Home / Binance al Super Bowl | Spot contro le crypto-celebrities

Binance va al superbowl

Binance al Super Bowl | Spot contro le crypto-celebrities

Sarà un Super Bowl targato cripto, con alcuni dei principali player del settore che avranno uno spazio pubblicitario all’interno dell’evento sportivo più seguito al mondo.

Tra questi anche Binance, che proporrà uno spot commerciale in controtendenza, invitando il pubblico generalista che segue questa enorme kermesse sportiva a non fidarsi delle celebrity che spingono il mondo cripto, ma a fare le proprie ricerche e a decidere per loro stessi.

Binance va al superbowl
Anche Binance tra le aziende cripto che si faranno pubblicità al Super Bowl

La presenza al SuperBowl è segnale bullish per tutto l’ecosistema di Binance – sul quale potremo investire anche con eTorovai qui per ottenere la demo gratuita con servizi unici e PREMIUM – piattaforma che ci permette di investire anche su Binance Coin, il coin rappresentativo di questo exchange.

All’interno di eToro troviamo anche gli Smart Portfolios, ideali per chi preferisce un ambiente diversificato, un paniere di cripto sul quale investire in stile ETF, ma senza commissioni aggiuntive. Possiamo inoltre scegliere di operare anche attraverso il CopyTrader – che ci offre la copia integrale delle posizioni dei migliori trader in un solo click. Con 50$ possiamo poi passare ad un conto reale quando preferiamo.

Binance al SuperBowl con uno spot che passerà alla storia

Binance c’è, o meglio, ci sarà al prossimo Super Bowl, evento forse non troppo seguito dalle nostre parti ma che è il più seguito al mondo e vera consacrazione per le aziende che scelgono di occupare uno spazio pubblicitario.

Non è però soltanto l’importanza del contesto che renderà questo spot memorabile, ma anche l’angolo che si è scelto per parlare di mondo cripto. L’exchange lancerà una campagna dove Jimmy Butler, giocatore dell’NBA, inviterà gli ascoltatori a non seguire le celebrity nei consigli di investimento, ma ad imparare le analisi di se stessi e della propria situazione patrimoniale per investire in autonomia.

Un messaggio forte, che gli amanti del pettegolezzo riconducono al breve bisticcio tra CZ e Elon Musk, ma che in realtà è di portata decisamente più ampia, in un settore che ha visto diverse star spingere progetti che poi si sono rivelati delle truffe. Con Binance che vorrebbe correre ai ripari e cercare di indirizzare la narrativa anche verso una decentralizzazione del pensiero.

Un messaggio, se ci è consentita un po’ di esposizione sul piano editoriale, condividiamo. Perché abbiamo visto in troppi contesti personaggi pubblici abusare della loro popolarità per spingere progetti senza senso e senza futuro economico, se non per chi li stava promuovendo.

Un mondo dove, in aggiunta, le celebrity stanno investendo in modo consistente e per somme che pochi comuni mortali possono permettersi. Il caso più evidente è quello delle Bored Ape, che ha visto recentemente aggiungersi il calciatore Neymar con un acquisto milionario, seguito poi a ruota anche da Justin Bieber, per una somma simile. Personaggi pubblici che vanno ad aggiungersi ad una schiera già piuttosto folta di star.

Binance sarà con noi venerdì 4 febbraio alle 18:00

L’impegno sportivo di Binance non è nato oggi, e noi italiani lo sappiamo bene, anche grazie ad importanti sponsorizzazioni anche nel calcio nel nostro paese.

Cogliamo dunque l’occasione per annunciare ai nostri lettori che venerdì prossimo, sempre nel contesto di Casa Sanremo 2022 saranno ospiti di Criptovaluta.it proprio Lucia Quaglia, community manager Italia del gruppo, insieme a Lorenzo Capone, country growth manager. Parleremo di calcio e sport nel mondo cripto ma non solo, con diverse chicche sul funzionamento del più importante exchange al mondo per volume di transazione.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *