Home / Cardano: assist dalla Germania | E i blocchi passano a 88KB – analisi

ADA cardano staking

Cardano: assist dalla Germania | E i blocchi passano a 88KB – analisi

Buon momento per Cardano, che oltre ad aggiornamenti che riguardano la grandezza dei suoi blocchi, potrebbe giovarsi di un’importante legge che farà il suo esordio in Germania.

Germania che si conferma non solo leader dell’adozione a livello europeo, ma anche uno dei pochi paesi nell’Unione Europea che stanno sviluppando un quadro normativo chiaro per quanto riguarda anche staking e altri tipi di operazioni della finanza decentralizzata.

Germania Cardano e Blocchi
Grandi novità dalle parti di Cardano – e la Germania offre una mano fiscale

Le buone nuove potrebbero avere, in particolare sul medio e lungo periodo, dei risvolti apprezzabili sul prezzo di Cardano. Risvolti che possiamo sfruttare con la piattaforma sicura eToroche su Cardano offre anche staking automatico senza dover fare nulla – intermediario che è il più professionale nell’offrire servizi di investimento a tema cripto.

Gli Smart Portfolios sono un’ottima modalità di investimento per chi vuole investire nel mondo delle criptovalute in modo diversificato. E ci sono anche spunti per chi preferisce invece il mondo del trading automatico, dato che con il CopyTrader possiamo copiare i migliori che operano sulla piattaforma. Con 50$ possiamo passare poi ad un conto reale.

Cardano si gioverà – e parecchio – della nuova legge tedesca sulla tassazione cripto

In Germania vi è una situazione molto interessante per quanto riguarda il mondo delle cripto. Chi detiene un token per più di un anno è fondamentalmente esente dal pagamento delle tasse sul capital gain. Con un piccolo problema però, perché nel caso in cui questi token o coin abbiano generato reddito, il periodo necessario di attesa diventa di 10 anni. Una norma che rendeva molto sconveniente acquistare in Germania e detenere criptovalute da staking, come appunto Cardano.

Secondo quanto è stato riportato da diverse testate tedesche il Ministero delle Finanze sarebbe intenzionato ad eliminare tale norma, cosa che renderebbe estremamente più conveniente acquistare $ADA e metterle in staking per il lungo periodo.

Dato che la Germania rimane uno dei mercati più attivi nel settore cripto, è una notizia che potrà avere delle ripercussioni importanti sul mercato di Cardano, trattandosi questo del più interessante per volumi in relazione alle pratiche di staking. Un regalo inaspettato, che potrebbe fare lentamente da veicolo per un ritorno di ADA in quota 1$.

La seconda notizia: cambia la taglia dei blocchi

C’è stato un aumento di 8KB, pari al 10% della precedente grandezza dei blocchi su questo network. Un passaggio classico per chi vuole aumentare scalabilità delle operazioni e anche quantità delle stesse che si possono processare in un determinato tempo.

Qualcosa in realtà di molto più complesso (con la grandezza dei blocchi che non è esattamente neutra rispetto ad altri fattori) ma che per come è impostata Cardano potrebbe dare una mano al network per agganciarsi ai protocolli concorrenti. Parliamo di Ethereum e di BNB Chain, entrambi enormemente più utilizzati da parte degli appassionati di DeFi e anche di gaming e metaverse.

Sarà sufficiente per Cardano un aumento di questo tipo? Potremo valutare soltanto tra qualche mese gli effetti di questo cambiamento sul lato tecnico, consci del fatto che si dovrà però fare molto anche sul lato commerciale per arrivare sul tetto del mondo dell’utilizzo. Utilizzo che in questo settore è un importante drive per il prezzo.

Chissà se assist tedesco e novità tecnologiche potranno invertire la rotta. Il tutto mentre dal Consensus 2022 potrebbero venir fuori delle novità altrettanto importanti.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. se Cardano fosse leggermente più aggressivo magari con un burn sarebbe già oltre i 5 euro… speriamo che il detto che dice chi va piano va sano e va lontano sia più che mai veritiero questa volta! anche perché se vuole attirare investimenti sarebbe quella la strada….ha tutte le potenzialità… ma a differenza di tante altre cripto sembra voler tenere un profilo basso…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *