Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / $CKB di Nervos vola | Arriva la compatibilità con la EVM di Ethereum

NERVOS EVM ETH

$CKB di Nervos vola | Arriva la compatibilità con la EVM di Ethereum

In un fine settimana che si è aperto al ribasso con relativamente poche criptovalute che stanno mantenendo il proprio livello di prezzo. Tra queste c’è qualcuna che cresce di quasi il 30%. Parliamo di $CKB di Nervos Network, che ha recentemente introdotto delle novità importantissime che possono effettivamente cambiarne i destini. 

A dominare lo scenario è l’attivazione, sulla mainnet beta, di Godwoken, aggiornamento che permetterà di utilizzare contratti e Dapps scritte per la EVM di Ethereum anche sul network di Nervos

Nervos Network vola - arriva la EVM di Ethereum
Boom fenomenale in una giornata grigia per le criptovalute

Possiamo trovare questa emergente criptovaluta su Crypto.com – vai qui per ottener e il conto gratis, con 25$ di bonus esclusivo, intermediario di grande qualità – che per i 60 giorni seguenti l’iscrizione permette anche acquisti tramite carta di credito senza commissioni aggiuntive. 

Per chi holda sul lungo periodo ci sono anche i programmi di staking e SuperCharger – che offrono rendimenti molto interessanti, in particolare sulle criptovalute emergenti. Possiamo decidere di investire anche pochi euro. 

Cosa sta succedendo su Nervos Network e perché tutti stanno comprando?

È molto semplice capire il motivo del boom di Nervos Network sul mercato di oggi. Il network infatti ha introdotto un importantissimo aggiornamento sulla mainnet beta (e dunque ancora in fase di test). Si supportano con questo aggiornamento i contratti smart e le Dapps scritte per Ethereum, grazie ad un layer aggiuntivo che permette la compatibilità con gli standard di $ETH

Si tratta di una mossa molto importante per il network, che così potrà essere compatibile con gli standard maggiormente utilizzati dagli sviluppatori, senza che un dev sia costretto a scegliere di dedicare tempo eccessivo ad imparare il funzionamento di un nuovo ecosistema. Un’iniziativa di questo tipo può avere dei rivolti enormi in termini di volumi di utilizzo. Si chiama Godwoken e presenta anche altre novità molto interessanti. 

  • Gli sviluppatori potranno portare le loro App Ethereum su Nervos senza fare nulla

Il secondo layer di Nervos Network sarà capace di ospitare codice scritto per Ethereum senza alcun tipo di adattamento. Dalle App per la DeFi fino a quelle per altri comparti. Tutti potranno supportare le tecnologie di Nervos

  • Sistema multichain

Interessante la situazione anche sotto il profilo più squisitamente tecnico – perché si è ricorso ad una soluzione in multi-chain – che permette anche la gestione di wallet flessibili. Soluzione che potrebbe essere per il protocollo il primo passaggio verso un futuro nel Web3. 

Cosa sarà di Nervos nel futuro? Ecco tutto quello c’è da sapere

In realtà c’è molto che sta covando sotto la proverbiale cenere per Nervos Network. Si tratta di un sistema che ha molto da dire e che con soluzioni tecnologiche molto innovative potrà fare la differenza nel mondo delle criptovalute e delle blockchain del presente e del futuro. 

Il livello di capitalizzazione è ancora piuttosto basso e sembrerebbe lasciare spazio per una crescita futura del token, verso quote più alte. Il fatto di averla a disposizione presso l’intermediario Crypto.com la rende accessibile a tutti, anche a chi ha da investire pochi denari e preferisce la semplicità di un exchange.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *