Home / Syntetix $SNX: perchè sale? | A spingere sono le commodities che…

SYnthetix Boom

Syntetix $SNX: perchè sale? | A spingere sono le commodities che…

Altro boom di mercato molto interessante per $SNX di Synthetix, protocollo che gira su Ethereum e che possiamo utilizzare per fare trading a leva su criptovalute e da qualche tempo anche sulle principali materie prime.

Un protocollo che è una delle pietre angolari del possibile futuro della DeFi, dato che appunto offre in modo automatico futures a leva sul mercato cripto e in allargamento verso anche i settori più vicini alla finanza tradizionale.

Synthetix in Bull run
Grande performance di Synthetix – ecco perché sta volando

Il tutto con il token di riferimento, $SNX, che è al centro di un’importante corsa sul mercato, che ne sta portando in alto il prezzo con ogni probabilità in modo duraturo. Un token che è presente anche sulla piattaforma sicura eTorovai qui per ottenere un conto di prova gratuito e con il TOP degli STRUMENTI FINTECH – piattaforma da sempre molto attenta alle realtà emergenti, in particolare quando si tratta di realtà del settore DeFi.

Sempre su questa piattaforma possiamo trovare ottimi strumenti di Trading Automatico come il CopyTrader per copiare chi sta avendo i migliori risultati sul mercato. In aggiunta abbiamo anche gli Smart Portfolios, per chi dovesse preferire un investimento maggiormente diversificato in stile ETF a paniere. Con 50$ possiamo poi passare ad un conto reale.

Synthetix vola anche grazie alla replica dei metalli

Fino a poco fa Synthetix era stata piattaforma per fare trading futures sintetici sulle migliori criptovalute presenti sul mercato. Ad inizio aprile è invece passato il voto che non solo ha aggiunto cripto del calibro di Avalanche e AAVE, ma anche i due metalli più scambiati sulle piazze finanziarie internazionali. Parliamo di Oro e Argento, ai quali si può accedere in trading, anche short, anche tramite l’interfaccia di Kwenta.

Un sistema molto semplice e decentralizzato per avere esposizione finanziaria verso questi specifici prodotti, che ha contribuito ad attirare l’attenzione anche da parte degli investitori classici su questo specifico comparto. Con il vantaggio, sempre grazie al sistema offerto da Synthetix, di avere anche ordini frazionali.

I costi sono sicuramente importanti per il momento – ma per molti il gioco vale già la candela, dato che abbiamo la possibilità di investire con minimi di 50$ su contratti che invece varrebbero molto di più, e comunque con spread inferiori alla media di mercato. Una combinazione di fattori che da un lato sta dimostrando la possibile forza della DeFi anche in questo comparto, dall’altro fa gola a chi vuole fuggire da ambienti eccessivamente regolamentati. Una combinazione di fattori che sta avendo delle ripercussioni molto interessanti anche sul token $SNX.

Cosa aspettarsi dal futuro di Synthetix?

Con ogni probabilità il menu di prodotti presenti a listino continuerà a crescere, voto dopo voto della governance. La grande incognita per questo tipo di piattaforme rimane il possibile attacco da parte del regolatore, almeno nelle principali giurisdizioni.

Data però la natura altamente decentralizzata del protocollo, che gira su Ethereum – il problema è in realtà più a Washington che per gli utilizzatori effettivi della piattaforma, che anche grazie ai cap per ogni singolo titolo listato sta continuando a rimanere piuttosto al di fuori del raggio d’azione dei radar pubblici. Un progetto che a noi piace molto anche sul versante finanziario e che consigliamo a tutti di seguire, anche con ottica di medio e lungo periodo.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *