Home / Bitcoin: STRAGE di ORSI sopra i 20.000$ | Inizia la Bull Run? Analisi

RITORNO SOLE BITCOIN

Bitcoin: STRAGE di ORSI sopra i 20.000$ | Inizia la Bull Run? Analisi

Incredibile risveglio per Bitcoin e per tutto il mondo cripto, con un pump che sarà il tema di cui tutti oggi dibatteranno e che permetterà ai cripto-investitori massacrati dal bear market di tirare un sospiro di sollievo e, chissà, anche di recuperare un po’ di speranza. Bastava tanto poco? Beh, di poco non si tratta – anche se in momenti diversi della storia recente del mercato eravamo abituati a sprint nominalmente più alti.

Tutto in verde, tutto sale – e anche chi era dato per morto e sepolto torna a fare capolino nelle speciali classifiche di gain delle ultime ore. Sì, parliamo anche di Solana, che è tra quelle che guadagnano di più – con un prezzo più che raddoppiato dai quei 10$ che per molti avrebbero significato morte imminente.

Sempre cercando di tenere a bada la FOMO, la fear of missing out, la paura di perdere il treno, chi vuole investire in $BTC o in altri asset cripto può farlo con eTorovai qui per testare tutte le funzionalità PREMIUM gratuitamente – intermediario che offre un listino che è lo spaccato del meglio del mondo cripto e $BTC, con 78+ asset già inseriti a listino.

Bitcoin e cripto mostrano muscoli e artigli: crescite in doppia cifra ovunque

Incredibile corsa per Bitcoin, che si trascina dietro tutto il settore in quella che a lungo verrà ricordata come la notte della caccia all’orso. Liquidazioni a cascata per chi credeva che la soglia dei 19.000$ prima e dei 20.000$ poi sarebbe stato il punto di flessione per una corsa che cominciava a perdere gas.

E invece, come in ogni film epico che si rispetti, ecco l’eroe riemergere quando tutti lo credevano ormai per sconfitto. E fare un altro balzo in avanti verso i 21.000$. Tripudio tra gli appassionati, ormai forgiati al peggio da più di un anno di ribassi costanti. Ed ecco che torna anche l’entusiasmo, con tanti dei più grandi imprenditori del settore degli exchange che riemergono dalle paludi – metaforiche si intende – per celebrare questo grande recupero. Recupero che, per carità, ci pone ancora a distanza siderale dai massimi del 2021, ma che per molti è quel buon segno di cui si aveva bisogno per tornare a sperare, sognare e, forse più con i piedi per terra, guardare al futuro del comparto.

Liquidazioni a cascata – in 24 ore gli orsi pagano 650 milioni

Liquidazioni a cascata per tutto il mondo cripto degli orsi, quegli orsi metaforici che pensavano di banchettare con l’ultimo pasto di speranza che era rimasto a disposizione dei cripto investitori e appassionati.

Bitcoin vola
Un massacro per gli short

A guidare la speciale classifica degli short liquidati c’è Ethereum, con quasi 250 milioni di short che torneranno a casa con le ossa rotte e le tasche vuote. Subito dietro Bitcoin, con 218 milioni circa di liquidazioni short in 24 ore e poi, a distanza siderale, tutti quei progetti che nell’ultima fase di calo avevano pagato un prezzo più alto della media.

Sì, parliamo di Solana, e poi di Aptos e di, incredibile a dirsi, di Dogecoin, altro paziente dichiarato morto centinaia di volte ma che al tempo stesso non sembrerebbe avere alcuna intenzione di farsi da parte.

Il peggio è alle spalle? Posso tornare a comprare senza pensare? SIamo tornati in bull market?

Non vogliamo spegnere gli entusiasmi di nessuno, ma quanto sta accadendo è da un lato curioso, dall’altro segno che qualcosa è sicuramente cambiato, perché non è soltanto Bitcoin a salire in modo importante, ma anche ad esempio il suo parente lontano del vecchio mondo, ovvero l’oro. La sensazione che si ha da ieri è che in realtà la stampante di Federal Reserve potrebbe riaccendersi prima di quanto si pensasse. Oppure che comunque si smetterà di rialzare i tassi prima di quanto Federal Reserve vorrebbe farci credere.

Una sensazione che sta maturando su diversi mercati – e non solo su quello crypto e Bitcoin – e che è fonte almeno parziale di questo ritrovato entusiasmo. L’oro, da buon segugio quale è sempre stato, spesso riesce ad annusare questo tipo di movimenti prima degli altri mercati. E il +4% nella scorsa settimana – per un asset altrimenti relativamente stabile nel prezzo – è perfettamente equivalente a quel +24% che sta facendo registrare Bitcoin.

Il 1° Febbraio prossimo si riunirà il FOMC e comunicherà i prossimi rialzi di tassi – che i mercati hanno già scontato nella misura di 25 punti base e quindi a poco potrebbero servire per sconfiggere l’entusiasmo di mercati per loro natura ottimistici e che hanno bisogno di un’altra doccia fredda prima di poter anche soltanto pensare di cambiare idea.

Staremo a vedere, perché di questioni aperte ne esistono ancora diverse, che prescindono almeno in parte dai tassi di interesse. Le recessioni storicamente non sono un buon momento per gli asset di rischio, anche se – va segnalato anche questo – da quando abbiamo contezza e storia dei mercati finanziari, non ci si era mai trovati di fronte ad una situazione economica di questo tipo, con una recessione che è in realtà la cambiale di una pandemia sostenuta a colpi di stampante e del successivo ritorno a politiche monetarie all’apparenza più normali.

Le cose in ballo sono tante – e chi vi dice di avere la soluzione al 100% corretta vi sta probabilmente mentendo. Noi non ce l’abbiamo – e vi invitiamo anche a prendere decisioni non sotto l’influenza dell’entusiasmo: se il calo sotto i 16.000$ non era un buon motivo per disfarsi di tutto, allo stesso modo tornare sopra i 20.000$ non sembrerebbe essere un buon motivo per impegnarsi casa e auto per comprare $BTC e compagnia.

Per il resto sempre la massima attenzione agli intermediari che utilizziamo: ce ne sono di buoni e di meno buoni. Capital.comvai qui per testarlo in DEMO GRATIS – vi permette di dormire sonni tranquilli con tutti i capitali che verserete e vi offrirà un ambiente fortemente strutturato per il breve periodo.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

6 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Giorgio
Giorgio
22 giorni fa

Ma infatti stamattina presto quando mi sono alzato ho guardato la mia lista di tradingview e ho detto : ” ma porc.. put… che cazz…. è passato babbo Natale in Asia a mercati chiusi oltretutto ”
Testuali parole.
Adesso bisogna tornare su Linkedin Gianluca, a rendere pan per focaccia ai simpaticoni di novembre.
Se vai a procacciar battaglia fammi sapere, sono nella squadra.
Però voglio la colonna sonora.
Mettiamo carmina Burana di Carl Orff, non so se la conosci, se no cerca e ascoltala…..seminiamo il panico

Giorgio
Giorgio
22 giorni fa

Volevo fare una domanda a Luigi.
Ieri volevo mettere un più +, sulla risposta che gentilmente mi ha dato Gianluca ma mi è uscita una scritta a sfondo rosso che dice non sei autorizzato.
Quindi il + non è un like suppongo, cos’è?

BonoVoxel
BonoVoxel
22 giorni fa

Ciao Gian io non capisco la parte “possiamo tornare a comprare?”
Gian io non ho mai smesso.
Quando uno capisce Bitcoin inizia a volerne N dove N rappresenta almeno uno, intero.
Per me poteva stare sub-20k anche un altro anno e mezzo, tanto non è questione SE bitcoin farà il botto (non di prezzi, ma di adozione) è solo che non si sa QUANDO.
Céh il titolo del paragrafo ci stava come mood però non ha senso né da hodlers né da traders.

Io, nfa, per “smettere di comprare” ho come target il mio prezzo medio di carico, poi il Realized Market Price, avvicinatisi questi due molto negli ultimi mesi, e infine l’ATH. Se il passato si ripetesse una terza volta (che non è dato!) I 70-80k sarebbero il bottom del prossimo infra-halving…
Mi piangerà il cuore un solo centesimo di BTC per 800 sacchi quando ne ho già comprati tanti a 160-180, ma d’altra parte non ho iniziato questo “ascetismo finanziario” credendo in un bitcoin a 250k né a 630 né a 1 milione, qualunque cosa significherà espresso in dollari.

Grazie come sempre per i tuoi articoli! 🙂

Klaus Marvin
Klaus Marvin
22 giorni fa

Forse è troppo presto per cantare vittoria ma probabilmente è iniziata una nuova fase di accumulo per Bitcoin anche se personalmente mi aspettavo un bottom intorno ai 13.000. Comunque sia seguo anche le istruzioni di Saylor e continuo a comprare in accumulo. Buona giornata

Marco
Marco
21 giorni fa

Svegliaaaaa btc ha sempre fatto su e giù di migliaia di euro anche in pochi giorni. Dai su, btc tornerà sotto i 10k euro tranquilli.. poi ora che bisogna dichiarare e versare tasse auguri per btc e le crypto.

Luigi Pesci
Admin
Luigi Pesci
21 giorni fa
Reply to  Marco

Ciao Marco, per fortuna che ci sei tu che sei più sveglio. ❤