Home / Tron tra le poche in positivo | Ecco il perché della crescita in doppia cifra

Tron continua a spingere

Tron tra le poche in positivo | Ecco il perché della crescita in doppia cifra

In quella che è stata una settimana di sangue per tutto il comparto cripto tra le poche a guadagnare sulla sette giorni, addirittura in doppia cifra, è Tron. La criptovaluta di Justin Sun, uno dei personaggi più discussi del mondo cripto, vola sull’onda dello stablecoin algoritmico che è stato annunciato soltanto pochi giorni fa.

Entusiasmo alle stelle, combinato con capitali nel mondo cripto disperatamente alla ricerca di sbocchi interessanti, per una situazione che appare come doppiamente curiosa dati anche i problemi di chi ha lanciato il mondo stable algoritmici su scala mondiale, quella Terra Luna che nel weekend ha dovuto affrontare anche un depeg.

Tron migliore cripto settimana
Tron la più solida della settimana: vi spieghiamo perché

Buone nuove per Tron, attenendo di valutare l’effettiva portata del progetto e la possibilità che avrà di offrire incentivi per attirare capitali. Possiamo investirci su Capital.comvai qui per ottenere un conto di prova con CAPITALE VIRTUALE ILLIMITATO – intermediario che ci offre il top del top in termini di strumenti e di accesso ai listini.

Possiamo investire sfruttando quanto viene offerto da MetaTrader 4, insieme a quanto viene proposto anche da TradingView per l’analisi dei mercati. Abbiamo poi anche il WebTrader interno che ci permette di avere analisi approfondite e smart del nostro portafoglio di investimento. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

È Tron l’unica in verde della settimana: ecco perché

Il motivo è presto detto. Come abbiamo già visto su Criptovaluta.it, il mondo di Tron si appresta ad un’importante rivoluzione, ovvero all’arrivo del suo stablecoin di carattere algoritmico, ricalcando un po’ quello che abbiamo visto accadere, in termini di potenziale boom, dalle parti di Terra Luna nel corso degli ultimi mesi.

Qualcosa che ha creato molto entusiasmo nei circoli che contano, ovvero quelli che possono investire somme importanti, con somme considerevoli che sono state investite anche dalla Foundation che controlla Tron e che deve fare cassa per garantire liquidità a questo nuovo protocollo.

Trattandosi di uno stablecoin algoritmico, il cui peg con il dollaro è garantito dal controvalore in Tron, il valore di quest’ultima crescerà al crescere della domanda per USDD, questo il nome dello stablecoin, aprendo dunque ad una possibile scia rialzista che potrebbe prolungarsi ancora per qualche tempo. Tutto questo però con almeno una coppia di incognite che dovremo necessariamente valutare prima di imbarcarci nell’impresa.

Un momento di relativa difficoltà per gli algoritmici

La storia [relativa al depeg di UST sta tenendo banco da un paio di giorni ed è forse questo il momento, in termini di sentiment, peggiore per un esordio. Tuttavia dall’altro lato abbiamo un progetto pronto a bruciare somme importanti per offrire incentivi a chi vorrà utilizzare USDD e che dunque potrebbe avere un margine importante rispetto ai concorrenti più diretti.

Tutto questo, è evidente a tutti, in un momento di mercato bearish come ha ricordato anche Charles Hoskinson di Cardano e dunque con crescita e entusiasmo che, almeno a nostro avviso, valgono doppio.

Nonostante il momento molto complicato per le cripto, questo tipo di notizie posoo ancora invertire l’andamento di singoli progetti. Tutto questo nell’attesa di saperne qualcosa di più in termini di effettive potenzialità di adozione del sistema USDD. Tron, come le proverbiali sette vite del gatto, sembrerebbe avere risorse per provarci ancora una volta.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *