Home / Lupo Wall Street: “Solo Bitcoin e Ethereum” | Consiglio SHOCK su crypto

LUPO WALL STREET

Lupo Wall Street: “Solo Bitcoin e Ethereum” | Consiglio SHOCK su crypto

A parlare è un personaggio ben oltre i limiti del cinematografico, dato che la sua storia ha appunto ispirato il popolare The Wolf of Wall Street. Parliamo di Jordan Belfort, che i nostri lettori conosceranno ormai anche per esternazioni periodiche sul mondo di Bitcoin e delle criptovalute. Esternazioni che sono tornate, puntuali, ieri.

E le sue esternazioni ultime sul mondo cripto non piaceranno a molti, se non a quelli che navigano forse il settore da più tempo. Abbandonare la nave, mollare tutto, fatta eccezione per Ethereum e Bitcoin. Una posizione estremamente conservatrice che varrà la pena di discutere.

Ad ogni modo chi si muove su questo mercato può fare compravendita o trading ricorrendo a piattaforme famose ed affidabili come eTorovai qui per ottenere un conto di prova con il top degli strumenti interattivi – intermediario che ci permette di investire su 78+ cripto asset, anche quelli che The Wolf of Wall Street dice di non toccare neanche un bastone.

All’interno di eToro troviamo anche strumenti avanzati come il CopyTrader, ideale per chi vuole fare trading automatico, perché permette di copiare i più bravi con un solo click e anche di spiare le loro strategie presenti e passate. Sempre con eToro possiamo accedere gli Smart Portfolios, utili per chi vuole fare trading su panieri in stile ETF. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale, da investire in cripto o altri asset.

Non toccare nulla, se non Bitcoin o Ethereum

L’opinione è di quelle forti. Il mercato sta ancora scontando l’eventuale effetto contagio innescato dal crack di FTX, una delle truffe più spettacolari e dolorose della storia del mondo cripto, almeno in senso lato. Durante l’ultimo dei suoi video il pittoresco investitore – che pur di truffe deve saperne qualcosa – è tornato sull’argomento. La prima delle opinioni interessanti è che in realtà si può fare poco per prevenire, a livello legislativo, questo tipo di truffe. Il secondo riguarda più da vicino gli asset verso i quali avvicinarsi in un momento così complesso per i mercati.

Solo perché FTX è stato uno scam, non possiamo pensare che Bitcoin non valga nulla o che stia andando a zero. E lo stesso vale per Ethereum. Ma il punto è questo: al di fuori di questi due coin, Bitcoin e Ethereum, non toccherei le cripto neanche con un bastone. Se avete dei coin ora, questo è il momento peggiore per vendere.

In altre parole, lasciar perdere il settore, almeno per un po’, e pensare a Ethereum e Bitcoin come realtà fondamentalmente diverse dal resto del mercato.

Top coin - Ethereum Bitcoin
Niente al di fuori dei top coin

Opinione condivisibile? Non saremo noi a dirlo e avrete a disposizione come sempre tutti i canali soliti, dai commenti al nostro account Twitter ufficiale.

Quando passerà la paura?

Un altro angolo dal quale possiamo analizzare l’opinione di Jordan Belfort è quello della paura. Quanto avvenuto a FTX ha fatto riemergere spettri del passato che difficilmente andranno a dissiparsi nel giro di pochi giorni o di poche settimane.

Forse l’idea di tenere in considerazione soltanto Bitcoin e Ethereum potrà sembrare estrema a molti, ma in queste circostanze di mercato è più che comprensibile, per quando non condivisibile da chi opera su questo mercato in modo più aggressivo.

Di certo non tutto è marcio o putrescente. Non avremmo altrimenti l’interesse di Goldman Sachs, che si starebbe preparando a fare acquisti nel comparto, dopo la necessaria due diligence. Così come non avremmo accordi come quello di Polygon con Warner Music, accordo che segnala che di progetti che continuano ad andare avanti non curandosi del bear market ce ne sono tanti.

E voi? Cosa ne pensate? No, non del personaggio, che pure ha avuto il suo passato molto complicato. Intendiamo il mercato cripto: vi siete già ritirati solo sui due top coin?

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti
Notificami
guest

3 Commenti
Più votati
Più nuovi Più vecchi
Inline Feedbacks
View all comments
jacopo
jacopo
1 mese fa

Questa cosa doveva dirla un 10 mesi fa… capaci tutti adesso. Cmq il discorso è sempre quello: se si va giù eth e btc reggono meglio, se si va su ci sono altcoin che performano meglio. A dir la verità eth è una via di mezzo fra btc e alt, sia in discesa che in salita

Giorgio
Giorgio
1 mese fa
Reply to  jacopo

Secondo me nel prossimo futuro il problema sarà quello di riuscire a fare scuola del mondo cripto a chi vuole entrare.
Paradossalmente la più semplice da spiegare è Bitcoin, il resto rimarrà incomprensibile alla maggioranza.
Perché per capire un progetto non ti basta studiare il progetto stesso, ma devi avere le basi, studiare i tecnicismi, le parole di uso comune nel mondo criptovalutario.
Questo è un grosso problema, perché se voglio acquistare azioni Apple non sono obbligato a conoscere tecnicamente come funziona un PC o uno smartphone.
Riguardo a quello che dice il lupo, è un’ovvieta’, sono le più capitalizzate e conosciute.

Klaus Marvin
Klaus Marvin
1 mese fa

Buongiorno a tutto il gruppo. Concordo con Giorgio, Bisognerà fare scuola, fare molta informazione di tutto il mondo cripto. Per quel che riguarda il mio portafoglio cripto è composto per quasi la totalità da BTC ed ETH e qualche piccola percentuale di Stellar, e Solana per ora non diversifico troppo con le cripto e non sono d’accordo ora con il lupo perchè penso che ci sarà ancora un colpo di coda di tutto il mercato, poi si passerà ad una selezione e rimarranno le cripto migliori e si toglierà il marcio da tutto il settore. Ci sono tanti fattori comunque che possono frenare il mercato in primis le decisioni politiche che spero siano accomodanti. Buona giornata