Home / FIFA: depositati marchi per metaverse | Cosa c’è in ballo per WorldCup 2026

FIFA 2026 - METAVERSE

FIFA: depositati marchi per metaverse | Cosa c’è in ballo per WorldCup 2026

La FIFA deposita il marchio della Coppa del Mondo 2026. A rivelarlo è Mike Kondoudis, avvocato che si occupa anche di monitorare tutti i filing che riguardano il mondo cripto e metaverse presso la più importante istituzione del mondo, ovvero quella di matrice americana.

La Federazione si starebbe preparando a vendere merchandising ufficiale nel metaverse, e non solo. I piani FIFA sono ben più estesi, e comprenderebbero anche servizi finanziari in ambito criptovalute, anche se al momento non sono emerse informazioni dettagliate.

Il tutto mentre sta per iniziare il mondiale che vedrà protagonisti come sponsor sia Crypto.com sia Algorand, con i rispettivi token che sono disponibili anche su Capital.comvai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con capitale virtuale illimitato – intermediario che ci offre il top in termini di accesso al mercato, con 476+ cripto inserite a listino, sulle quali poter investire con strumenti di prima fascia.

Abbiamo infatti accesso a MetaTrader 4, che ci permette di investire con strumenti pari a quelli utilizzati dai veri professionisti, così come possiamo utilizzare anche TradingView, da integrare con il WebTrader che offre comunque ottimi strumenti di analisi tecnica. Con 20€ possiamo passare ad un conto reale.

FIFA fa sul serio, anche per il 2026

Grande calcio e criptovalute ancora una volta insieme, e questa volta ai massimi livelli dello sport più popolare al mondo. Stando all’ennesimo tweet di Mike Kondoudis, nostra ormai abituale conoscenza, FIFA avrebbe depositato domanda per brevettare il marchio World Cup 2026 da utilizzare nel metaverso, dove verranno elargiti anche servizi finanziari.

Il tweet dell’avvocato specializzato in marchi e brevetti negli USA è chiaro da un lato, e lascia intendere con un laconico … and more futuri sviluppi in chiave cripto, che in mancanza di ulteriori dettagli restano per ora nel campo delle illazioni.

Il 2022 primo mondiale cripto
Già il mondiale 2022 sarà a tema cripto

Sappiamo che FIFA intende portare marchi di sua proprietà nel metaverse per vendere merchandising ufficiale on line. A quanto si evince dal tweet inoltre, la Federazione andrà a mettere le mani su servizi finanziari in ambito cripto, tirando in ballo termini inequivocabili per gli addetti ai lavori quali crypto exchange e trading, lasciando intendere futuri sviluppi ad ampio respiro.

Sviluppi che partono in ogni caso da solide basi, visto che già i prossimi mondiali del Qatar possono vantare uno sponsor d’eccezione. La Coppa del Mondo 2022 vedrà Crypto.com rivestire la figura di main sponsor in ambito criptovalute: ve ne abbiamo parlato in occasione dell’annuncio ufficiale ormai qualche tempo fa.

Crypto.com e Algorand già sponsor

Per l’exchange si tratterà di un’ottima occasione per raggiungere un pubblico ancora più ampio, cercando così un allargamento della base di utenti sparsi in tutto il mondo. Exchange che poco dopo ha annunciato la sua presenza ufficiale a Dubai, confermando l’interesse per un’area geografica in forte cripto fermento.

E per tornare al calcio, la prossima Coppa del Mondo troverà in Algorand un altro partner illustre, visti il recente accordo siglato con la FIFA grazie alla quale $ALGO diventa la blockchain ufficiale della manifestazione.

E se ormai possiamo parlare dei mondiali in Qatar quasi al presente, la notizia di oggi proietta la FIFA in un futuro in cui calcio e criptovalute avranno stretto rapporti che interesseranno non più solo merchandising, Fan Token o NFT a uso e consumo dei tifosi.

I piani FIFA di espansione 2026 verso una sfera prettamente finanziaria ci fanno pensare a una piena fiducia del calcio ai massimi livelli verso le criptovalute, e ci fanno intuire come le fasi ribassiste a cui assistiamo siano da inquadrare come normali fluttuazioni di mercato, che coinvolgono la DeFi così come la finanza tradizionale.

Info su Paolo Sorgi

Appassionato di NFT, metaverse e cripto legate ai motori, Paolo segue per criptovaluta.it anche il settore del gaming e della musica legata alla blockchain.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *