Home / Bitcoin e crypto: correzione in atto | A cosa è dovuto il calo?

CALO BITCOIN CRYPTO

Bitcoin e crypto: correzione in atto | A cosa è dovuto il calo?

Bitcoin e crypto aprono molto male. Che succede? La nostra analisi

Correzione, per quanto contenuta per ora, nel mondo crypto a partire da Bitcoin, che ha perso in modo concreto i 30.000$ e si appresta a difendere i 29.000$ durante una sessione americana che si preannuncia come infuocata e con più di qualche preoccupazione per gli investitori cripto.

A perdere, oltre a Bitcoin, praticamente tutti i principali coin e token per capitalizzazione di mercato, compreso quel Ripple che si stava pur godendo un momento di forza relativa importante dovuto alla recente pronuncia del giudice Torres nell’alveo della lunga querelle legale contro SEC.

Investi con ByBit

💰BONUS di 30.000$ per i nostri lettori - Ref code: CRIPTOVALUTA

✅Verifica il conto per USDT Gratis

🥇Miglior Exchange con CopyTrading

🎯Trading con Leva, Launchpad, Launchpool

Tutto è perduto e bisogna prepararsi al peggio? Guardiamo a qualche dato per capire forza, entità e possibili conseguenze di questo calo. Una situazione che – in un mercato fatto di persone estremamente reattive come quello crypto – avrà già dato luogo a diverse preoccupazioni.

Giù Bitcoin e principali crypto: che succede?

A pochi minuti dall’apertura delle piazze USA c’è stato un calo importante per Bitcoin, rimasto però sempre aggrappato alla parte superiore della soglia dei 29.000$, per quanto la sessione di oggi pomeriggio potrebbe dare il via ad ulteriori attacchi degli orsi.

Per il momento sembra che si sia in assenza di notizie specifiche, e dunque di nulla che vada oltre l’ordinario alternarsi di orsi e tori alla guida del mercato, in un luglio che a questo punto potrebbe chiudere in rosso come molti avevano preventivato.

  • I volumi rimangono al palo

I volumi, tanto per Bitcoin quanto per il resto del comparto sembrerebbero essere rimasti al palo, fatta eccezione per quanto innescato dalle liquidazioni a catena che saltato il principale supporto non hanno potuto fare altro che innescarsi.

  • I primi saranno gli ultimi

Vale inoltre segnalare che a perdere di più sono stati i coin e i token che avevano dimostrato maggiore forza nel corso delle precedenti tornate. In testa alla classifica delle perdite troviamo infatti Solana e Ripple, entrambi in un buono stato di forma prima delle trattative a mercato di oggi.

  • C’è una brutta notizia che cova?

Per il momento no, anche se continueremo chiaramente a seguire l’evolversi della situazione anche sul nostro canale Telegram ufficiale – dove aggiorniamo in tempo reale tutti i nostri lettori su quanto sta avvenendo sui mercati.

Rimane per ora valida tutta l’analisi più recente

Poco fa ci siamo occupati di Ethereum e del suo caso bullish, così come ci siamo occupati nei giorni scorsi dei migliori progetti in circolazione. Rimangono analisi, nonostante questa correzione, a nostro avviso più che valida, mancando ancora dei cambiamenti di carattere fondamentale per il mercato crypto.

Rimane poi da analizzare la particolare situazione di Doge, che si sta godendo una giornata di grande forza grazie soprattutto all’intervento – involontario? – di Elon Musk.

CALO FISIOLOGICO
Difficile avere una risposta definitiva per ora.

Un mercato frizzante, anche se in questa circostanza di un frizzante ribassista. Dopotutto è quello che chiedevano a gran voce gli annoiati dai movimenti laterali, no? Movimenti laterali che però non hanno ancora la forza di interrompersi. Nonostante questa correzione infatti – siamo ancora ampiamente all’interno del canale.

Iscriviti
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments