Home / NEAR Protocol vola in doppia cifra | I fondamentali ci dicono che… [ANALISI]

NEAR PROTOCOL VOLA L1

NEAR Protocol vola in doppia cifra | I fondamentali ci dicono che… [ANALISI]

Il solito copione? Bitcoin, poi Ethereum, poi a rimorchio i principali protocolli in layer 1. È il caso di NEAR, che dall’apertura della sessione asiatica fa registrare una crescita in doppia cifra, che è segnale inequivocabile del fatto che NEAR è qui, ci rimarrà e che non si curerà troppo del repulisti in atto durante il bear market.

Con buone nuove che arrivano anche dalla soluzione di vicende legate ai fallimenti a catena del reparto lending, con i quali almeno indirettamente qualcuno aveva intravisto dei collegamenti con il protocollo NEAR. Collegamenti che ora tutti possono scongiurare, passando anche mentalmente a quella che possiamo ritenere come una nuova fase.

Possiamo trovare NEAR anche su Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI DI TRADING – intermediario che ci permette di investire nel complesso su 476+ cripto a listino, scelte tra quelle principali sia per il presente, sia invece per il futuro.

Abbiamo in aggiunta anche strumenti come MetaTrader 4, che è la piattaforma di trading più utilizzata dai professionisti. Possiamo inoltre optare anche per quanto viene offerto da TradingView, da integrare con il WebTrader e che ci permette di investire anche con l’aiuto dell’intelligenza artificiale per l’analisi del portafoglio. Ci bastano 20€ per passare ad un conto reale.

Near Protocol c’è: crescita in doppia cifra a testimonianza di…

…una certa resilienza anche alle fasi più brutali del Bear Market. Il mercato ribassista aveva infatti insinuato qualche dubbio per la tenuta, in particolare finanziaria, di diversi protocolli, in particolare quei layer 1 che avevano avuto fortune importanti durante l’ultima fase rialzista del mercato.

NEAR è qui per rimanere – e suona la carica

E invece NEAR, in compagnia anche di Fantom, sembrerebbe essere pronta a ripartire, anche se con un lag relativo rispetto a chi si è fatto guida di questa fase di rimbalzo, ovvero Ethereum, che a dispetto dei tanti killer in realtà continua a consolidare la sua posizione all’interno del mondo DeFi e anche all’interno del mondo legato a NFT e metaverse.

NEAR vola in doppia cifra, con una corsa nel comparto che è stata innescata da aperture asiatiche piuttosto esuberanti. Un buon motivo per tornare a parlare di questo protocollo e, cosa più importante, dei suoi fondamentali.

I fondamentali di NEAR

NEAR Protocol non dovrebbe essere una novità per gli investitori con aperture maggiormente speculative verso il mercato. Un protocollo che ha iniziato a destare la curiosità degli investitori proprio in avvio della scorsa bull run, che ha cavalcato senza colpo ferire, salvo poi essere punita in modo deciso, un po’ come tutte le criptovalute del settore alt e in particolare in layer 1.

  • 80% circa perso dai massimi storici

Il che da un lato segnala il disastro che ha colpito il mercato nelle ultime settimane, dall’altro invece apre alla possibilità di recuperi importanti, dato il prezzo al quale viene scambiato oggi il token.

  • TVL in crescita

E ancora decisamente bassa, almeno rispetto a protocolli più conosciuti ed utilizzati. Anche qui però la determinazione alla quale potremmo arrivare riguarda la possibilità per il protocollo di espandersi e di trascinare in parallelo anche il valore del token.

  • Già molto ben capitalizzata

In assenza di una TVL considerevole, è chiaro che parte della capitalizzazione sia da imputarsi a quanto gli investitori credono che il protocollo possa effettivamente svilupparsi. Ottimismo che se dovesse incontrare un’effettiva crescita dei casi d’uso del protocollo potrebbe portare ad ulteriori spinte rialziste, sempre però se guardate con ottica di medio e lungo periodo.

C’è spazio per tanti layer 1: la guerra non avrà un solo vincitore

Il bear market è anche un contesto entro il quale tendono a separarsi naturalmente i progetti che hanno solidità da quelli che invece hanno semplicemente cavalcato un’ondata positiva.

I principali layer 1 hanno seguito la stessa traiettoria, anche se con tempistiche leggermente diverse

NEAR, così come a nostro avviso Solana e anche Fantom hanno tutte le carte in regola per imporsi all’interno di un mercato che si farà più ampio e che dovrà fare ricorso a diverse soluzioni in concorrenza tra loro. Niente di nuovo sul fronte tecnologico, sebbene in molti continuano a credere in una concentrazione che, a nostro avviso, non è detto che si verifichi.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *