Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Bitcoin: News da Miami 2021, Analisi dati e… Anonymous VS Elon Musk!

Bitcoin: News da Miami 2021, Analisi dati e… Anonymous VS Elon Musk!

EDITORIALE CRIPTOVALUTA.IT – Un’altra settimana molto complicata per Bitcoin, che fatica a tornare in bull run piena, ancora intrappolato all’interno del canale tra i 34 e i 40.000$. Mancano gli acquisti spot, che potrebbero innescare una nuova corsa, anche se come scopriremo nel corso del nostro editoriale domenicale, ci sono diversi dati e diverse notizie che stanno finalmente riportando il sereno sul mercato

Tempo di acquisti per Bitcoin? Oppure meglio aspettare che il mercato torni a muoversi con maggiore forza? Cercheremo di darci delle risposte partendo dall’analisi di tutti i dati che arrivano dagli exchange e dai mercati dei derivati e dei futures che puntano su Bitcoin. Per avere un quadro preciso anche di come si stanno muovendo i grandi e i grandissimi investitori. 

Bitcoin - editoriale settimanale di Criptovaluta.it
Il punto tecnico, fondamentale e analitico sulla settimana di Bitcoin

Mosse che potremo seguire anche su eToro (qui per un conto dimostrativo gratuito), intermediario che ci permette in un solo click di copiare i migliori investitori con il CopyTrading – e anche di spiare cosa fanno con i loro capitali e portafogli. O che ci offre anche panieri tarati su Bitcoin nei CopyPortfolios, che includono tanto il token, quanto invece le aziende che vi investono. 

L’analisi dei dati su blockchain e exchange: cosa è accaduto nell’ultima settimana per Bitcoin?

È stata, per Bitcoin una settimana di studio e di cambiamenti strategici, con pochissimi movimenti sia in termini di prezzo, sia in termini di sentiment. Partiremo nell’analisi dei dati che ci arrivano dagli exchange, per capire come si sono mossi grandi e piccoli investitori che compravendono direttamente BTC. 

  • Inflow sugli exchange

Ovvero la quantità di Bitcoin che da wallet esterni sono stati portati sugli exchange, presumibilmente a scopo di vendita immediata o dilazionata nel tempo.

I dati che arrivano dagli exchange sono un’ottima segno per Bitcoin

Settimana su settimana abbiamo un -21%, che indica che rispetto alla settimana precedente sono in fortissimo calo i versamenti di BTC verso i mercati. Un buon segno. 

  • Outflow dagli exchange

Ovvero la quantità di Bitcoin che hanno abbandonato gli exchange e che è tornata su wallet privati. Rispetto alla settimana scorsa c’è stato un aumento del 18%, ovvero sono stati molto di più i BTC che sono stati portati lontano dai mercati e che, presumibilmente, non verranno venduti a breve. Anche questo è un ottimo segno per Bitcoin

Capire i funding rate e il mercato dei futures

Cogliamo l’occasione di questo approfondimento per iniziare a parlare di funding rate, ovvero del tasso che long e short devono pagare gli uni agli altri per le posizioni a leva sui mercati. 

È sempre stato considerato un buon indicatore per il sentiment di mercato, dato che è in grado di fotografare in modo piuttosto netto quanto avviene sui mercati in termini di posizioni long e short che sono aperte sulle principali piattaforme. 

  • Cosa sono i funding rates?

Sono un pagamento in percentuale che chi ha posizioni long (ovvero rialziste) deve a chi è in posizione short (ovvero ribassista) e viceversa. Si tratta a tutti gli effetti di un tasso di interesse che viene pagato – a seconda della piattaforma – ogni poche ore e che serve per tenere il prezzo dei futures uguale a quello di Bitcoin spot, ovvero del BTC scambiato direttamente sui mercati. È una caratteristica dei cosiddetti perpetuals, che sono dei contratti che hanno un funzionamento simile ai futures ma senza scadenza. Per fare un esempio, su Binance tale tasso viene ricalcolato ogni 8 ore, mentre per altre piattaforme possono esserci ritmi ancora più serrati. 

  • Perché i funding rates sono importanti?

Avremo modo di tornare in modo dettagliato sulle analisi dei funding rate in particolari condizioni di mercato. In via generale, possiamo dire che a funding rate positivi sono corrisposti dei trend positivi, in quanto il rate prevede il pagamento dei long agli short perché i primi sono più numerosi. È altrettanto vero che nella maggioranza dei casi a funding rate negativi, con gli short che pagano i long, sono corrisposti trend negativi. 

Fundin rate a corrente alternata: difficile darne lettura

Nella scorsa settimana, almeno fino a venerdì, abbiamo avuto – come è evidente dal grafico che riportiamo, dei funding rate positivi e pertanto indicatori di un trend positivo, che si è puntualmente verificato. Con il ritorno a funding rate negativi nel weekend. E anche qui, nulla di nuovo. Riteniamo che almeno in una fase di mercato come questa, sarà difficile comprendere come si muove il mercato basandoci soltanto su questo tipo di dato. 

Arrivano ottime notizie dal mondo fuori dalla blockchain

È stata anche la settimana di tante ottime notizie che sono arrivate dall’esterno della blockchain, ovvero dal mondo reale. Faremo un brevissimo recap, per comprendere cosa è avvenuto nella Bitcoin-Sfera e cosa potrebbe contribuire a riportare il sereno sui mercati.

  • El Salvador accetterà Bitcoin come valuta legale

In una mossa a sorpresa annunciata ieri, il presidente di El Salvador ha confermato che invierà una proposta di legge al suo parlamento, al fine di rendere BTC valuta a corso legale nel suo paese. È la prima volta che un’iniziativa del genere colpisce un’entità statale e potrebbe innescare una serie di reazioni a catena, che potrebbero coinvolgere anche altri stati delle cosiddette economie emergenti

  • Musk ne fa un’altra delle sue, anche se…

Musk continua a trollare la community che gravita intorno al mondo di Bitcoin. Con risultati ancora apprezzabili sul mercato, ma di respiro sempre più breve. Che sia finito il tocco magico del CEO di Tesla, che soltanto fino a qualche tempo fa poteva davvero fare il bello e il cattivo tempo sui mercati? Difficile a dirsi per ora, anche se i mercati sembrerebbero stiano, finalmente, imparando ad ignorare le sparate di Musk. Un’altra buona notizia per il comparto. 

  • Square di Dorsey prepara un nuovo wallet?

Un altro degli annunci molto importanti che sono arrivati dalla conferenza su Bitcoin che si sta tenendo in questi giorni a Miami. Jack Dorsey, che è a capo di Twitter e di Square, ha annunciato l’inizio dei lavori per un nuovo hardware wallet, che permetterà di avere maggiore sicurezza per gli utenti e anche maggiore facilità d’uso. Una mossa a suo avviso necessaria per rendere Bitcoin accettato su vastissima scala. Una posizione che condividiamo – così come condividiamo la speranza che ci siano degli sviluppi di questo tipo. 

  • La conferenza di Miami è stata un grande successo

Con la partecipazione di tutti i membri più influenti della community e anche di diversi personaggi famosi che ormai gravitano intorno a questo ambiente. Da Paris Hilton a Michael Saylor, passando per tanti altri che hanno contribuito ad una Convention in grandissimo stile e segno di un’attenzione sempre crescente nei confronti del mondo di BTC

Arriva il messaggio di Anonymous contro Elon Musk… ma è al centro di una disputa!

Era da tempo che Anonymous – il collettivo di hacktivism impersonale e partecipato da persone in tutto il mondo – non tornava a farsi sentire. Nella giornata di ieri, con un video che è stato già visto più di 1.000.000 di volte – il gruppo ha deciso di attaccare Elon Musk, non solo a tema Bitcoin, ma anche su Tesla e altri tipi di attività del magnate. Messaggio che però potrebbe essere un fake, dato che uno degli account Twitter più vicini al movimento ha smentito qualunque coinvolgimento.

Un video di poco meno di quattro minuti, con un’accusa molto precisa e circostanziata, che è poi quanto era già maturato all’interno della community di appassionati di Bitcoin

È ormai conoscenza comune il fatto che sei stato forzato a rinnegare il tuo coinvolgimento in Bitcoin per continuare a ricevere fondi dal governo.

Un’accusa che si riferisce ai carbon credit che l’azienda riceve appunto dal governo USA e che poi può rivendere sul mercato, una delle (poche) fonti reddituali dell’azienda guidata da Musk. L’autenticità del Tweet, ovvero il fatto che sia stato effettivamente realizzato dal nucleo originale di Anonymous è tuttora questione di dibattito.

Con @YourAnonNews che ha appunto smentito qualunque tipo di coinvolgimento, pur augurando il meglio a chi segue il mondo di Bitcoin.

Cosa aspettarsi da Bitcoin per la prossima settimana

Abbiamo analizzato quella che è la situazione sugli exchange, al di fuori della blockchain e anche in termini di sentiment. Possiamo provare – per quanto imprevedibile Bitcoin si sia dimostrato nelle ultime settimane – a tracciare qualche previsione sulla prossima settimana. 

  • Resistenze e supporti molto forti

Cosa che è stata ampiamente dimostrata negli ultimi giorni. I livelli di 35.000$ e di 40.000$ sono un’autentica calamita che è capace di attrarre i trend. Su entrambi i livelli di prezzo, orsi e tori si trovano costretti a rinunciare alle loro velleità e a passare il testimone. A meno di shock esogeni non sarà facile superare i prezzi qui fissati, tanto al rialzo quanto al ribasso. 

Canale ampio, ma solido. Ecco i punti da superare per orsi e tori
  • Mancano ancora gli investitori a leva

Molti dei quali sono stati letteralmente spazzati via dal recente crash del prezzo di Bitcoin. I volumi sui mercati che permettono di investire a leva sono ancora molto bassi – anche se comunque tornano a crescere i volumi di scambio su piattaforme come Capital.com (qui per un conto di prova illimitato e gratuito), piattaforma che è tra le consigliate di Criptovaluta.it – e che vede volumi di scambio su BTC sempre elevati, segnali di Trading Central ed anche grazie all’offerta di piattaforme come MetaTrader 4 e TradingView

  • Servono gli acquisti spot

Unico modo per uscire sul breve periodo da questa impasse sarà l’arrivo di nuovi acquisti spot, ovvero direttamente a mercato. È quanto è mancato nelle ultime settimane, almeno nelle quantità necessarie per rompere il canale. Con Bitcoin che sta dimostrando un’invidiabile tenacia nel mantenere i suoi livelli di prezzo, non è detto che la prossima non sia la settimana giusta per tornare a correre. 

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *