Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / NASCAR: Baby Doge sponsorizzerà una vettura da corsa – tutti i dettagli!

NASCAR: Baby Doge sponsorizzerà una vettura da corsa – tutti i dettagli!

Non è la prima volta che il franchise di corse NASCAR ospita pubblicità dedicate alle criptovalute. Questa volta però sarà diverso, se vogliamo, dato che a sponsorizzare una delle auto in corsa sarà Baby Doge Coin, uno degli ultimi meme token arrivati sul mercato. 

Lo stesso che qualche giorno fa era stato portato alle stelle da Elon Musk, ormai deus ex machina dei meme coin dedicati ai cani – che in modo in realtà inaspettato ha contribuito alla diffusione di questo ennesimo progetto basato sulla popolarità dei Shiba Inu come cani da meme.

BabyDoge - correrà in Nascar nella prossima gara
Occhi puntati sulla prossima cara, che vedrà debuttare la n.68 sponsorizzata da BabyDoge

A guidare l’auto sarà Brandon Brown, nella 115esima edizione della NASCAR Xfinity Series, che si correrà ad Atlanta, Georgia. Un palcoscenico in grado di raccogliere un pubblico numeroso – sia live sia via televisione. 

Un altro clone di Doge? Dipende dai punti di vista. Il comandante in capo dei meme token è in realtà estremamente più capitalizzato – e sicuramente, almeno per il momento, materiale da investimento più interessante. Lo possiamo trovare su Capital.com (qui per ottenere un conto di prova gratuito e sempre illimitato), intermediario con moltissime cripto a listino, intelligenza artificiale, e piattaforme professionali come MetaTrader 4 e TradingView. E chi vuole passare ad un conto reale può farlo con soli 20 euro. 

In cosa consiste la sponsorizzazione?

Si tratterà di una sponsorizzazione dell’auto 68 che prenderà parte al tracciato, come abbiamo già detto guidata da Brandon Brown.

“Questo weekend siamo lieti di dare il benvenuto a Baby Doge Coin a bordo della nostra Chevrolet Camaro n.68, il coin che è diventato partner di Brandobilt Motorsports. L’auto sarà bellissima e non vedo l’ora di vederla in pista. 

Un’attesa che sta montando anche tra i diversi appassionati di una criptovaluta nata per gioco, ma che sta cercando di ricalcare almeno in parte il grande cammino di Shiba Inu Token, di gran lunga il progetto che ha avuto maggiore successo nell’ambito dei meme token di più recente realizzazione. 

Brandon Brown si è anche speso pubblicamente a favore del progetto, sottolineando come sia nato per salvare più cani possibile e annunciando che i fan del token hanno già donato 100.000$ a questo scopo. La prima criptovaluta dedicata alla beneficenza verso i cani. 

L’ombra di Mus, dietro il token

Non è la prima volta che si finisce a parlare, anche su testate non strettamente legate al mondo delle criptovalute, di BABYDOGE. Soltanto qualche giorno fa era stata infatti oggetto di uno dei tweet di Elon Musk, che ne avevano spinto il prezzo piuttosto in alto. 

Come spesso accade in seguito alle estemporanee iniziative di Musk, ci sono state poi delle correzioni – più che attese. Il token continua ad aggirarsi su un livello di capitalizzazione piuttosto basso – meno di 170 milioni di dollari secondo Coinmarketcap.  L’iniziativa che lo renderà visibile in una gara così importante e seguita potrebbe però contribuire a renderlo più visibile e più popolare, con la possibilità che questo abbia un impatto anche sul valore di mercato. 

Auto e criptovalute: il binomio inarrestabile

Progetti relativamente più conosciuti e solidi come Fantom hanno già stretto collaborazioni con il mondo dei motori. In aggiunta Tezos è diventato sponsor di McLaren, suggellando non solo un importante contratto con uno dei team più popolari al mondo, ma anche il binomio ormai indissolubile tra cripto e corse. 

Quella di BabyDoge rimane l’ultima delle sortite, che prima erano toccate (anche se in contesti più importanti e seguiti) anche a Bitcoin. Staremo a vedere se l’iniziativa sortirà gli effetti attesi da parte di tutti coloro i quali hanno già investito in BABYDOGE.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *