Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Crollo criptovalute: Adesso è solo paura | La Cina ci gioca.. Occhio!

Crollo criptovalute: Adesso è solo paura | La Cina ci gioca.. Occhio!

Crollo di settembre delle criptovalute, tra cui quello più clamoroso del 7 settembre scorso? Tutto previsto – o meglio – la normalissima dinamica di un mercato, quello di Bitcoin e degli altcoin, che non hanno sempre brillato durante l’ultimo mese del terzo trimestre finanziario.

Tuttavia, a poco più di 2 giorni dall’arrivo delle chiusure trimestrali, il settore presenta una certa forza in prospettiva, e i prezzi fortemente scontati che troviamo adesso sul mercato potrebbero essere occasione per acquisti – in particolari per gli investitori che guardano a distanza di almeno 3 mesi.

Paura sulle cripto - ecco perché non spaventarsi
Paura e poco più – i mercati ricaricano le pile per ottobre

Una situazione complessa, sia da leggere sia per le operazioni – sulla quale investire adeguatamente con i migliori strumenti e con i listini proposti da eToro (vai qui per ottenere un conto dimostrativo gratuito e illimitato) – piattaforma con una selezione di 30+ criptovalute sulla quale poter investire con i portafogli intelligenti o CopyPortfolios, che mettono insieme diverse cripto per marketcap.

Chi in momenti così convulsi vuole invece farsi consigliare, può usare il CopyTrader, sistema per copiare i trader più di successo – oppure per spiare come si muovono. Per passare al conto reale bastano 50$ di investimento minimo.

FUD, FUD e ancora FUD

Non c’è soltanto il solito settembre, che per le criptovalute è storicamente un pessimo mese, in attesa della chiusura delle trimestrali su tutte le principali borse del mondo. Siamo davanti ad una macchina del fango che è tornata a girare a tutta forza, cercando di abbattere il prezzo di Bitcoin, certi che poi avrebbe portato con se dietro anche il mondo degli altcoin.

Sì, ad animare certi movimenti è di nuovo il FUD proveniente dalla Cina, con un ban, l’ennesimo, delle operazioni in criptovalute sul suo territorio e un’ulteriore stretta sul mining. Una situazione in realtà tra il paradossale e l’assurdo, dato che, come dovrebbe essere chiaro dalla nostra infografica, si tratta di annunci che ciclicamente tornano a circolare sulla stampa. Ogni volta viene aggiunto un tassello, ma l’utilizzo e l’acquisto di criptovalute in Cina era già ridotto praticamente a zero.

Crypto fud della cina
La timeline del FUD cinese – realizzata da CryptoPotato

Qualcosa che ha innescato – soltanto qualche giorno fa – un piccolo crollo, che ha invertito un trend che si stava facendo moderatamente positivo. Ancora una volta un timing sospetto, che non può che far pensare ad una volontà precisa da parte della Cina di dare un altro colpo alla più grande minaccia per tutti i regimi autoritari: la libertà delle persone di utilizzare il denaro che preferiscono.

La situazione attuale di mercato non può però ridursi soltanto in questo. C’è tanto altro di cui parlare, per capire come potrebbero muoversi nei prossimi giorni i principali coin sul mercato – e anche per individuare quali sono le attese del mercato.

Sul mercato c’è paura – e questo non riguarda soltanto le criptovalute

Settembre si era aperto con i migliori auspici, con i mercati – compresi quelli azionari – che sembravano pronti ad una nuova bull run. Poi si è tornati nel caos, a causa del timore sul Crack di Evergrande, timore che si è riflesso anche sul mercato delle criptovalute, con un’ulteriore spinta ribassista, che non sembrerebbe aver esaurito ancora i suoi effetti.

Anche se il governo cinese si sta muovendo per disinnescare un crack che farebbe pagare un prezzo altissimo al mondo finanziario mondiale e poi all’economia reale, come mostrano gli indicatori che riportiamo qui sotto, in realtà la paura domina ancora i mercati.

Fear greed criptovalute - indice
La paura rimane alta – e gli indici lo segnalano correttamente

E questo si può vedere anche dalla chiusura in rosso di tutti i principali indici azionari del mondo, dagli USA fino all’Europa, con l’indice VIX che torna prepotentemente a salire, ovvero quello che misura appunto volatilità e paura. In una situazione del genere, che Bitcoin sia rimasto sopra i 41.000$ è in realtà una dimostrazione di forza niente male, dato che BTC in particolare tende addirittura ad amplificare gli andamenti di borsa.

Situazione borse oggi - Criptovaluta.it
La situazione delle borse? Profondo rosso in Europa – Asia migliore, ma non troppo

Cosa aspettarsi dal prossimo trimestre?

Il prossimo trimestre è quello che storicamente riporta il sereno sul mercato di Bitcoin e delle criptovaluteEthereum inoltre si avvicinerà al più importante upgrade della sua storia, così come il settore DeFi potrebbe sfruttare il sentiment generalmente rialzista tra ottobre e fine anno per recuperare qualche punto verso i massimi storici persi in maggio. Ci sono però alcuni fattori da monitorare, affinché verifichi sul serio una buona ripresa:

  • Borse: dovranno tornare a spingere. Il connubio tra cripto e settore azionario sembra essere, per il momento, molto difficile da superare;
  • Bitcoin: dovrebbero continuare gli acquisti da parte degli investitori istituzionali, che potrebbero approfittare inoltre dei prezzi decisamente bassi che si stanno imponendo su tutto il mercato;
  • Evergrande: la situazione andrà, in un modo o nell’altro, disinnescata. Il governo cinese non sembra averla presa alla leggera e interverrà con capitali pubblici. Andrà scongiurato il pericolo di una crisi prima interna, poi invece globale.

Le buone notizie che arrivano dal mondo cripto

Non è stato però un settembre da buttare. Ci sono state diverse notizie bullish, che non abbiamo mancato di riportare sulle pagine di Criptovaluta.it, notizie che indicano possibilità di ripresa anche sul breve periodo. Ripresa che possiamo sfruttare con piattaforme adatte a cavalcare la volatilità come Capital.com (qui per aprire un conto demo con prova gratuita), intermediario che offre anche MetaTrader e TradingView, per analizzare in tempo reale l’andamento dei mercati e agire di conseguenza. Tra le ottime notizie che hanno occupato le nostre pagine nelle ultime due complicate settimane per i mercati troviamo:

Parliamo del wallet creato dal governo di El Salvador, che ha già 2 milioni di utenti e che gestisce migliaia di transazioni ogni giorno. Segno inequivocabile che Bitcoin sta facendo rispettare anche come valuta per le piccole spese.

Morgan Stanley, una delle banche più importanti del mondo, ha aumentato di recente la sua posizione su Bitcoin. Segno che nonostante l’andamento altalenante, il mercato delle criptovalute fa gola anche alla grande finanza mondiale. Ed per quanto a qualcuno possa dare fastidio, in realtà siamo davanti ad un grandissimo endorsement.

Buone notizie che fanno sperare per il meglio – ovvero per una pronta ripresa per tutto il comparto delle criptovalute. I livelli da conservare entro la fine del trimestre, che avverrà comunque tra 2 giorni, sono di 40.000$ per Bitcoin e di 2.600$ per Ethereum. Livelli che, almeno per l’andamento attuale, dovrebbero rimanere più che saldi.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

One comment

  1. In momenti come questi… mettere tutto sull’hardware wallet e fare altro 🙂
    Arriveranno tempi migliori!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *