Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin: è iniziata la rinascita | Sfida a CONSOB e Paolo Savona…

Bitcoin: è iniziata la rinascita | Sfida a CONSOB e Paolo Savona…

Tutto secondo copione. Il terzo trimestre del 2021 si è finalmente chiuso e Bitcoin si è messo alle spalle il periodo dell’anno che, statisticamente, gli sorride meno.

Si è tornati sopra i 48.000$, con gli orsi che puntavano dritti sotto i 40.000$ che sono stati travolti da un’ondata di short squeeze. Smentiti, ancora una volta, con una settimana che è stata caratterizzata da enormi liquidazioni di posizioni short. E con un ritorno sulla scena di Paolo Savona, con un’uscita che è stata contestata da tutti i commentatori – anche tra i più tradizionalisti e attaccati alla finanza classica.

Paolo Savona contro Bitcoin - ecco perché si sbaglia
Savona all’attacco di Bitcoin – ma è un buco nell’acqua

Si apre una nuova era per Bitcoin, con la previsione dei 100.000$ entro fine anno che ormai è dominio comune – e non solo il forecast di Criptovaluta.it. Una previsione sulla quale investire con la piattaforma FP Markets (vai qui per avere una demo gratuito con tutte le funzionalità), intermediario di livello PRO, con segnali gratis e piattaforma perfetta per fare trading automatico – offre MetaTrader 4 e MetaTrader 5 come piattaforme di base.

È presente anche il Social Trading, con copia dei migliori investitori integrata direttamente in MT. Il più professionale degli intermediari per le criptovalute come Bitcoin.

Uptober is here!

È il meme che sta circolando di più nel mondo dei social cripto. Una fusione di up e quindi in altoottobre, mese che storicamente è sempre stato molto positivo per Bitcoin. Non è detto che la storia si ripeterà automaticamente, ma va tenuto anche conto di profezie che si auto-avverano e delle aspettative del mercato.

Tutti o quasi – compresi noi di Criptovaluta.it – si aspettavano una ripresa decisa innescata da ottobre e dalla chiusura delle terze trimestrali delle borse americane. Questo si è verificato – e potrebbe rinforzarsi anche nei prossimi giorni (come vedremo dalla nostra analisi tecnica).

La profezia che si sta avverando: lo strano caso di…

Ne abbiamo parlato sulle nostre pagine in settimana, riportando la profezia di Plan B sull’evoluzione di prezzo di Bitcoin. Profezia che per ora si è verificata per tutti le scadenze intermedie.

Profezia Bitcoin a 135.000
La profezia che stuzzica gli investitori

Una profezia che parla di 135.000$ alla fine di dicembre – che se per molti – [comprese le nostre previsioni BTC]https://www.criptovaluta.it/7184/previsioni-bitcoin-2021) – pecca forse di troppo ottimismo, non ha potuto che innescare comunque un forte entusiasmo tra gli investitori. Complice il fatto che anche l’ultima delle scadenze intermedie, quella di settembre, è allineata perfettamente alle anticipazioni di Plan B.

Chi si rivede! Paolo Savona, presidentissimo della CONSOB, torna ad attaccare le criptovalute

E lo fa con un lungo – e a tratti incomprensibile – intervento a favore di una regolamentazione del settore. Come? Non è chiaro. Perché? Perché secondo il comandante in capo di CONSOB a rimetterci potrebbe essere il cosiddetto uomo della strada.

Uomo della strada che però – è il caso di sottolinearlo – non ha mai chiesto l’intervento di chicchessia e che sicuramente non è costretto ad investire in Bitcoin. E non è chiaro come un’eventuale regolamentazione – che in realtà è già operativa in Italia e in Europa – debba rendere il settore meno rischioso per i principianti.

Ricordiamo, ad esempio, che Binance interromperà l’offerta di prodotti con leva gradualmente anche per i clienti italiani. Tenendo conto del fatto che parliamo dell’exchange più anarchico in circolazione, è chiaro come in realtà CONSOB e le altre authority di vigilanza abbiano in realtà tutto il potere di cui hanno bisogno anche per proteggere il cosiddetto uomo della strada.

Con questi elementi sul tavolo è chiaro che l’ennesimo intervento di Paolo Savona debba essere preso per quello che è, ovvero una posa per i media, per lasciare intendere che CONSOB rimarrà sempre l’ultimo baluardo a difesa di un non meglio precisato consumatore.

I livelli di prezzo da guardare per Bitcoin

Non siamo convinti che 47.000$ come livello di prezzo sia definitivamente alle spalle. Riteniamo che questo sia il supporto fondamentale che Bitcoin dovrà provare a conservare nel corso di domenica, giornata sempre di difficilissima lettura.

Il canale di Bitcoin
Il canale di Bitcoin per le prossime ore

Per il resto, il livello da superare, la resistenza più arcigna, sarà intorno ai 49.200$, con la seconda invece a 50.000$, soglia simbolo che sarà estremamente difficile da superare in poche ore.

Bitcoin ci ha però abituato a grandi sorprese

E anche di questo dovremmo tenere conto. La corsa che lo ha riportato sopra al canale dei 45.000$ ha avuto dell’incredibile, anche a causa di una serie di liquidazioni a catena degli short, poco convinti che i tori avessero la forza che poi hanno dimostrato di avere.

La domenica, con i mercati borsistici chiusi, difficilmente diventa teatro di grandi scambi. Ma con un book di short che appare al momento molto rarefatto, non ci sentiamo di escludere alcun tipo di movimento.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *