Home / JPMorgan premia Ethereum | E anche il crypto exchange

JPMORGAN ETH

JPMorgan premia Ethereum | E anche il crypto exchange

JPMorgan si esprime con toni positivi su Ethereum. E anche su un popolare crypto exchange.

JP Morgan torna a parlare di crypto e questa volta lo fa mettendo in correlazione il futuro di Coinbase con quello di Ethereum, con note largamente positive e che non potranno che non piacere agli appassionati di questa criptovaluta. Criptovaluta che si è messa alle spalle un importante aggiornamento questo specifico aggiornamento e che si trova anche al centro di una battaglia politica negli USA, che riguarda il tentativo di approvazione di un ETF Spot negli USA.

Secondo JP Morgan le evoluzioni positive di Ethereum, che trascendono il più stretto ambiente crypto, potrebbero guidare anche una crescita di Coinbase in termini di ricavi e più in generale di buono stato di salute finanziario.

Una posizione certamente interessante e che andremo ad analizzare per capire se, quanto e come potrebbe essere una buona base di ragionamento tanto per gli investitori quanto per gli appassionati.

Ethereum e Coinbase mano nella mano

L’idea di fondo di Kenneth Worthington, che ha firmato un report che è stato diffuso poche ore fa, è che il successo di Ethereum potrebbe essere di buon auspicio anche per Coinbase, che viene seguito dalla banca d’affari JPMorgan proprio perché exchange quotato in borsa.

Vediamo degli sviluppi positivi nella roadmap di Ethereum, incluso l’aggiornamento Dencun, che è avvenuto il 13 marzo, come sviluppi importanti per il mondo crypto e una spinta positiva anche per il lungo periodo.

Si parla del recente aggiornamento Dencun, che è stato appunto attivato senza problemi di sorta lo scorso mercoledì e che ha introdotto i blob, che almeno sul breve periodo sono riusciti a rendere meno costoso l’utilizzo della rete Ethereum, in particolare per i cosiddetti layer 2. Passaggi importanti anche per JP Morgan che migliorano l’intero ecosistema crypto e che dunque avranno in futuro degli sviluppi positivi anche per Coinbase, che è una delle aziende più rappresentative del comparto.

Una lettura positiva mentre da un altro analista di JPMorgan continuano invece pareri piuttosto contrari al settore. Nikolaos Panigirtzoglou, sempre in forza a JPMorgan, ha commentato i recenti acquisti a debito di Bitcoin da parte di MicroStrategyqui per i dettagli dell’ultima raccolta di capitale – come un potenziale rischio sistemico per Bitcoin, dato che sono leggermente a leva e in caso di crollo del prezzo di Bitcoin potrebbero amplificare eventuali trend negativi.

Entra qui nel nostro canale Telegram: tutte le ultime notizie crypto e chat con i nostri lettori!

Quanto seguire i report delle grandi banche

Non sono le tavole della legge e andrebbero comunque presi per quello che sono: report di respiro relativamente poco ampio che non spostano il mercato di breve – e a nostro avviso neanche quello di lungo. In questo caso specifico comunque si tratta di un punto di vista interessante e sul quale invitiamo tutti a riflettere.

Certo è che soltanto qualche anno fa pensare a report di JPMorgan su Ethereum avrebbe fatto sorridere i più. E invece…

Iscriviti
Notificami
guest

1 Comment
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
Klaus Marvin
Klaus Marvin
30 giorni fa

Vi invito sempre a leggere tra le righe, a parte che JPMorgan ha sempre detto tutto e l’incontrario di tutto ovviamente per motivi di interesse. Siamo di fronte ad un mercato più volatile mai visto prima e ci sono enormi interessi per cercare di controllarlo e manipolarlo e il valore di ETH in questo momento è molto a buon prezzo rispetto a quello di BTC e c’è la possibilità che raggiunga livelli molto più alti quasi impensabili per ora e dato che Bitcoin ha già raggiungo e superato i suoi massimi l’interesse maggiore si sposta su ETH pur rimanendo piazzati su BItcoin dopo aver portato a casa parte dei guadagni magari proprio quei guadagni da investire su ETH ed è quello che intende fare JPMorgan quindi deve parlarne bene.