Home / VISA: Da oggi prime transazioni in criptovaluta!

VISA: Da oggi prime transazioni in criptovaluta!

Notizia bomba. VISA ha appena annunciato di aver implementato il settlement di pagamenti, all’interno del suo network, utilizzando criptovalute. In aggiunta, sempre secondo quanto affermato dal grande gruppo dei pagamenti digitali, il progetto pilota con Crypto.com (che vi avevamo annunciato per primi in Italia) è stato ufficialmente avviato e includerà a breve anche la partecipazione di altri partner VISA.

Oggi da Visa arrivano le prime transazioni in criptovaluta.

Per il momento il settlement, ovvero il completamento delle operazioni è possibile soltanto tramite USD Coin, uno stablecoin ancorato al dollaro nella cui gestione è presente anche il popolare exchange Coinbase (qui per aprire un conto gratis), alternativa al più capitalizzato (e più utilizzato) Tether USD.

Visa e criptovalute: cosa c’è di vero per adesso?

Anche se in molti interpreteranno questa notizia come un avvicinamento di VISA al mondo di Bitcoin, in realtà siamo ancora in una fase embrionale del progetto. Non è detto che a breve verranno supportati anche cryptotoken non ancorati al valore del dollaro o dell’euro, così come non è detto che verrà offerta la possibilità a tutti di utilizzarli, nel caso in cui l’implementazione dovesse veramente avere luogo.

Tutto quello che sappiamo per il momento è che Visa sta utilizzando ufficialmente da oggi un sistema che permette lo scambio di USDC e che verrà gestito da Crypto.com e da Anchorage. IL secondo sarà il custode dei fondi di VISA detenuti in USDC, mentre il primo farà da network per i pagamenti.

Il sistema sarà ospitato su blockchain Ethereum, scelta quasi obbligata, dato che è questa la blockchain nativa di questo stablecoin e dato che per il momento è possibile utilizzare USDC qui e su Algorand, senza ulteriori alternative. Non è detto che per il futuro VISA non deciderà di supportare anche altri stablecoin, su rete Ethereum o meno.

Nel complesso un’ottima notizia per il settore, con l’adozione degli standard della blockchain che arrivano dal primo processor di pagamenti al mondo. Niente male per un settore che fino a pochi mesi fa veniva ancora scioccamente considerato come un gioco per appassionati.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *