Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Grayscale aggiunge Cardano al suo fondo Large Cap!

Grayscale aggiunge Cardano al suo fondo Large Cap!

Cardano entra a far parte del fondo Grayscale, nella sezione Large Cap, in compagnia di altri progetti top del mondo delle criptovalute. Una notizia che avrà delle ripercussioni sul valore di $ADA, in particolare sul medio e lungo periodo.

La quota destinata ad ADA sarà recuperata, in proporzione, dalle quote che erano destinate ad altre criptovalute, con Cardano che sarà la maggiormente rappresentata all’interno del fondo dopo Bitcoin ed Ethereum.

Cardano Large Cap Grayscale - notizia dell'acquisto
Anche Cardano entra a far parte del fondo Grayscale Large Cap

Grayscale si conferma come uno dei fornitori di veicoli per l’investimento in criptovalute più importanti al mondo, con un’attenzione ormai alta anche su criptovalute diverse da Bitcoin e Ethereum.

Non serve, almeno per chi è un investitore retail, operare su questi grandi fondi per avere accesso ad ADA. Troviamo questa Criptovaluta sulla piattaforma eToro (qui per un conto virtuale – GRATUITO OGGI) – che la offre in staking automatico, insieme a servizi esclusivi come il CopyTrading, per copiare i migliori Trader o spiare nei loro portafogli, è con i CopyPortfolios, per investire in panieri cripto distribuiti.

Grayscale e l’acquisto di ADA: cosa significa

Grayscale è già un nome molto conosciuto tra gli appassionati di criptovalute. Gestisce un importante fondo su Bitcoin, le cui quote sono detenute anche da Morgan Stanley. Insieme a questo fondo, gestisce anche un fondo Large Cap, che include le principali criptovalute alternative.

È all’interno di questo fondo che è stato inserita ADA, a recuperare una mancanza che, per molti, era sembrata particolarmente strana, dato che nel suddetto fondo erano già presenti criptovalute con un cap decisamente più basso e con prospettive di lungo periodo meno interessanti di Cardano.

  • La quota detenuta in ADA

Cardano sarà la terza per peso specifico all’interno del fondo, con il 4,26%. Supera così la componente in Bitcoin Cash, ma anche in Litecoin e Chainlink.

Secondo quanto diffuso dalla compagnia, le quote in ADA verranno acquistate riducendo e vendendo le quote delle altre criptovalute, tra le quali figurano anche Bitcoin e Ethereum.

Cosa significa questo interesse di Grayscale per ADA?

È una sorta di riconoscimento, se vogliamo, del grado istituzionale raggiunto da questo progetto, che all’interno di un veicolo finanziario di questo tipo potrà finalmente essere inserito a portafoglio da tanti investitori USA che non possono avere accesso diretto al mercato.

Come è stato nel caso di Morgan Stanley, che ha utilizzato proprio un prodotto finanziario di Grayscale per avere accesso, tra le altre cose, a Bitcoin.

Alla notizia dell’inclusione vi è stato un aumento di prezzo interessante per ADA, che nel momento in cui scriviamo lambisce 1,40$ di prezzo, mantenendosi dunque al di sopra del prezzo raggiunto dopo l’aumento.

Potremo investire su questo momento di trend positivo anche con Capital.com (qui per un conto dimostrativo gratuito e illimitato), intermediario che offre intelligenza artificiale, insieme a MetaTrader 4 e anche a TradingView. Uno dei migliori sulla piazza per avere accesso a strumenti professionali anche per l’analisi di trend di breve periodo.

ADA prosegue nel suo cammino rialzista di lungo periodo

Un cammino che abbiamo debitamente segnalato all’interno delle nostre previsioni Cardano. I livelli di target sono ancora piuttosto distanti, ma con la possibilità che l’arrivo degli smart contract anche sulla rete principale possano definitivamente portare ADA al raggiungimento dell’obiettivo.

Cardano rimane uno dei network più interessanti tanto per gli investitori quando per chi cerca nella blockchain soluzioni di carattere tecnologico. E l’interesse di Grayscale non può che confermare quanto abbiamo appena segnalato.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *