Home / Verso Ethereum 2.0 | Superati i 10 milioni di Eth in staking – Analisi

Ethereum Staking 10 milioni

Verso Ethereum 2.0 | Superati i 10 milioni di Eth in staking – Analisi

Ethereum raggiunge un altro importante traguardo per il suo futuro passaggio ad un sistema di validazione Proof of Stake. Un passaggio che non piace a tutti ma che è ormai inevitabile e che può godere del supporto di tanti soggetti, che tra le altre cose stanno investendo denaro proprio.

È stato infatti superata al soglia importante, sia sul piano materiale che psicologico, dei 10 milioni di ETH in staking, che come è noto ai nostri lettori rimarranno bloccati fino al passaggio alla nuova versione del protocollo.

Ethereum staking - superati i 10 milioni
Ottime notizie quelle che arrivano dallo staking di Ethereum

Una quantità elevata di ETH che sono tra le altre cose una pressione importante sulla supply a mercato. E possiamo investirci con la piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il top dei SERVIZI – un intermediario che propone un ricco e folto listino di criptovalute, che sono ad oggi 55+. Oltre al ricco listino abbiamo poi anche servizi unici che non possiamo trovare altrove.

Il CopyTrader è un sistema unico per la copia delle posizioni degli altri trader, che permette anche di spiare ogni loro mossa. Con gli SmartPortfolios invece possiamo investire sul top del settore cripto in un solo titolo/paniere. E ci bastano 50$ per passare ad un conto reale.

Continua a crescere lo staking su ETH 2.0

I nostri lettori dovrebbero ormai conoscere il meccanismo bene. Da qualche tempo si possono mettere in staking i propri Ethereum anche se il passaggio al nuovo sistema di validazione non è stato ancora ultimato. ETH che non rivedremo in libertà prima del passaggio definitivo e che renderanno una percentuale del versato, come in tutti i più classici sistemi PoS.

La quantità di ETH depositati è però interessante anche sotto un altro aspetto: perché si tratta di una sorta di gettone di fiducia verso il passaggio definitivo al nuovo sistema di validazione: nel caso in cui questo passaggio non dovesse mai avvenire infatti, gli ETH versati sarebbero irrimediabilmente persi.

È stata ufficialmente superata quota 10 milioni di eth in staking, segno che ci sono dunque molti, anzi moltissimi, a ritenere ormai certo il passaggio. E che dunque non hanno problemi anche a mettere a repentaglio quanto versano per la causa. Certo, ricevendo un ritorno indietro, ma a fronte di una certa percentuale di rischio.

Che tipo di segnale è per Ethereum?

Innegabilmente bullish. Siamo infatti davanti ad una riduzione degli Eth liberamente in circolazione, situazione alla quale va ad aggiungersi anche quella legata al burn, che procede a gonfie vele. Nonostante il prezzo di Ethereum non abbia avuto la migliore delle traiettorie nelle ultime settimane, per chi guarda al medio e lungo periodo si tratta di segnali molto incoraggianti.

Segnali incoraggianti che sono incorporati anche nelle nostre previsioni Ethereum, che al netto del rumore di breve innescato anche da preoccupanti situazioni geopolitiche, sarà destinato a salire almeno secondo le nostre analisi. Tutto questo anche al netto dei tanti Ethereum Killer che hanno fallito, almeno per ora, nell’intento. Certo, funzionano e imbarcano utenti, ma per scalzare ETH dalla sua posizione dominante nel settore DeFi e gaming ci vorrà sicuramente dell’altro.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *