Home / Anche Conflux tra le prime 100, grazie a Binance

Anche Conflux tra le prime 100, grazie a Binance

Sì, continuano le grandi novità nel settore delle criptovalute, con tante nuove entry nella classifica delle prime 100 per capitalizzazione di mercato. Oggi è il momento di Conflux, che da poco è stata quotata sul DEX Decentralizzato di Binance.

Conflux è una blockchain che utilizza un sistema ibrido e simile ai classici PoS, con la possibilità di ospitare tanto il trasferimento di dati, quanto quello di asset digitalizzati. La scalabilità è il suo punto forte, con costi di transazione che rimarranno molto bassi anche quando saranno raggiunti picchi superiori alle 6.000 transazioni per minuto.

Crescita importante per Conflux dopo la quotazione su Binance
Il framework per la finanza decentralizzata tra le prime 100 per capitalizzazione

Per ora non possiamo trovarla presso i principali broker del settore. Possiamo però scambiarla sullo spot Dex di Binance (qui per aprire un conto gratuito), contro i principali stablecoin e anche contro le principali crriptovalute.

Velocità, DAG e scalabilità: ecco le caratteristiche di Conflux

Conflux, che oggi sta guadagnando in doppia cifra sui mercati, utilizza un sistema di consenso basato su una struttura speciale DAG, che disegna grafici ad albero come rappresentazione della blockchain stessa. In aggiunta, su questa criptovaluta emergente sono implementati smart contract Solidity compatibili con EVM e in aggiunta un ulteriore layer proprietario. Si può interagire inoltre con il network utilizzando sia Java Script sia tramite il linguaggio Go, con SDK sviluppate in proprio dal progetto e disponibili per tutti.

In soldoni, parlando di Conflux siamo davanti ad un autentico framework, che lascia il massimo della libertà a chi vuole utilizzarlo per i propri progetti, con la possibilità di fare leva su una chain molto efficiente e ottimi tool per lo sviluppo per le proprie applicazioni decentralizzate.

La crescita di valore di Conflux? Non dipende solo da Binance

Il prodotto è nuovo, dato che è quotato sui principali mercati soltanto a partire dal novembre 2020. Tuttavia il grande boom delle ultime ore può essere collegato proprio all’annuncio, arrivato la settimana scorsa, dell’inclusione di CFX all’interno dell’exchange di criptovalute Binance.

Un inclusione che, come avviene anche per gli altri exchange, porta sempre ad un maggiore volume di acquisti e di conseguenza ad un aumento del valore del token di riferimento. C’è però da sottolineare il fatto che la grande crescita del progetto era già partita qualche settimana fa, quando gli sviluppatori hanno iniziato ad accorgersi delle capacità di questo network.

Il boom potrà durare?

Conflux continua a crescere in termini di volumi e di progetti che vengono ospitati – così come aumentano le collaborazioni commerciali di spessore, come quella chiusa da poco con OKExCHAIN per portare sistemi di finanza decentralizzata nel continente asiatico.

Il recente programma di reward, inoltre, permette a chi fornisce liquidità all’interno del progetto di ottenere delle buone ricompense. Sono questi elementi di un progetto assolutamente in salute e che dovremmo considerare come uno dei più interessanti tra quelli presenti oggi sul mercato.

Tuttavia, quando la capitalizzazione di mercato è così bassa (siamo ancora intorno al centesimo posto su scala globale) diventano molto più semplici le operazioni di pump & dump, così come le manipolazioni da parte di chi ha già investito una quantità di denaro considerevole.

Nel complesso si dovrà prestare il massimo dell’attenzione per chi investe ora. Sia per le possibili correzioni, sia per la giovane età del progetto. Chi è alla ricerca però di altcoin lontani dal palcoscenico, potrebbe trovare in Conflux pane per i suoi denti.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *