Home / Bitcoin: Il leggendario trader punta tutto! | Cosa prevede l’esperto in $BTC…

BITCOIN TRADER

Bitcoin: Il leggendario trader punta tutto! | Cosa prevede l’esperto in $BTC…

Sì, anche le leggende dei mercati ormai guardano con sempre maggiore favore e insistenza a Bitcoin. Ed è il caso anche del veterano dei mercati Peter Brandt, che conferma in diretta che Bitcoin oggi è la posizione più importante che compone il suo portafoglio.

Certo, le opinioni dei trader vanno sempre prese con le pinze, perché in realtà fanno riferimento a qualcosa di diverso dalle aspettative di lungo periodo, ma è comunque segnale importante della rilevanza che Bitcoin ha ormai assunto all’interno dei mercati finanziari mondiali.

Un segnale che può aprire anche all’investimento, che possiamo fare con Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il top degli strumenti di TRADING – intermediario che ci permette di investire non solo su Bitcoin, ma anche su 75+ cripto asset già inseriti in un listino in costante allargamento.

Abbiamo anche il CopyTrader, che ci permette di fare trading al top in modo automatico e copiando gli altri, nonché andando ad investire anche guardando alle posizioni che possiamo spiare altrettanto semplicemente. E abbiamo anche gli Smart Portfolios che ci permettono di investire in panieri che contengono Bitcoin insieme ad altre criptovalute. Con 50$ possiamo passare al conto reale di trading.

Anche Peter Brandt ama Bitcoin

Tutto è partito dalla presa in giro della community di Bitcoin, colpevole secondo il trader veterano di essere troppo attaccata alle posizioni long anche quando queste non hanno senso tecnico. E ha riportato un vecchio video di Bill Maher, definendolo uno dei più divertenti degli ultimi tempi. La community dei bitcoiner, notoriamente permalosa, non l’ha presa granché bene, spingendo il trader a dichiarare che Bitcoin è ancora oggi una delle sue posizioni più importanti.

Credo di aver toccato qualche nervo scoperto con le persone che hanno posizioni long da quando Bitcoin valeva il doppio di oggi. Per la cronaca, Bitcoin è una delle posizioni “long” più importanti che ho.

Chiarendo così la sua posizione e cercando di insegnare ad una community che finanziariamente non ha ancora il proverbiale pelo sullo stomaco che è possibile anche farsi qualche risata da posizioni in perdita. Avrà ragione? Non importa. Sta di fatto che uno dei membri più riconoscibili della community di trader internazionali è ancora esposto su Bitcoin, nonostante in molti dei suoi colleghi diffondano profezie di sventura ormai da qualche tempo.

Bitcoin asset - cosa succede
Ormai Bitcoin è trattato come un normalissimo asset

Certo, non è l’unico. Ma è comunque segnale del cambio di sentiment generale intorno a Bitcoin, almeno rispetto all’ultima grande crisi che ha colpito il comparto tra 2017 e 2018.

Bitcoin è ormai un asset finanziario a tutti gli effetti

E su questo non conta soltanto l’opinione di Peter Brandt, ma anche quella di chi gestisce i più importanti mercati finanziari internazionali. Soltanto qualche ora fa vi abbiamo dato notizia di quanto avverrà al CME, dove verranno quotati futures su BTC ed Ethereum anche in Euro. Così come cambierà di molto l’atteggiamento anche di altri tipi di operatori istituzionali grazie all’ingresso di Blackrock nel mercato di Bitcoin e dei servizi ad esso collegati.

Nonostante il bear market e nonostante il valore di Bitcoin sia al 30% rispetto ai suoi massimi storici, siamo davanti ad una fase di grande costruzione e di aumento dell’interesse per Bitcoin anche da soggetti che possono fare la differenza, anche su piani che per $BTC sembravano irraggiungibili soltanto qualche mese fa.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

30 commenti

  1. Parlando di trader e di trading volevo dirvi che sarebbe bello poter caricare qui nello spazio dedicato ai commenti degli screenshot dei grafici e delle nostre analisi annesse…….magari con le vostre opinioni, chiedo troppo?

    • bella idea…
      … così faccio esattamente il contrario di quello che vien fuori dalle tue analisi 😀
      scherzo XD

  2. Jacopo piuttosto prepara taccuino e penna per gli appunti!
    NO LUIGI NON BANNARE PER SEMPRE JACOPO, COME HAI DETTO TU SONO RAGAZIIIIIIIIIII!

    • seeeee, preparo legna e carbonella per il falò semmai 😀
      cosa mi consigli, doggotoken? 😛

      • Beh perché no?
        Tanto non lo devi comprare, lo devo tradare.
        Vai long o short con i futures imposti stop loss e se vuoi take profit e il gioco è fatto😂😂…..

        • un giorno ti spiegherò perchè se giochi coi futures, anche usando stop loss e profit taking, sul lungo periodo è quasi matematico che ci perdi (a meno che tu non abbia un grosso edge sul mercato)… ma non mi stai ancora così tanto simpatico perchè ti faccia una lezione di matematica a gratis 🙂
          suggerimento: è la varianza baby, in una combo mostruosa con le commissioni giornaliere e di apertura/chiusura!

          e adesso arriveranno i fenomeni a dirmi che loro hanno fatto 2 milioni partendo da 2 euro con leve 50x

          Chissà perchè ogni exchange pompa a dismisura la sua sezione futures (kucoin mi ha pure regalato 8 dollari per provarli!) e chissà perchè il 78% degli utenti ci perde coi CFD… sono tutti scemi ma noi siamo più furbi, giusto? 😀

          • Sbagliato, io trading lo faccio, uno perché so farlo, due perché so calcolarmi tutto commissioni over night ,spred e via discorrendo.
            Però quello che dici è vero, il problema del 70 è passa % di chi perde soldi nel trading è che lo prende come un gioco d’azzardo ma un gioco non è purtroppo per loro.
            Anche qui troppo lunga la discussione, ma sono sicuro che se tu passassi una settimana con me, uno inizieresti a fare trading e due holderesri solo bitcoin 🤣🤣🤣

  3. Buongiorno a tutto il gruppo. Accetto volentieri i consigli e le eventuali dritte da parte di Giorgio e Jacopo ma ora vorrei porre la vostra attenzione su delle voci che circolano forse non ancora in rete riguardo ai massimi raggiunti da Bitcoin. Sono in contatto con delle persone che studiano geopolitica da oltre quarant’anni e se vi ricordate tempo fa postai un commento sulle manipolazioni dei mercati da parte delle lobby bancarie e non solo. Queste persone asseriscono che i massimi raggiunti da Bitcoin erano dovuti ad una super inflazione che c’era a quel tempo ma che nessuno ne parlava per non dare credito a Bitcoin e quindi classificarlo come prodotto realmente deflattivo e a sua volta bene rifugio contro le scelte economiche sbagliate dei vari governi. Una super inflazione che ci fanno pagare ora che in realtà è già sotto controllo. La popolazione viene terrorizzata quindi con delle notizie false sull’inflazione e costretta ad accettare qualsiasi condizione. Ripeto sono solo voci ma se avete qualche notizia in più voi professionisti di Criptovaluta.it ve ne sarei grato. In rete invece si trova un’intervista all’economista Milton Friedman prima della comparsa di Satoshi Nakamoto in cui dice che dato che in rete è possibile trasferire qualsiasi informazioni da una parte all’altra del mondo non capisce perchè non si possa inventare una moneta che possa essere spostata e trasferita allo stesso modo superando qualsiasi frontiera. Probabilmente era quello che volevano fare prima di Satoshi i massoni delle lobby bancarie ma hanno trovato molte difficoltà ed è per questo che hanno dichiarato guerra a Bitcoin e al suo creatore. Buona giornata a tutti e naturalmente al mitico Gianluca Grossi.

  4. Per Jacopo.
    Aggiungo un’altra cosa, il discorso leva va compreso e poi va usato in alcuni casi.
    Il primo se sei un trader di lunga data che sa veramente cosa sta facendo.
    Il secondo ha senso usarla più in mercati tradizionali tipo forex per esempio.
    Il terzo che è il mio caso te lo spiego con un esempio pratico, ammettiamo che voglio impegnare 2k euro nel trading, cosa faccio?
    Beh magari apro una posizione con 500 euro a leva 2 e un’altra con lo stesso approccio e 1k lo tengo di copertura, ho impegnato 1k facendone girare 2 ma io quei due ce li ho veramente, non so se riesco a spiegarmi, forse no è un po complicato…….

    • Eh temevo questa tua risposta.. perché secondo te ho scritto “ma noi siamo più furbi, sono gli altri che ci perdono”? Perché tutti i “trader” non professionisti (cioè quelli che fanno trading nel loro tempo libero o come secondo lavoro, documentandosi certo ma rimanendo dei principianti per quanto riguarda la conoscenza del mercato) sono convinti di far parte del 20% di quelli che guadagnano.. . ma SORPRESA! sono in realtà proprio loro la gran maggior parte di quelli che perdono. Magari non vengono liquidati, ma entrano con mille e due anni dopo escono con 300. Ci sono anche quelli che gamblano e vengono liquidati entro 4-5 posizioni, ma da soli non bastano a fare quell’ 80% di gente che ci perde, credimi.

      Vediamo un po’ i futures (per adesso senza alcuna leva): punto long o short, a seconda di cosa credo succederà. Bene: nel caso io decida di fare long, sto solo perdendo soldi rispetto a quello che avrei ottenuto se avessi comprato davvero spot quella coin, holdato e poi rivenduto. Perché? Perché come tu sai tenere aperta una posizione sui futures costa soldi OGNI GIORNO, sì lo so sembrano pochi, ma sul lungo periodo sono l’esatto motivo per cui perderai e diventerai parte dell’80%. Facciamo finta di non avere alcun edge sul mercato (cioè vinciamo il 50% delle volte e perdiamo il 50%) e facciamo finta che ci siano 0 commissioni per comprare e vendere spot: sarai d’accordo con me che IN MEDIA se andiamo avanti 20 anni a comprare e vendere saremo sempre con gli stessi soldi (ripeto, parlo di media, lasciamo per ora stare la varianza). Se invece sempre con il 50% di winrate al posto che comprare spot faccio long sui futures dopo 20 anni sarò praticamente a zero, perché le commissioni giornaliere mi hanno mangiato tutto. E se facessi short al posto che long? Non cambia una mazza, col 50% di winrate alla lunga perdo. La differenza è solo nel fatto che lo short non lo posso fare comprando e holdando (maddai), a differenza del “long” (acquisto spot).
      Fin qui ci siamo? Ribadisco, sto parlando del 50% di winrate.

      Nella prossima lezione (se avrò tempo e voglia di farla a gratis, perché solitamente mi pagano profumatamente per le lezioni di mate) :
      1) perché con le leve non cambia nulla (anzi le cose peggiorano)
      2) la cazzata delle “leve in copertura” (questa è la migliore… come chi gioca i “sistemi” di 50 schedine al lotto credendo di aver più probabilità di vincere)
      3) e se introduciamo la varianza (cioè: anche col 50% di winrate non succede praticamente mai la situazione vinco perdo vinco perdo vinco perdo, può succedere vinco perdo perdo perdo vinco vinco)? Spoiler: le cose peggiorano!
      4) se ho edge sul mercato (cioè non ho il 50% di winrate ma magari il 55 o 60) cosa mi conviene fare?

      SPOILER2: i matematici non fanno trading. Perché? Sarebbero tutti ricchi se lo facessero!!! O forse no?
      SPOILER3: i matematici sono pagati (profumatamente) dagli exchange per lavorare per loro. Lasciamo stare i siti di giochi d’azzardo (so che se ve li mettevo nella stessa frase vi incazzavate, ma sono moooolto simili…)

      • Ok la tua teoria l’hai buttata giù, ora voglio la dimostrazione matematica con numeri veri altrimenti come tu mi insegni non hai detto niente.
        P.S.
        Non ho né tempo né voglia di farti una lezione di trading, anche perché ti garantisco che costerebbe molto di più di una semplice lezioncina di matematica di seconda superiore!😉
        Non te la prendere Jacopo….

        • Ma figurati se me la prendo 🙂
          Ho giocato per 3 anni a poker online, nelle mie nottate da mister Hyde, e oltre alle conoscenze che avevo di matematica ho letto LIBRI sul concetto di varianza e gestione del bankroll per non andare rotti. Concettini tipo “se ho il 53% di win rate non dovrei giocare più di un ventesimo dei miei soldi al massimo in ogni partita per avere una buona speranza di non andare mai rotto” e simili. Applicando concetti simili al trading si capisce molto bene perché la gente perde (già normalmente, figuriamoci poi coi CFD che sono un vero e proprio furto). Se poi introduciamo anche concetti come bear market e bull market le cose si fanno ancora più complesse. Ti ricordi del criceto che comprava crypto a caso e outperformava lo S&P500?

          Questa ovviamente non è “una lezioncina di matematica di 2da superiore”, e mi hai appena dimostrato che non hai l’umiltà per riceverla, tu che hai studiato da trader e le tue lezioni costano molto più delle mie.

          Auguri col tuo trading, dico davvero… ma soprattutto col tuo agriturismo, se posso darti (l’ultimo) consiglio 🙂

        • Al posto che scriver cazzate leggi Twitter e vieni all’aperitivo di criptovaluta.it a fine settembre…

          • Ho sempre sostenuto che noi chimici siamo più simpatici dei fisici🤣anche se io non ho una laurea ma sono un umile perito.
            In quanto a umiltà ne ho tanta quanta ne hai tu mi par di capire😉😁.
            Non ho tweeter e non intendo assolutamente iscrivermi.
            Per il B&aB un giorno sarai mio ospite e non troppo lontano, così potrò insultarti quanto mi pare🤣🤣🤣🤣, per l’aperitivo dove lo fanno?

          • Per Giorgio: aperitivo a Milano, fine settembre! Se ne parlerà anche qui, ma inizia a tenerti libero 🙂

            Ps conosco decine di laureati scemi come la merda e centinaia di non laureati molto più svegli… una laurea ahimè non è una garanzia di saper ragionare : /

  5. Buongiorno a tutto il gruppo. Se posso intervenire nella discussione Fra Giorgio e Jacopo vorrei intanto farvi i complimenti se guadagnate con il trading a breve, anzi se avete qualche titolo da raccomandarmi su cui investire ve ne sarei grato. Il trading a breve per me è molto difficile infatti investo con la logica del proprietario d’azienda. Per quel che riguarda invece i CFD sarei già morto prima di iniziare e per questo se guadagnate con questi prodotti vi rinnovo i complimenti. A tal proposito vorrei porvi una domanda: Secondo voi potrà esistere in futuro un sistema robotizzato magari legato anche al mondo cripto che investe con i CFD 24 su 24 con margini di errore minimi? La stessa domanda l’ho posta ad un mio amico che vive da circa 15 anni a Dubai per ragioni fiscali e investe con i CFD e con il Forex e ha fatto veramente un mucchio di soldi che comunque lui attribuisce più alla fortuna che alle sue capacità e mi ha risposto dicendomi che ci stanno lavorando ma per il momento secondo lui non c’è nulla di veramente valido, vorrei sapere se voi siete più informati in merito. Grazie a tutti e buona Domenica. Un saluto al mitico Gianluca e al grande Luigi.

    • Ciao Klaus, esistono dei bot che fanno trading automatico, che io non ho ovviamente, e comunque fanno quello che gli hai impostato tu, se non conosci le strategie e i pattern non vai molto lontano…..

      • Grazie Giorgio per la risposta. Magari in futuro con l’ausilio dell’intelligenza artificiale potremmo disporre di cervelloni che investono al posto nostro e senza dover impostare nulla. O magari esistono già ma non sono ancora a disposizione dei retail. Buona Domenica e buon business a tutti.

        • Esistono già. Alcuni si limitano a fare arbitraggio (comprano una coin su un exchange dove costa poco e la rivendono su un altro exchange dove costa lievemente di più, praticamente in contemporanea) altri invece sono programmati secondo una loro logica (e ci sono logiche diverse: prevenire le balene, seguire le balene, bla bla bla). É uno dei motivi che ingigantiscono i dump: molti bot fiutano il collasso e vendono, collassando ancora di più.

          Personalmente non commercio né sul breve né tantomeno in CFD, quindi non ho consigli. L’unica cosa che attualmente mi convince è ethereum, ma non prenderlo come un consiglio d’acquisto, è solo la mia opinione 🙂

          • Ciao Jacopo e un grazie anche a te per la risposta. Per quanto riguarda Ethereum anche io credo molto in questo token e aspetto di vedere a quanto salirà il suo valore quando passerà in POS. Siamo ancora agli inizi e a livelli quasi embrionali quindi dobbiamo comprare tempo. Buona giornata.

        • Per Klaus, prova ad andare su tradingview e scegli 6, 7 massimo 10 cripto.
          Su queste metti un time frame weekly e traccia delle linee di prezzo su supporti e resistenze, sono facili da individuare, sono quelle aree dove il prezzo impatta, spesso forma delle shadow, più settimane il prezzo impatta e più forte è il supporto o la resistenza.
          Poi passi a time frame daily e li costruisci la tua strategia, in questo momento ci sono molte cripto che sono in btrakout long, se imposti un tf daily fai un trade di qualche settimana, non so un mese massimo due.
          Sulla cripto che hai deciso di aprire metti uno stop loss poco sotto al minimo precedente…..poi magari mi dici cosa ne pensi.
          Non dare retta a Jacopo, quello ha in testa solo protoni da spaccare per estrarci gluoni, bosoni, muoni e quark 🤣🤣ciao ragazzi un abbraccio a tutti e due…..

  6. Sempre per Klaus!
    In realtà ho saltato dei pezzi, non è facile tramite messaggio.
    Molte cripto si trovano in questo momento in barra laterale o di congestione, cioè rimbalzano tra due linee di prezzo e quindi tra un supporto e una resistenza, se rompono la resistenza vai long, se rompono il supporto vai short…..ma non puoi tradare tutte le cripto esistenti devi sceglierne qualcuna e tradare sempre quelle, almeno a mio modo di vedere…….poi dovresti fare un piano di trading prima di aprire il trade e rispettarlo alla lettera, li però è davvero tutta psicologia e controllo delle tue emozioni, il trade è questo, se ti fai prendere dal panico o dall’avarizia rischi di non avere risultati……poi devi aprire un future perpetual, lo puoi chiudere in qualsiasi momento anche 3 secondi dopo che l’hai aperto, no futures a 3 mesi o 6 e via dicendo…….prova, su tradingview puoi fare pratica con un demo anche ciao Klaus…

    • Questo è esattamente il modo in cui un principiante perde soldi, quindi non farlo 😀

      Il mio consiglio è esattamente l’opposto: al posto che studiare i grafici, studia le crypto. Un grafico ha il valore predittivo pari a quello dei fondi di caffè nelle tazzine o delle viscere degli uccelli: zero, nada, una m*nchia. Poi frasi tautologiche tipo “se rompe la resistenza allora sale, se va sotto al supporto scende” mi fanno pisciar sotto: come dire “se ti scotti vuol dire che era caldo, se ti becchi un 2 di picche non eri il suo tipo”. Ah beh, grazie, ma lo sapevo pure io 😀 quello che ci serve è prevedere il comportamento, non descriverlo!

      Studiare la crypto vuol dire imparare i diversi metodi di consenso (proof of work, of stake, delegated proof of stake ecc) capire cos’è una DAO, un DEX e un CEX, uno staking pool, un ERC20 token, un NFT, l’impermanent loss… é un vero e proprio mondo.
      Quando saprai questo come per magia avrai già capito il funzionamento di metà delle crypto esistenti.

      Poi dovrai sceglierne alcune su cui informarti, questo Giorgio l’ha detto bene: ma non informarti tracciando linee su un grafico, informati sul team che c’è dietro, sulle mosse recenti, sui fondamenti e sugli avversari del mercato.

      L’unico vero consiglio che mi sento di darti, o meglio i 2, sono: 1) non innamorarti mai troppo di una crypto. Se qualcosa non va, sii pronto a lasciarla. 2) non innamorarti troppo di una crypto: se fa + 50% in 2 giorni, ha senso venderla (se non tutta almeno una parte) e semmai ricomprarla in futuro quando sarà quasi fisiologicamente riscesa 🙂

      Poi ricordati sempre che le cripto non vivono in un universo separato ma nel nostro: se la banca americana taglia i tassi le cripto hanno comportamenti molto simili ai mercati di rischio, ma ancora più ingigantiti. Ora come ora è l’america quella da guardare, sbattitene pure di Europa Cina Russia e Asia.

      LASCIA STARE I GRAFICI, è Giorgio quello che crede di poter prevedere il futuro tirando linee a cazzo ed autoconvincendosi di aver ragione 😀

  7. Per tutti!
    Allora, da quanto è emerso dai dibattiti non dobbiamo più investire in btc perché ormai è vecchio, pesante, lento e inifficiente e se già lo abbiamo dobbiamo convertirlo in eth che è molto meglio, tanto btc a cosa serve oltre a scambiare valore?
    Poi, se il prezzo di un asset non riesce più a salire è perché ha incontrato una forza uguale e contraria che lo respinge, da dove viene questa forza non si sa ma è così, se invece non riesce più a scendere è perché è sorretto dalla spinta di Archimede ovviamente, se invece il prezzo rimbalza tra due linee è perché è chiuso in un campo magnetico.
    Poi non si capisce perché il mondo usa i grafici bastano i prezzi no?
    Questi giapponesi che usano le candele da 300 anni sono proprio dei rincoglioniti come tutti quelli che fanno trading del resto.
    Poi guardate solo lo staff dietro il progetto se poi pur essendo il top il mercato non se li caghera’ mai fa niente.
    Date retta a me che sono un chimico e per comprendere la chimica non ti basta la matematica e lo studio ma devi fare uno sforzo di immaginazione perché la chimica va vista, va immaginata.
    E, date retta a me, non date retta a nessuno, ma studiate e sperimentate e fatevi la vostra personale opinione.
    Il trading non è come il poker, quello lo lasciamo ai ludopatici.
    E con questo ho evaso completamente il discorso….viva noi e viva bitcoin

    • Brutta cosa il lunedì mattina eh? 😀

      Mi spiace che tu ti sia sentito punto sul vivo, ma ribadisco, a un principiante non si insegna a tirare linee sui grafici, si insegna a documentarsi sul mondo che sta per conoscere. By the way non sono l’unico che mette in dubbio la validità delle linee sul grafico eh 😛
      Poi se tu ci guadagni, tanto di cappello!

      Su chimica vs mate/fisica non rispondo perché sennò divento cattivo davvero XD

      • In realtà lunedì mattina fantastico, l’aria è buona, ho già visto 2 aironi neri e mi sento bene.
        Forse pecco di presunzione ma le nostre divergenze aprono la mente e fanno ragionare 😉👍

        • Ocio che a frequentare me fra 2 settimane hai venduto tutti i btc per comprare eth 😀
          .. prima del merge, mi raccomando XD

          • Sopravvaluti le tue capacità persuasive io non passerò mai dal lato oscuro della forza.
            Però ora non ricominciamo con la storia btc eth, anche perché in un paio di articoli Gianluca ci ha già sgridato tra le righe, anche se lui ovviamente la pensa come me😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂😂🤩

          • Come no, uno come Gianluca che conosce tutte le prime 200 cripto per capitalizzazione in realtà è un maxi bitcoin! In pratica odia il 99% del suo lavoro! Ma per piacere 😛

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *