Home / Crypto.com aggiunge i derivati $ETHW | Tutti i dettagli per cominciare con il trading

CRYPTOCOM ETHW

Crypto.com aggiunge i derivati $ETHW | Tutti i dettagli per cominciare con il trading

Crypto.com annuncia l’inserimento sui suoi listini di $ETHW, la criptovaluta nata dalla scissione di un gruppo di miner che hanno deciso di mantenere una chain in Proof of Work basata sullo standard di Ethereum, successivamente al merge. Le operazioni sono già attive e non prevedono il trading spot, ma lo scambio di contratti derivati perpetui.

Possiamo già scambiare sulla piattaforma dedicata ai contratti perpetui di Crypto.com la criptovaluta lanciata soltanto qualche giorno fa e accompagnata già da polemiche e qualche problema tecnico agli smart contract di terzi. Le operazioni avverranno sulla piattaforma dedicata e ultra-performante di Crypto.com dedicata a questo tipo di contratti.

Possiamo accedervi con un account Crypto.comvai qui per ottenere un conto corredato di bonus – conto che ci permette di accedere al mondo delle criptovalute con strumenti avanzati di analisi, listini forniti e commissioni molto competitive.

All’interno dell’offerta di Crypto.com troviamo anche diversi sistemi per la rendita passiva, così come un programma di Carte per poter spendere anche le nostre criptovalute e altri vantaggi che hanno reso questo intermediario tra i più gettonati del mondo cripto.

Crypto.com lancia $ETHW in scambio sulla sua piattaforma di derivati

Crypto.com ha annunciato l’inserimento di $ETHW, la versione forkata di Ethereum che è nata per continuare una chain utilizzando il sistema di consenso in Proof of Work. Secondo quanto è stato comunicato dall’exchange i primi scambi avverranno esclusivamente tramite contratti derivati senza scadenza sulla piattaforma dedicata a questo tipo di negoziazioni.

Per il momento non è dato sapere se e quando la criptovaluta in questione sarà disponibile anche per il trading spot o per l’acquisto diretto, con le operazioni che rimarranno esclusivamente un piano finanziario almeno per qualche giorno. Tutti, con un semplice account della piattaforma possono iniziare a negoziare questo tipo di criptovaluta contro il dollaro USA.

  • Ethereum PoW

La criptovaluta in questione ha tenuto banco in seguito al suo lancio come alternativa in Proof of Work di Ethereum, dopo che quest’ultima è passata tramite il merge ad un sistema di consenso in Proof of Stake che ne garantisce minori consumi e un avvicinamento ai prossimi aggiornamenti, che dovrebbero trasformare l’ecosistema in un complesso infrastrutturale in sharding.

Il progetto è nato da sviluppatori anonimi e indipendenti e secondo quanto è emerso dalle cronache degli ultimi giorni sarebbe animato anche dai capitali dei miner costretti alla fuga da Ethereum a causa del suo abbandono della Proof of Work.

Il progetto non ha ancora riscosso grande successo e si trova ad essere scambiato, tramite il suo token, a prezzi molto più bassi di quelli di lancio. Tutto questo nonostante il fatto che non tutti i principali exchange hanno già messo a disposizione il token ai propri utenti, limitando così la pressione innescata dalle vendite di massa.

Cosa serve per negoziare

Non c’è bisogno di nulla in particolare se non di un account presso Crypto.com per accedere a questo tipo di contratti, che vengono scambiati nella divisione maggiormente finanziaria dell’exchange.

Ripetiamo che per ora si tratta dell’unico modo su Crypto.com di accedere alle negoziazioni su questa criptovaluta, nell’attesa che ci siano notizie più chiare e certe sull’inserimento di ETHW anche nella divisione spot.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.
Criptovaluta.it è su Google News !
Resta aggiornato sulle ultime news elaborate dal centro studi di Criptovaluta.it per Google News - clicca su questo link e poi sulla stellina ⭐ in alto a destra.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *