Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Anche Amazon all’assalto del comparto DeFi!

Anche Amazon all’assalto del comparto DeFi!

Anche Amazon sarà della partita della finanza decentralizzata. Il gruppo fondato e guidato da Jeff Bezos è infatti alla ricerca di specialisti da assumere all’interno dell’azienda che abbiano una forte preparazione nell’utilizzo e nello sviluppo dei protocolli DeFi.

Un annuncio di lavoro ha rivelato che qualcosa si sta muovendo anche dalle parti di Big A, la quale da tempo era considerata vicina ad un grande debutto nello spazio delle criptovalute.

Amazon a caccia di specialisti DeFi
I piani di Amazon rivelati da un annuncio di lavoro

Un annuncio che pur non avendo forse ripercussioni di breve sul mercato segnala, a chi ne avesse bisogno, l’enorme rilevanza che questo settore sta assumendo anche nel comparto dell’economia reale, con moltissimi gruppi, anche tra quelli che sono tra i primi per capitalizzazione al mondo, che sono alla ricerca di specialisti in questo specifico comparto.

Amazon è già nel mondo della blockchain, anche se potrebbe esordire con un proprio token

In realtà Amazon non è nuova ad esperienze nel settore della blockchain. Il gruppo offre già il servizio Amazon Managed Blockchain, che da tempo ormai supporta anche Ethereum, in uno sforzo da parte dell’azienda di offrire, tramite AWS, sempre sostegno alle imprese che hanno bisogno di tecnologie all’ultimo grido.

Girano però da tempo voci di un interessamento di Amazon alla realizzazione di un token di proprietà, che potrebbe essere utilizzato prima per gli acquisti sui propri siti, poi invece come una sorta di valuta di Internet, che potrebbe rivaleggiare con l’arenato progetto di Facebook, che seppur navighi ormai in cattive acque, potrebbe comunque vedere la luce entro i prossimi 2 anni.

L’annuncio può essere consultato su Linkedin, che è stata scelta come piattaforma per uno scouting preliminare alla ricerca degli specialisti che andranno ad arricchire il team di Amazon dedicato al mondo della finanza decentralizzata e delle criptovalute.

Cresce l’interesse per lo spazio cripto da parte di grandi e grandissime aziende

Un interesse che è stato testimoniato, sempre a mezzo annuncio di lavoro qualche tempo fa anche da Apple, che è alla ricerca di specialisti di pagamenti in criptovalute, con l’azienda di Cupertino che potrebbe, in un futuro prossimo, introdurre sistemi in blockchain all’interno del suo Apple Pay. Senza poi tenere conto dell’impegno nel settore, già concreto, di gruppi bancari come JP Morgan, da sempre tra i più attenti a recepire le novità che arrivano dal settore tecnologico.

Cosa vuol dire l’interesse di Amazon per il comparto DeFi?

Probabilmente poco o nulla per i progetti che sono già sul mercato – come ad esempio Avalanche, oppure AAVE. C’è però il chiaro segnale che ormai gruppi di grandi dimensioni ritengono ormai questa tecnologia più che matura e pronta per i grandi palcoscenici.

Questo, almeno indirettamente, potrà ripercuotersi in modo positivo, sul mondo della finanza decentralizzata e anche sul valore percepito complessivamente in relazione al comparto. Segno che un ecosistema giovane e che è arrivato sui mercati da poco è già centrale, non solo per gli appassionati di criptovalute, ma anche per le aziende più importanti del mondo.

Tutto questo a meno che l’azienda di Jeff Bezos non decida di integrare tecnologie già esistenti. In quel caso saremmo davanti ad un potenziale boom di mercato per tutti i token coinvolti. Vi terremo aggiornati, felici comunque di vedere nomi di spessore come Amazon interessarsi alle tecnologie che, ad avviso della nostra redazione, sono la vera innovazione di questo decennio.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *