Home / Ethereum prende la rincorsa | Gli elementi per una nuova bull run

Ethereum elementi bull run

Ethereum prende la rincorsa | Gli elementi per una nuova bull run

Ancora una buona performance per Ethereum, che in apertura di 2022 si dimostra essere una delle più resistenti ai movimenti laterali che pur stanno continuando a coinvolgere il mercato negli ultimi giorni.

Prezzo ormai quasi assodato sopra i 3.800$, con tutti gli altri segnali esogeni che puntano potenzialmente ad un grande 2022 per il protocollo. 2022 che avrà diversi snodi cruciali che andremo ad analizzare in questo recap di inizio anno.

Ethereum Bull Run - analisi degli argomenti
Diversi segnali per la bull run di Ethereum nel 2022

Possiamo investire su Ethereum con la piattaforma sicura eToro – vai qui per ottenere la demo di prova gratuita, con 100.000$ di CAPITALE VIRTUALE – intermediario che la offre in un listino complessivo di 42+ cripto e che ci propone la possibilità di investire anche con strumenti fintech avanzati.

È qui che troviamo il CopyTrader, sistema che ci permette di investire andando a copiare i trader che hanno ottenuto il maggior successo sul mercato, potendoli cercare anche con un raffinato motore di ricerca interno. Possiamo inoltre trovare i CopyPortfolios, che includono il top delle criptovalute in un solo paniere stile ETF, che accompagna Ethereum ad altre top del settore. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Pochi mesi al merge, mentre la supply continua a restringersi

L’evento più importante per Ethereum nel 2022 sarà sicuramente il merge che traghetterà definitivamente il sistema da una validazione PoW ad una validazione PoS. Un passaggio in realtà atteso da molto – e sul quale uno sparuto gruppo di detrattori nutre qualche dubbio – che sarà una svolta epocale per l’intero protocollo in termini di scalabilità e di riduzione delle fee.

Fee che nonostante gli aggiornamenti che si sono avvicendati nel corso del 2021 rimangono su livelli troppo alti per permettere un utilizzo di blockchain ed EVM dell’ecosistema. Problema parzialmente risolto dall’arrivo di tante l2 e sidechain che offrono finality con costi decisamente più bassi, ma che molti direttamente sulla rete Ethereum si attendevano come almeno parzialmente in riduzione con gli ultimi aggiornamenti.

Così non è stato, con Ethereum che continua ad essere una blockchain che soffre del suo stesso successo e che prima del merge, previsto lo ricordiamo entro giugno prossimo, non potrà lasciarsi alle spalle in termini di disservizi e problematiche.

Tutto questo con il burn di token che continua a ritmi molto sostenuti e che ha già ridotto in modo sostanziale la quantità di $ETH in circolazione sui mercati e sugli exchange. Anche questo segnale fortemente bullish almeno sul medio e lungo periodo.

Il 2022 sarà una sorta di anno zero per il protocollo

Tra merge e ulteriori sviluppi dell’ecosistema di finanza decentralizzata dovremmo vivere questo 2022 come una sorta di anno zero per il protocollo e per il suo coin. Questo perché i problemi di cui in diversi si lamentano, tutti o quasi derivanti dall’enorme congestione del network pur in presenza di alternative solide sul mercato, non stanno comunque facendo fuggire gli investitori.

Se il coin $ETH, al termine di un anno tecnicamente non brillante per i motivi di cui sopra, sembra ormai aver incontrato un fortissimo supporto in quota 3.800$, cosa potrà fare quando almeno una parte di questi problemi diventeranno un lontano ricordo?

Considerazioni che devono essere fatte in particolare da chi ha già Ethereum in cassa o sta pensando di entrare adesso sul mercato. Noi ribadiamo quanto contenuto nelle nostre previsioni Ethereum, con dei target di prezzo possibili per il 2022 che saranno interessanti anche per chi dovesse presentarsi sul mercato adesso.

La concorrenza può davvero erodere il “monopolio” di Ethereum?

Quando parliamo di protocolli e progetti DeFi, ma anche legati al mondo del gaming su blockchain il predominio di Ethereum dovrebbe essere sotto gli occhi di tutti. Quasi tutti i principali progetti di questi comparti utilizzano la blockchain e gli smart contract di Ethereum.

L’arrivo nel 2021 di nuovi challenger di un certo spessore ha sicuramente già contribuito a ridurre questo predominio, ma questo, almeno a nostro avviso, è qualcosa di ancora molto lontano da una sorta di flip. Per i prossimi anni – e a meno di clamorosi stravolgimenti – Ethereum continuerà ad essere il protocollo predominante per le nicchie di cui sopra.

Guardare all’analisi tecnica per i movimenti di breve periodo

Prima di salutarci alleghiamo la nostra classica analisi tecnica di breve periodo, basata sulle chiusure giornaliere, che possono aiutarci a comprendere non soltanto il Trend, ma piuttosto quali livelli di prezzo si dovranno raggiungere per invertirlo.

MEDIA MOBILE102050100200
SEMPLICECOMPRA 🟢VENDI 🔴VENDI 🔴VENDI 🔴VENDI 🔴
ESPONENZIALECOMPRA 🟢VENDI 🔴VENDI 🔴VENDI 🔴VENDI 🔴
Le medie mobili applicate su $ETH – 1d

Le medie mobili di coefficiente più alto sono tutte negative e avranno bisogno di close superiori a 4.090$ per tornare tutte in positivo. Discorso invece diverso quello che arriva dagli oscillatori maggiormente utilizzati per questo tipo di attività. In questo caso infatti il quadro si fa decisamente più ottimistico.

INDICATOREINDICAZIONE
RSINEUTRO
CCINEUTRO
MomentumCOMPRA 🟢
Bull Bear PowerNEUTRO
MACDCOMPRA 🟢
UltimateNEUTRO
AwesomeNEUTRO
INDICATORI dell’analisi tecnica su Ethereum – 1d

Un’analisi tecnica che più che indicarci cosa fare adesso, rende evidente il fatto che basterebbe una piccola spinta ad Ethereum per tornare in piena bull run anche secondo gli indicatori tecnici.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

2 commenti

  1. tempismo perfetto 🙂

    • Cosa significa ? Parli dello stesso tempismo con cui da un anno e mezzo vi parliamo di decine di coins poi effettivamente esplose? O aveve la #cryptomind cortina ?

      Quantomeno criptovaluta.it la faccia ce la mette.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *