Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Boom per Yearn.Finance dopo la quotazione su eToro

Boom per Yearn.Finance dopo la quotazione su eToro

Il mercato delle criptovalute torna a ruggire e tra i migliori a mercato oggi troviamo yearn.finance, uno dei protocolli più interessanti del comparto finanza decentralizzata, che recupera in sole 24 ore oltre il 30% del suo prezzo, avviandosi a chiudere le forti perdite che il comparto ha subito nella scorsa settimana.

Un progetto che non solo è tra i più vigorosi nel recuperare dalle perdite, ma anche uno dei più interessanti per chi cerca token che possano offrire piattaforme tecnologicamente avanzate.

Yearn.Finance 30% sul mercato dopo la quotazione
Ottima performance per Yearn.Finance – dopo la quotazione su una delle principali piattaforme cripto del mondo

Con la capitalizzazione che si riavvicina a quota 2 miliardi, il token è stato anche selezionato per essere inserito a listino sulla piattaforma eToro (qui per un conto dimostrativo gratuito) che offre anche il rivoluzionario CopyTrading – per copiare tutti i trader che ottengono i migliori risultati. Con la possibilità di operare anceh con CopyPortfolios che replicano panieri di criptovalute.

Una quotazione che, come vedremo, è stata compartecipe del grande boom di YFI, che torna prepotentemente ad essere uno dei token da seguire all’interno del panorama delle criptovalute emergenti.

Su eToro volano le criptovalute appena quotate

eToro è una piattaforma che offre listini ultra-selezionati di criptovalute e che negli ultimi tempi ha inserito alcuni tra i progetti più interessanti sul mercato. Yearn Finance è disponibile da ieri, insieme ad altri protocolli interessanti per gli investitori come Mana di Decentraland, AAVE e Compound.

Scelte non banali, in un mercato che oggi offre potenzialmente più di 10.000 token e con un quello di eToro che è in realtà un bis, perché anche già in seguito alla quotazione di progetti come Chainlink, la piattaforma si era resa responsabile di un forte boom di mercato.

Yearn.finance è diventato rapidamente uno degli asset più gettonati, con quasi l’1% di tutti gli investitori sulla piattaforma che lo hanno già inserito a portafoglio e con oltre 14.000 che già seguono la pagina del social trading ad esso dedicata.

yearn.finance potrà continuare a fare la differenza nel medio e lungo periodo

E a farla all’interno di un comparto, quello della finanza decentralizzata, che continua a raggiungere obiettivi importanti – non soltanto finanziari – come è anche testimoniato dal recente utilizzo di Algorand per la gestione di azioni reali e tokenizzate.

Yearn è un protocollo nato per ottimizzare i rendimenti dello yield farming, permettendo a chi utilizza il protocollo di massimizzare i profitti in modo automatico. Al progetto iniziale si sono aggiunte diverse declinazioni della massimizzazione dei profitti, come le Vault, che generano ritorni automatici gestendo la liquidità per l’utente finale.

O come Zap, che permette di fare swap in e swap out da tutte le liquidity pool che sono supportate dal progetto Curve.Finance. Protocollo che permette anche di guadagnare dalle commissioni utilizzate sulla piattaforma.

Cover è l’ultima aggiunta – che permette di creare collaterali e fare hedging contro la nostra esposizione, utilizzando smart contract che girano sulla rete Ethereum. Un progetto completo, che oltre alla rincorsa ai suoi massimi storici, avrà tanto altro da dire anche in futuro.

Conviene entrare adesso sul mercato di Yearn.Finance?

YFI, la criptovaluta del protocollo, potrebbe essere in questo momento in prezzo di sconto rispetto ai valori proiettati per il futuro. Questo, in un mercato che potrebbe tornare bullish grazie all’impegno di Musk e Saylor, renderebbe il momento ideale per gli acquisti. Si può partire, sulle piattaforme da noi consigliate, anche soltanto da 25$ per una singola posizione. Senza commissioni aggiuntive e con il possesso diretto del token.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

2 commenti

  1. Ma non è vero, sta crollando!

    • Gianluca Grossi

      Buon pomeriggio Davide, Non riusciamo a capire francamente a quale crollo lei faccia riferimento. I grafici, anche con orario, possono essere consultati da tutti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *