Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin d’oro a El Salvador | Tra bugie e attacchi, la storia di un successo…

Bitcoin d’oro a El Salvador | Tra bugie e attacchi, la storia di un successo…

Da meno di 48 ore si è chiuso il primo mese di Bitcoin come valuta a corso legale a Bitcoin ed è il momento giusto per iniziare a tirare le somme di come stanno andando le cose dalle parti di San Salvador.

Un bilancio – lo anticipiamo – largamente positivo. Non sembra ci siano problemi tecnici – e anche le proteste dell’opposizione sembrerebbero essere largamente strumentali. Ovvero attacchi – legittimi – al presidente Nayib Bukele – che nel frattempo si è guadagnato diversi strali anche dalla stampa occidentale.

El Salvador e Bitcoin - ecco come vanno le cose
Sì, la storia di El Salvador e Bitcoin è una storia di grande successo: vi raccontiamo perché

Una situazione molto interessante per Bitcoin – che sulla spinta di El Salvador potrebbe raggiungere anche altri paesi. Si può investire con la piattaforma eToro (vai qui per ottenere il conto di prova gratuito con funzionalità avanzate) – intermediario che ci permette di investire sia direttamente, sia invece tramite CopyPortfolios su $BTC + corso crypto trading gratis.

Possiamo anche sfruttare il trading automatico tramite il CopyTrading – sistema che ci permette di copiare i migliori investitori oppure di spiarli apertamente. Con soli 50$ possiamo passare ad un conto reale di trading.

Come stanno andando le cose a El Salvador con Bitcoin?

Un breve recap è necessario, ora che abbiamo alle spalle un mese di utilizzo di Bitcoin, un mese di utilizzo di Chivo – il wallet ufficiale del governo di El Salvador e che regala 30$ in Bitcoin – e ora che abbiamo anche qualche dato sul livello di transazioni.

  • I 30$ di Bitcoin in regalo hanno dato una grossa mano

E non poteva essere altrimenti. L’incentivo costituito dai 30$ in Bitcoin contenuti all’interno della App ufficiale del governo, è stato un enorme incentivo per i cittadini di El Salvador per scaricare Chivo e anche per utilizzarla. Tutto questo è ancora più vero in un paese dove i redditi non sono altissimi e dove 30$ possono fare gola.

  • Le transazioni ci sono – e sono più di quanto ci si aspettasse

Oltre l’incentivo importante dei 30$ ci sono però le transazioni. I numeri sono molto positivi e segnalano un paese che in realtà sta utilizzando Bitcoin, anche di frequente, nonostante sarebbe stato più che ragionevole vedere una partenza in sordina.

Il fatto che i salvadoregni utilizzino Bitcoin è segno che in realtà questa iniziativa sta dando i frutti sperati, nonostante i detrattori in patria e fuori. Secondo un recente report diffuso dal Presidente del paese, Nayib Bukele, negli ultimi giorni ci sarebbero maggiori scambi con USD per acquisire Bitcoin che viceversa. Con l’exchange interno della App che ha iniziato a lavorare quasi a senso unico.

Opposizione, dittatura e attacco della stampa occidentale

Senza voler necessariamente entrare in questioni politiche – che non hanno mai trovato albergo su Criptovaluta.it – è il caso anche di parlare delle proteste che sono avvenute nel paese centro-americano – riportate con enorme dovizia di particolari da quasi tutta la stampa occidentale – che sembrava non aspettasse altro per segnalare qualche scricchiolio all’interno del piano di Bukele.

Presidente accusato – a torto o a diritto – di autoritarismo (ma non è questa la vicenda che ci interessa analizzare qui). Rimane molto sospetto il timing di una serie di articoli che lo hanno visto protagonista: fino a poco più di un mese fa nessuno si occupava di El Salvador, né tanto meno del suo esuberante presidente. Da quando è stata invece annunciata la Ley Bitcoin – Bukele è diventato un prezzemolino della stampa occidentale di ogni genere e grado – spesso descritto con toni molto poco edificanti.

I dati però sono, almeno per quanto riguarda Bitcoin – ed è questa l’unica cosa che ci interessa su Criptovaluta.it – sono sotto gli occhi di tutti: i cittadini del paese stanno usando la criptovaluta, avranno sound money e non solo fiat money per il loro futuro e hanno già guadagnato il 20%, per quelli che hanno deciso di non vendere BTC.

Notizie a nostro avviso positive anche per le previsioni Bitcoin, che risentiranno positivamente del sentiment che si sta creando intorno a $BTC in particolare nelle economie cosiddette emergenti. Perché anche il Brasile potrebbe fare uno strappo pro-Bitcoin, forse ispirato proprio dal successo di El Salvador.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *