Nel senso che il token può essere sempre emesso su altre blockchain e anche convertito per spingere tutti a passare a determinate soluzioni.

USDC Wallet

Dato che USD Coin è un progetto ERC 20, in realtà può appoggiarsi su tutti i wallet, fisici e non, che supportano Ethereum. Le scelte in termini di wallet sono più che interessanti. Siamo infatti davanti ad un sistema che è più che supportato da tutti i migliori wallet hardware e non.

Walled a supporto di USD Coin
Ci sono diversi wallet a sostegno di USDC
  • Ledger

Sia Ledger Nano X sia l’altra versione disponibile oggi sul mercato, ovvero Ledger Nano S supportano USDC. Si tratta di wallet fisici che permettono di conservare i propri USD Coin nel modo più sicuro possibile. Una soluzione costosa (dovremo spendere qualcosa, mentre moltissimi wallet software sono completamente gratuiti), ma che è forse la prima scelta per chi detiene quantità importanti di criptovalute.

  • Exodus

Wallet virtuale molto utilizzato, perché offre tramite lo stesso software una quantità importante di criptovalute supportate. Può anche custodire USDC, dato che supporta la maggior parte dei token ERC attualmente disponibili sul mercato.

Una soluzione decisamente più rapida, meno costosa ma anche meno sicura, nonostante sia un wallet dalle caratteristiche al passo con i tempi. Al suo interno anche la possibilità di andare a scambiare criptovalute contro altre criptovalute. Tuttavia il servizio è a pagamento e le commissioni praticate non sono sicuramente delle migliori.

  • Wallet su Exchange

Come abbiamo detto ripetutamente, USDC è legato al più grande exchange che opera in Europa, Coinbase. Se dovessimo acquistare questa criptovaluta da un exchange, questo ci metterà a disposizione un wallet dove tenere, temporaneamente o meno, i nostri USDC. Non è necessario dunque dotarsi di un wallet esterno agli exchange. Se quello che ci interessa è semplicemente detenere questo token, quanto ci viene offerto dagli exchange è più che sufficiente.

Leggi anche: Migliori Hardware Wallet

USDC Opinioni e Recensioni

USD Coin è un prodotto sicuramente non rivoluzionario e che non porta nulla di nuovo, almeno tecnologicamente, all’interno del mercato delle criptovalute. Tuttavia è un buon prodotto, che gode già della fiducia di centinaia di migliaia di persone e che dovremmo valutare esclusivamente per l’utilità che può portare alle nostre operazioni nel mondo delle criptovalute.

In questa sezione segnaleremo le opinioni della nostra redazione, così come quelle di fonti terze che possiamo ritenere attendibili, partendo dai forum e dai social tematici nei quali si parla di criptovalute e anche di USD Coin.

I principali forum dove si può parlare di USD Coin

USD Coin Forum & Social tematici

  • Bitcointalk

Rimane il forum di riferimento per chiunque voglia parlare di criptovalute. Anche se è incentrato sulla vita e sul mercato di Bitcoin, c’è anche molto spazio per parlare di progetti collaterali e meno importanti per i mercati, come appunto USDC.

  • Reddit

Il contenitore di forum di discussione per eccellenza, Reddit ospita diverse sezioni dove possiamo occuparci di criptovalute. Dal canale generale fino a quello dedicato agli stable coin, a Coinbase e anche a USDC direttamente. Ottimo luogo digitale per andare ad approfondire su questa criptovaluta.

  • Investing

Anche se riportare la quotazione di uno stable coin lascia un po’ il tempo che trova, Investing non si tira indietro e offre, oltre alla quotazione, il suo classico corredo di chat e forum. Anche questo è un luogo digitale molto indicato per chi vuole saperne di più su USD Coin e scambiare opinioni con altri operatori.

  • Cardano Forum

Il forum di un’altra criptovaluta, è vero, ma anche qui si da ampio spazio ai progetti più interessanti del mondo delle criptovalute. Così da lasciare spazio anche a chi vuole discutere di USDC, che è uno degli argomenti costantemente discussi, soprattutto in ottica DeFi.

USD Coin Pro e Contro

Parlare di Stable Coin è sempre particolare, perché non hanno il funzionamento tipico delle criptovalute a mercato che non sono ancorate a valute FIAT. Ci sono comunque dei pro e dei contro che possiamo valutare, sia in relazione ad altri stable coin, sia in generale sul progetto. Parleremo prima dei pro, che come dovrebbe essere evidente dalla nostra analisi sono in misura preponderante rispetto ai contro.

  • Pro di USD Coin

BACKER SOLIDI: e con backer si intendono associazioni, società e compagnie che la supportano. Non tutti gli stable coin possono vantare di avere alle spalle un exchange importante come Coinbase. Circle, inoltre, aggiunge ulteriore credibilità al progetto, dato che è uno degli operatori più importanti dell’intero ecosistema delle criptovalute.

UTILE: checché se ne dica negli ambienti frequentati dai puristi, in realtà questo specifico token è molto utile. Permette di tokenizzare il valore del dollaro e di utilizzarlo all’interno di sistemi di finanza decentralizzata che si basano su Ethereum e anche su altre blockchain. L’utilità rende un token attrattivo, a prescindere dal suo valore.

PROGETTI FUTURI: tutti i progetti futuri sono in realtà molto interessanti. Utilizzare uno stable coin per fare banking parallelo è quanto di più orizzontale si possa creare, nonostante si dipenda comunque dal valore sui mercati del dollaro. Molte persone al di fuori del circuito delle criptovalute potrebbero accettare di buon grado un sistema di questo tipo. Proprio perché ancorato al dollaro.

Potrebbe interessarti anche: Previsioni USD Coin

  • Contro di USD Coin

COLLATERALE FERMO: capiamo che le società dietro USD Coin si trovano in un limbo giuridico e che soprattutto non possono operare con riserva frazionaria come le banche. Ma al tempo stesso riteniamo piuttosto problematico il fatto che la totalità del loro capitale sia bloccata, senza essere messa a frutto.

CONCORRENZA ALTA: in realtà la concorrenza in questo specifico segmento è molto alta. Tether è capitalizzato molto di più e nonostante sia forse meno trasparente nella gestione rispetto a USD Coin, è più popolare. Anche Binance gestisce inoltre il suo token ancorato al dollaro e così inizieranno a fare, con ogni probabilità, tutti i principali scambi a livello mondiale.

Cosa pensa Criptovaluta.it di USD Coin

USD Coin è un progetto sicuramente valido, che ha già delle grandi applicazioni pratiche, ma che è un tool più che un investimento per chi opera nel mondo delle criptovalute. A conti fatti, USD Coin va utilizzato per determinate operazioni e non è uno strumento di investimento. O meglio, sarebbe come investire sul dollaro americano.

Il progetto diventerà molto più interessante nel caso in cui dovesse davvero essere da supporto ad un banking più orizzontale e che supera ogni tipo di barriera di ingresso.

Un sistema che sognano già le criptovalute da tempo, che elimini i centri di snodo che possano dire si o no a chiunque voglia partecipare alla rete. Su questo ultimo punto è bene però sottolineare che USD Coin in realtà è saldamente nelle mani di Coinbase e dei suoi soci. Anche se comunque esistono degli obblighi contrattuali molto importanti ai quali una società che si sta quotando in borsa dovrà necessariamente ossequiare.

Considerazioni finali

Il mondo degli stable coin, soprattutto quando questi sono integrati così bene all’interno del mondo delle criptovalute più moderne – come fa USD Coin all’intento dell’ecosistema Ethereum, sono molto interessanti. Saranno una delle realtà concrete e destinate a rimanere in circolazione per i prossimi anni, perché offrono effettivamente un servizio utile a tutti quelli che operano nel mondo delle cripto.

USD Coin è uno dei progetti più interessanti in questo senso: è solido, ha alle spalle forse il miglior progetto al mondo di exchange ed è pronto a diventare una delle espressioni del primo intermediario puramente crypto a quotarsi in borsa. Un progetto che apprezziamo per semplicità, ma anche per ambizione dei suoi progetti futuri.

FAQ USD Coin: domande e risposte comuni

  1. Che cos'è USD Coin?

    USD Coin è uno stable coin il cui valore è ancorato al dollaro USA. Ogni token vale esattamente un dollaro. Il valore è ancora in modo fisico: per ogni USDC emesso, un dollaro viene messo in cassaforte.

  2. Conviene investire in USDC oggi?

    USDC non è materiale da investimento. Il suo prezzo non fluttua in modo diverso da quello del dollaro e dunque non ha molto senso investirci. Tuttavia è un ottimo strumento per chi investe.

  3. A cosa serve USD Coin?

    Serve a offrire una rappresentazione tokenizzata del dollaro USA. Così da poter essere utilizzato sulle blockchain, con gli smart contract e con tutti i migliori applicativi distribuiti di finanza decentralizzata.

  4. USD Coin ha un futuro?

    Assolutamente sì. Il progetto ha alle spalle grandi operatori del settore crypto, come l'exchange Coinbase e come anche Circle. Sulla sopravvivenza sul medio e lungo periodo non abbiamo dubbi.

  5. USD Coin è rischioso?

    No. Ci sono prove garantite da terzi dell'esistenza delle riserve che ne ancorano il valore. Per ora il progetto è più che sicuro e tutti possono essere certi della convertibilità di ogni USDC in 1 dollaro USA.

  6. Quali sono i competitor di USD COIN?

    Il competitor principale di USD Coin è Tether, che è molto più capitalizzato e anche molto più utilizzato, nonostante non possa offrire un maggiore livello di sicurezza. Le cose, in futuro, potrebbero cambiare, anche in termini di rapporti di forza.

  7. Quanto vale USD Coin?

    USD Coin è ancorato in modo fisso al dollaro. 1 USD Coin vale sempre 1 dollaro americano. In qualunque circostanza e su qualunque mercato. Possono esserci delle fluttuazioni minime, inferiori a 1 millesimo di punto percentuale.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *