Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Dogecoin: rinasce la Foundation con Elon Musk e Vitalik Buterin!

Dogecoin: rinasce la Foundation con Elon Musk e Vitalik Buterin!

Torna la Fondazione Dogecoin, della quale non avevamo sentito parlare per anni – e lo fa appoggiandosi a nomi molto importanti del firmamento delle criptovalute. Sì, perché a far parte della fondazione troveremo anche Vitalik Buterin, fondatore di Ethereum, e persone legate a Elon Musk

Una buona notizia per il protocollo? Probabilmente sì, almeno a guardare i diversi sviluppi che questa decisione potrebbe avere sulle funzionalità di Dogecoin e sulle novità in termini tecnologici. 

Buterin Musk fondazione Dogecoin - di Criptovaluta.it
Vitalik Buterin e Elon Musk direttamente nella fondazione dedicata a Dogecoin

Un buon momento per investire in Dogecoin? Potrebbe esserlo. Possiamo farlo con eToro (qui per ottenere un conto demo gratuito e senza limiti), intermediario con 29+ criptovalute a listino e servizi esclusivi quali il CopyTrading– per copiare i migliori oppure per spiare i loro movimento di mercato. Sono disponibili anche i CopyPortfolios, per investire in panieri cripto misti. Bastano 50 dollari per passare ad un conto reale. 

Che cos’è la nuova Dogecoin Foundation e perché è importante

In realtà esisteva già una fondazione dedicata a Dogecoin, operativa a partire dal 2014, un anno dopo l’arrivo sul mercato di DOGE stesso. Nessuno avrebbe però potuto immaginare ai tempi i traguardi che sarebbe stati raggiunti dal meme coin per eccellenza. Cosa che ha rinforzato la necessità di tornare sui passi di un tempo e rendere di nuovo operativa la Dogecoin Foundation

È con grande gioia che annunciamo la rinascita della Dogecoin Foundation, con un focus rinnovato sul supporto dell’ecosistema Dogecoin, sulla Community e sulla promozione del futuro della blockchain di Doge. La fondazione non prenderà il controllo del progetto Dogecoin Core Wallet […] ma esisterà per favorire e accelerare lo sviluppo dello stesso, supportando gli sviluppatori presenti e futuri, anche attraverso sponsorship. 

L’intero comunicato stampa può essere letto sul sito ufficiale del progetto ed elenca alcuni dei punti chiave che abbiamo riassunto nella nostra traduzione. 

  • Tra gli advisor anche un uomo di Musk e Vitalik Buterin

Le novità non si fermano qui, perché tra gli advisor della fondazione troviamo non solo Vitalik Buterin, il fondatore e comandante in capo di Ethereum, ma anche Jared Birchall, che rappresenterà in seno alla fondazione Elon Musk in qualità di consigliere legale e finanziario. Due nomi molto pesanti, che lasciano intendere che in realtà ci si aspetta molto dai lavori che si apriranno in seno alla fondazione, lavori che potrebbero rendere Dogecoin molto più popolare come mezzo di pagamento e come protocollo di quanto lo sia oggi

Intanto arriva una delusione da Mark Cuban

Mark Cuban, che pure aveva difeso più volte pubblicamente Dogecoin – trasformandosi anche nel responsabile dell’ultima bull run delude i fan di Dogecoin. Sì, perché ha pubblicamente ammesso di avere in cassa meno di 500$ di controvalore in DOGE, almeno personalmente. Diverso poi il discorso per le casse della sua squadra, i Dallas Mavericks, che accettano ormai da tempo Dogecoin come mezzo di pagamento. Tuttavia la dichiarazione di Cuban, che è da diverso tempo uno dei più strenui difensori di Dogecoin, nonché un investitore anche in progetti molto meno solidi, ha fatto partire il classico (e comprensibile) giro di polemiche. 

Cosa farà la fondazione?

Il primo obiettivo della fondazione sarà quello di avere budget per l’assunzione, almeno su orizzonte triennale, di sviluppatori a tempo pieno che possano occuparsi professionalmente di Dogecoin, sviluppatori che andranno ad aggiungersi a quelli attuali. 

Non è chiaro quali saranno le modalità di assunzione di questi nuovi programmatori né le tempistiche che la fondazione sembrerebbe essersi riservata. Sarà però un primo passo verso una normalizzazione di Dogecoin anche sotto questo specifico fronte.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *