Home / Arab Bank punta la DeFi | AAVE, Uniswap e Chainlink per i migliori clienti

ARAB BANK

Arab Bank punta la DeFi | AAVE, Uniswap e Chainlink per i migliori clienti

Le banche stanno iniziando a sviluppare un certo appetito per il mondo della finanza decentralizzata. Questo riguarda tanto l’ingresso in sistemi come AAVE Arc, ufficialmente attivo da qualche giorno, sia come forma di investimento sui relativi token.

Arab Bank, gruppo che ha sede in Giordania, ha da poco iniziato ad offrire ai propri clienti accesso a criptovalute che appartengono a questa interessantissima nicchia, come $UNI, $COMP, $SNX e $LINK, per un totale di 10 token che analizzeremo nel corso di questo approfondimento.

DeFi Love per le principali banche - arriva Arab Bank
I migliori token DeFi per i clienti più ricchi di Arab Bank

Un ottimo passo in avanti per quanto riguarda il mondo della DeFi, i cui token sono tutti disponibili anche sulla piattaforma sicura eTorovai qui per richiedere il conto demo di prova con TOP features esclusive attive – impossibili da trovare altrove, dato che siamo davanti ad un intermediario che è leader del mondo fintech.

Possiamo trovare su questa piattaforma anche il CopyTrader – un sistema ideale per chi vuole copiare trader con ottimi ritorni oppure vuole semplicemente spiarli. Sempre da eToro abbiamo a disposizione i CopyPortfolios, che ci permetteranno di investire in un solo paniere che include molte delle cripto scelte anche da Arab Bank. Con soli 50$ si può poi passare al conto reale.

Arab Bank comincia ad offrire token DeFi ai suoi clienti più facoltosi

Tutto parte dalla Giordania, o meglio dalla sede svizzera di una delle banche più importanti del Medio Oriente. Secondo quanto riportato anche da Coindesk il gruppo Arab Bank sta infatti iniziando ad offrire diversi token del mondo della DeFi ai suoi clienti più facoltosi, quelli che potrebbero avere un appetito particolare per gli asset di rischio.

Ad essere oggetto dell’offerta sono 10 token, che sono tra i più interessanti per quanto riguarda il mondo della finanza decentralizzata e i più rappresentativi di ogni micro-nicchia. Abbiamo infatti chain complete come Fantom, piattaforme per la tokenizzazione degli asset come Synthetix, il re degli oracoli Chainlink, nonché progetti molto rappresentativi del comparto come AAVE e Compound.

Sempre nell’offerta di Arab Bank sono presenti anche $YFI, insieme a Polygon Matic e a The Graph. Una scelta che – ne facciamo un vanto – è relativamente simile a quella che abbiamo fatto all’interno del nostro portafoglio di investimento cripto.

Che tipo di svolta aspettarsi dal mondo delle banche e DeFi?

Sarà una svolta che procederà lungo due diversi canali. Da un lato ci sarà l’ovvia accettazione di protocolli di grande utilità come $AAVE – che ad esempio ha recentemente imbarcato oltre 30 clienti istituzionali sulla sua nuova piattaforma Arc, nata per tutti quei soggetti che hanno bisogno anche di KYC e compliance con le regole nazionali.

Dall’altro lato l’interesse per le banche – e questo sembrerebbe essere il caso di Arab Bank – verte anche sul valore dei relativi token in quanto tali. Con ogni probabilità un interesse che è già spinto da clienti di un certo spessore. Segno che il mondo della DeFi, non esattamente tra i best performer nella seconda parte del 2021, potrebbero essere invece uno dei temi principali dell’anno che si è appena aperto. Sia sul versante del valore di mercato, sia su quello dell’adozione.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *