Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Crollo Bitcoin: 170 miliardi bruciati, ma ci sono opportunità per chi…

Crollo Bitcoin: 170 miliardi bruciati, ma ci sono opportunità per chi…

Ventiquattro ore da dimenticare: il settore delle criptovalute brucia oltre 170 miliardi di dollari in una sola giornata, dopo un rally positivo che durava da ormai un mese. E cresce il panico sui mercati, soprattutto tra chi ha investito recentemente e si trova con un segno meno importante nel proprio portafoglio. 

Crollo bitcoin 11 Gennaio 15 percento
Tracollo Bitcoin – che fare adesso?

Ci sono però spiegazioni logiche a quanto avvenuto nelle scorse 24 ore – per un crollo che andrebbe comunque messo in prospettiva con quanto avvenuto nell’ultimo mese sul mercato delle criptovalute e in particolare su Bitcoin, che rimane il più importante asset del settore e traino per il resto delle criptovalute quotate sui mercati. 

Cresce il valore del dollaro su scala globale

La giornata di ieri è stata, sebbene si trattasse di una domenica, molto convulsa anche sul piano politico. Le notizie di un possibile impeachment di Donald Trump hanno spinto molti investitori istituzionali a ripararsi nel dollaro, che oggi si attesta sui valori massimi registrati nelle ultime 2 settimane. 

Il rapporto che vediamo espresso sulle criptovalute è in dollari USA e pertanto risente di un ripreso vigore da parte della valuta nazionale degli Stati Uniti, vigore spinto per l’appunto da notizie politiche di breve respiro – dato che Donald Trump dovrà comunque lasciare la Casa Bianca prima del 20 gennaio prossimo

In molti hanno liquidato, ma pronti a reinvestire sul mercato

Non è stato soltanto Bitcoin ad incassare delle sonore perdite. Ethereum non si è comportato meglio, così come non hanno fatto le principali criptovalute quotate oggi sul mercato e di maggiore interesse, in termini di capitalizzazione, per chi investe. Tra le poche a reggere troviamo Horizen(ZEN), NEO e Zcash(ZEC), in un panorama per il resto molto poco edificante per l’intero settore. 

Non è stata solo la crescita del dollaro ad esserne responsabile – le vendite a catena si sono innescate dopo una lunga corsa, partite dai molti che avendo totalizzato guadagni anche superiori al 30% nel giro di una settimana, hanno deciso di rientrare dall’investimento. 

In questo senso un dato incoraggiante arriva dai principali exchange – non vi è segno di fuga da capitali dalle piattaforme, il che lascerebbe intendere che si tratti di un rientro temporaneo, in cerca di nuove opportunità ora che i prezzi si saranno ribassati. 

Le previsioni su BTC sono ancora valide

Rimangono più che ferme – nonostante le Cassandre che vedrebbero in questo un crollo definitivo per il settore – le previsioni su Bitcoin che continuiamo ad aggiornare sul nostro sito. Nonostante un calo nelle ultime 24 ore di circa il 15%, non vi è motivo per pensare, almeno per il momento, che Bitcoin non sarà in grado di raggiungere gli obiettivi che abbiamo segnalato. 

Un retracement è un fatto naturale dei mercati finanziari, che da avviene da sempre anche sui titoli azionari al termine di una lunga corsa al rialzo e che non deve essere, almeno per il momento, motivo di grande preoccupazione per chi investe, o continua ad avere posizioni importanti su Bitcoin o su altre criptovalute. 

Ci sono opportunità di investimento anche nei momenti di panico su Bitcoin

Comincia a serpeggiare tra i meno esperti panico, che innesca vendite a catena. Ammesso che questo sia il modo corretto di procedere – e a nostro avviso non lo è – rimane importantissimo mantenere la calma e valutare anche altre opportunità di investimento, sempre all’interno del settore delle criptovalute. 

La vendita allo scoperto di criptovalute permette di ottenere profitti proprio mentre i mercati sono in calo ed è offerta, su tutte le principali criptovalute – dai migliori broker finanziari. eToro (qui per il conto demo 100% GRATIS) permette di utilizzarla su Bitcoin, Ethereum, Ripple, Binance Coin e tante altre criptovalute che non stanno facendo registrare un buon momento di mercato. 

Così come possiamo farlo su decine di criptovalute anche con Capital.com (anche in demo istantanea e GRATIS), non solo contro il dollaro, ma contro tutte le principali valute fiat. Non tutto il male viene per nuocere, almeno per chi ha a disposizione gli strumenti giusti per sfruttare ogni situazione di mercato. 

Mettere in prospettiva le perdite di Bitcoin

Le perdite vanno sempre messe in prospettiva, anche se di breve periodo. Nonostante il -16% che Bitcoin fa registrare nelle 24 ore, è comunque a +8% circa per chi ha investito una settimana fa. Ethereum, che fa registrare invece un -21%, è comunque in positivo del 3% sull’arco della settimana. 

Ripple, che pur sta vivendo una situazione molto complicata a livello societario, ha perso il 17% nelle ultime 24 ore, ma nel complesso dell’ultima settimana si trova comunque ad un +21%. Non saranno 24 ore a far perdere denaro alla maggioranza degli investitori che, come consigliato da Criptovaluta.it, si sono mossi per tempo sui mercati. 

I prezzi ribassati saranno occasione per una nuova finestra di ingresso per gli investitori – e si presenteranno a breve delle grandi opportunità di investimento. Meglio continuare a seguire i mercati, invece di pensare che siamo davanti al crollo definitivo del mondo delle criptovalute e dei mercati connessi.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *