Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Cardano apre un fondo da 100 milioni | Le novità del Summit

Cardano apre un fondo da 100 milioni | Le novità del Summit

Lo avevamo preannunciato: ci sarebbero state novità interessanti al Cardano Summit, la grande convention che ha tenuto impegnati gli appassionati del protocollo durante lo scorso fine settimana.

E parliamo di un investimento milionario, che avrà come obiettivo programmi educativi sul mondo della finanza decentralizzata, dei token non fungibili e sull’uso della blockchain. Uno sforzo importante per Cardano e – per motivi che analizzeremo in dettaglio – anche per chi ha già investito in questo protocollo.

Cardano NFT e DEFI: fondo da 100 milioni
Un fondo per portare Cardano al centro anche di questi 2 settori

Investimento che potrebbe ripercuotersi in modo importante sul prezzo di $ADA – token che possiamo trovare anche sulla piattaforma eToro (qui per chi vuole testarla in demo gratuita e con tutte le funzionalità) – per un intermediario che offre anche staking automatico su questo protocollo, per guadagnare rendite passite mentre si tengono posizioni aperte su $ADA.

Dallo stesso intermediario possiamo trovare anche il CopyTrader per copiare i migliori investitori o anche per spiare cosa stanno facendo in tempo reale – e i CopyPortfolios per investire in portafogli di cripto già diversificati. Per passare al conto reale basta un investimento minimo di 50$.

Il nuovo fondo di Cardano: 100 milioni per diffondere DeFi e NFT

Ad annunciare l’investimento è stato in realtà il gruppo Emurgo, che poi è a tutti gli effetti il braccio commerciale di Cardano, e che ne guida entro questi termini l’adozione su scala mondiale. È stato forse l’annuncio più importante arrivato durante il Cardano Summit – convention della quale ci siamo già occupati con dettaglio sulle pagine di Criptovaluta.it.

L’investimento riguarderà i settori più caldi del mondo della blockchain – per sviluppare ulteriormente questi comparti all’interno dell’ecosistema di Cardano. Parliamo di token non fungibili e finanza decentralizzata – due nicchie che i nostri lettori avranno imparato a conoscere non solo a scopo di investimento, ma anche per le rivoluzioni che hanno innescato tra collezionisti, operatori della finanza classica e tra videogiocatori. Il fondo darà il via ad una sezione societaria specifica a partire dal 2022, secondo modalità che dovranno però ancora essere rese pubbliche.

Gli altri annunci all’interno del summit

C’è stato spazio anche per altri annunci, come la partnership con Aid:Tech – che punterà a sviluppare su rete Cardano dei sistemi di gestione di autenticazione e identità. Così come è stata annunciata l’altrettanto importante partnership con UBX – società di grande importanza nel comparto e legata a doppio filo a UnionBank.

Collaborazioni importanti che hanno innescato nuovo hype all’interno di un progetto che, lo ricordiamo ai nostri lettori, è recentemente passato ad una nuova versione del suo protocollo e che ha implementato relativamente da poco il cuore del mondo DeFi, ovvero gli smart contract.

Ottime notizie: come si rifletteranno sul prezzo di Cardano?

Cardano continua ad essere una delle criptovalute più pimpanti tra quelle a maggiore capitalizzazione – forte di un clima di serenità finalmente restaurato e del grande interesse che il protocollo sta generando anche nel mondo della finanza che conta.

Le novità che sono state annunciate al Summit, dal fondo di 100 milioni di dollari, passando per le importanti partnership siglate – sono la base dalla quale ripartire verso quota 3$ – prezzo simbolo che significherebbe per l’intero ecosistema la ripresa d i una bull run anche sul medio periodo.

Le nostre previsioni Cardano sposano apertamente questa linea, con le novità arrivate sul protocollo che verranno con ogni probabilità apprezzate sul mercato non sull’immediato, ma durante la prossima bull run per tutto il comparto.

Il legame con Bitcoin è d’altronde forte, quantomeno in termini di prezzo. Ed è verso questa criptovaluta che gli analisti continueranno a mantenere gli occhi. Se $BTC dovesse effettivamente tornare sopra i 45.000$ – anche per $ADA potremmo assistere ad una decisa bull run, probabilmente di proporzioni ancora più importanti.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *