Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / SEC: 2 nuovi avvocati nella causa contro Ripple!

SEC: 2 nuovi avvocati nella causa contro Ripple!

Colpo di scena nella causa tra Ripple e SEC. L’authority che si occupa di regolamentare i mercati negli Stati Uniti ha aggiunto due nuovi legali al suo team. Sono Robert MacDonald Moye e Benjamin H. Hanauer, rispettivamente con 18 e 25 anni di esperienza.

Una notizia che, dopo aver contribuito a diffondere una certa preoccupazione tra gli appassionati, è stata in realtà salutata con un’altra bull run di XRP sui mercati, che nel momento in cui scriviamo guadagna, sulle 24 ore, più del 15%.

SEC nuovi avvocati contro Ripple
Chiamati per avviare un accordo extra-giudiziario?

Cercheremo di interpretare, alla luce di tutte le informazioni che abbiamo raccolto durante la nottata, la nomina di due avvocati aggiuntivi da parte di SEC. Nel mentre, il news trading è sempre disponibile.

Con eToro (qui per ottenere un conto demo gratis) possiamo entrare rapidamente sul mercato per sfruttare la situazione su Xrp. Oppure affidarci a quanto fanno i migliori trader copiandoli con il CopyTrading.

Chi sono i due nuovi avvocati di SEC e perché sono stati nominati

I due nuovi avvocati di Ripple sono legali con una certa esperienza nelle negoziazione – sono quanto negli Stati Uniti si definisce Senior Lawyer – anche se fino ad oggi mai avvicinatisi ai problemi legali delle criptovalute.

Avvocati sicuramente di spessore, la cui nomina però apre a diversi scenari per Ripple e per chi ha già investito in questa criptovaluta. I mercati, almeno durante la serata americana, hanno scommesso sulla migliore delle possibilità per XRP, anche se non è l’unica.

  • Difficoltà dell’attuale team legale

È una delle ipotesi sul tavolo. Da una strategia molto aggressiva, SEC è passata nel giro di pochissime udienze a difendersi, messa nell’angolo dai solidi argomenti degli avvocati di Ripple Labs. I nuovi avvocati dovrebbero servire, se questa dovesse essere l’ipotesi concreta, a cercare di ribaltare le sorti di una causa ormai quasi persa.

  • L’arrivo di Gensler e la sfiducia nella vecchia SEC

Anche questa è una delle ipotesi che sono circolate con una certa insistenza nella nottata. Gensler è arrivato da poco alla guida di SEC e ha ereditato questa pessima causa, partita con basi fiacche e con pochissime prospettive, almeno per il momento, di essere vinta. Gensler potrebbe a questo punto non fidarsi di quanto rimasto della vecchia SEC – compresi gli avvocati attuali che stanno spingendo per la prosecuzione della causa.

L’arrivo dei due nuovi avvocati sarebbe conseguente alla necessità di valutare la convenienza di tentare un accordo con Ripple extra-giudiziale, strada che però non sembrerebbe essere più percorribile, dopo che SEC si è rifiutata più volte di farlo prima dell’inizio delle udienze.

  • L’ipotesi peggiore: sarà guerra di trincea contro Ripple

È un’ipotesi scartata dai mercati, almeno stando a vedere quale è stata nella notte la reazioni dei mercati. In molti tuttavia continuano a temere che l’aver rinforzato il team legale sia segnale del fatto che SEC non ha alcuna intenzione di perdere questa causa, costi quel costi, cercando di ottenere una sentenza esemplare, sia contro XRP, sia per il resto del mondo delle criptovalute. Una posizione che non avrebbe, almeno a nostro avviso, alcun senso, se non quello di salvare l’onore dopo aver avviato una lite temeraria nei confronti di Ripple Labs.

Tutto questo a pochi giorni dalla nomina di un ex-tesoriere USA nel board di Ripple, che nelle intenzioni della società dovrebbe dare una mano al gruppo proprio per futuri problemi di natura legale e di rapporto con le istituzioni e le authority di controllo.

C’è da preoccuparsi se abbiamo investito in Ripple?

Almeno per il momento: no. I mercati hanno reagito addirittura al rialzo dopo l’arrivo di questa notizia e non sembra ci sia motivo di preoccupazione. Noi confermiamo pienamente le previsioni Ripple che indicano, secondo i nostri analisti, un possibile traguardo su quota 2 dollari a token anche sul breve periodo.

Certo, gli equilibri giudiziari sono spesso mutevoli e può bastare poco per sovvertirli. Dovremo continuare a seguire la causa di Ripple, cosa che faremo giorno per giorno – e nelle giornate di udienza, minuto per minuto proprio qui su Criptovaluta.it.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *