Home / LG: altra partnership per i NFT | Gruppo coreano punta tutto su…

LG VOLA NFT

LG: altra partnership per i NFT | Gruppo coreano punta tutto su…

LG prosegue senza sosta lo sviluppo di tecnologie derivate dalla blockchain per adottarle nella sua gamma di prodotti, questa volta in classe business. Il colosso sudcoreano sta studiando una linea di monitor con funzionalità NFT native.

Si tratta di display da destinare al mercato del Digital Signage, ossia dei messaggi pubblicitari a schermo in prossimità di negozi, ma anche stand e punti di rappresentanza installati temporaneamente all’interno di fiere e meeting. L’incursione nel campo dell’hardware dedicato alla segnaletica digitale arriva da una collaborazione con Fr0ntierX, società che curerà l’autenticazione dei NFT a schermo lato software.

LG NFT ANALISI BOOST
Ancora LG nel mondo dei NFT

Un altro passo in avanti per LG e di pari passo per il mondo dei NFT e anche della blockchain. Un passo in avanti che potrebbe avere, passato il brutto momento per tutto il settore finanziario, dei risvolti decisamente positivi. Risvolti sui quali possiamo investire anche con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il TOP degli STRUMENTI – intermediario che offre anche trading automatico su 78+ token, molti dei quali collegati proprio alle principali infrastrutture del mondo NFT.

Sempre all’interno dell’offerta di questo intermediario troviamo anche gli Smart Portfolios, strumenti in paniere in stile ETF che consentono di operare per quote e senza costi aggiuntivi. Con il CopyTrader invece abbiamo il meglio del mercato cripto in copia dei più bravi. Bastano 50$ per passare poi al conto reale.

Ancora LG nel mondo NFT

La collaborazione tra LG Electronics Business Solutions e Fr0ntierX porterà il colosso di Seoul a produrre una linea di display specifici per il Digital Signage con funzionalità NFT integrate, e ottimizzate per girare sul sistema operativo LG webOS Smart Signage.

I primi prodotti arriveranno sul mercato entro la fine del mese in corso, e dovrebbero garantire a LG una posizione di vantaggio nel più ampio scenario competitivo dell’elettronica dedicata a un’utenza business. Si tratta di prodotti specifici, che nella nicchia della segnaletica digitale, come la chiamiamo in Italia, rappresentano un’ulteriore micro settore, e andranno a sfruttare la blockchain soprattutto in occasione di fiere e manifestazioni.

Una posizione pionieristica quella di LG: in attesa che il mondo corporate in toto abbracci Web3 e app decentralizzate, l’azienda inizia a commercializzare prodotti specifici. Tra i primi monitor ad essere presentati figura LG One: Quick Flex, un display all-in-one già in commercio ma che nella nuova versione sarà dotato di PoAP.

Il dispositivo godrà del Proof of Attendance Protocol e potrà inquadrare gli utenti per fornire su chain la certificazione della loro presenza all’evento presso il quale verrà impiegato. Abbiamo già visto qualcosa di molto simile in occasione del Defected Croatia, con i partecipanti che hanno potuto partecipare al festival grazie anche ai PoAP NFT.

In quell’occasione i Non Fungible Token erano stati coniati su una chain laterale di Ethereum, per essere distribuiti gratuitamente dall’organizzazione a quanti erano già in possesso del ticket di ingresso.

Sì, I grandi nomi sono già arrivati

Riportiamo i PoaP distribuiti al Defected Croatia per elencare uno dei possibili casi d’uso di tale tecnologia, ma potremmo citare altre occasioni, peraltro istituzionali, in cui è stata utilizzata la stessa soluzione. Per accedere al festival bisognava scansionare dispositivi IYK installati in prossimità dei punti di accesso. Qualcosa di simile a quanto sta progettando LG, con i coreani che però stanno mettendo a punto un sistema hardware e software dalle funzionalità decisamente più avanzate.

Si tratta di device che chiaramente ancora non raggiungono, e sicuramente non lo faranno mai, la diffusione di dispositivi più popolari come gli smartphone e l’elettronica di consumo in generale. LG Electronics Business Solutions si concentra in un’area commerciale dedicata a corporate ed imprese, quindi appare evidente come la corsa all’ultimo ritrovato on chain possa garantire all’azienda un vantaggio competitivo non indifferente, nella sua nicchia di mercato.

E se la divisione Business porta avanti la ricerca, quella dedicata all’elettronica di consumo non rimane certo a guardare: non è passato molto tempo da quando abbiamo dato notizia di LG Art Lab, ecosistema che permetterà alle prossime smart TV LG di visualizzare i NFT direttamente dal proprio televisore.

In realtà eravamo sulle tracce di LG da tempo, e avevamo intercettato le loro intenzioni nel momento in cui l’azienda aveva presentato domanda di brevetto per future applicazioni Web3 da destinare alle TV di prossima generazione, che dovrebbero presentare anche un wallet integrato.

Info su Paolo Sorgi

Appassionato di NFT, metaverse e cripto legate ai motori, Paolo segue per criptovaluta.it anche il settore del gaming e della musica legata alla blockchain.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *