Home / KIA: 22.000 CANI salvati con i NFT | La beneficenza passa da…

KIA NFT

KIA: 22.000 CANI salvati con i NFT | La beneficenza passa da…

Sì, con i NFT si possono anche organizzare anche delle iniziative che hanno un impatto importante sul mondo che ci circonda. Ultima, tra quelle parecchio riuscite, c’è quella di KIA con la sua divisione statunitense, che secondo quanto ci arriva da oltreoceano sarebbe riuscita addirittura a coprire i costi per circa 22.000 cani abbandonati nelle strutture che oggi li ospitano.

Forse in pochi di voi si ricorderanno di Robo Dog, collezione lanciata durante lo scorso febbraio e che ha messo in vendita dei collezionabili che rappresentavano, è facilmente intuibile dal nome, dei cani robotici. Collezione andata a ruba e che avrebbe fruttato circa 100.000$, ai quali si è poi aggiunta la donazione della compagnia automobilistica per 500.000$. Problema risolto, anche grazie all’aiuto degli utenti che hanno acquistato circa 5.000 pezzi della collezione.

Kia, NFT e operazioni di beneficenza

Non è la prima volta che si svolgono operazioni di beneficenza per gli animali tramite NFT. Soltanto qualche settimana fa, su Algorand, è stato lanciata una collezione in collaborazione con Wildlife Warriors franchise e zoo legato all’immortale figura di Steve Irwin.

Uscendo dal segmento della beneficenza per gli animali, giova ricordare di, Unicef che ha raccolto fondi con 1.000 NFT lanciati per celebrare il suo 75esimo compleanno.

E anche la ex first lady Melania Trump ha sfruttato NFT su Solana per raccogliere denaro da destinare, appunto, in beneficenza.

Un utilizzo creativo dei NFT, che contribuirà al contrario di quanto vorrebbero i detrattori di questo mondo, a rendere il mondo un posto migliore, utilizzando proprio quei token non fungibili ai quali in molti faticano a trovare un’utilità. E proprio oggi è stato annunciato il lancio di un marketplace nazionale in Cina, in un paese generalmente avverso al mondo cripto. Che sia da qui che ripartirà, intendiamo dai NFT, una parte del comparto cripto?

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

2 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
jacopo
jacopo
1 mese fa

Tutto tranne il cibo un giorno sarà un NFT. Contratti, giochi, musica, biglietti, vestiti (o meglio “skin”), quadri, sculture (ologrammi)… tutto. E non solo nei metaversi (troppo facile), anche nella real life.
Poi non dite che non ve l’avevo detto eh 😛

Luigi Pesci
Admin
Luigi Pesci
1 mese fa
Reply to  jacopo

Quotissimo