Home / Bitcoin, Ethereum Classic e DeFi volano! | Crypto alla riscossa?

RISCOSSA CRIPTO BITCOIN

Bitcoin, Ethereum Classic e DeFi volano! | Crypto alla riscossa?

Ci risiamo: boom delle cripto e di Bitcoin, nonostante una leggera ritirata nella sessione mattutina, ma comunque venti rialzisti per una chiusura di settimana all’insegna dell’ottimismo.

Ne avevamo già parlato ieri con Luigi Travaglini di HandyCripto ed ora, con i livelli principali che sembrano essere consolidati, è il caso di analizzare la situazione, sia in prospettiva presente sia in prospettiva futura.

Un mercato che è tornato rialzista, seppur ancora timidamente e sul quale possiamo investire con la piattaforma famosa eTorovai qui per richiedere un conto virtuale gratuito illimitato con servizi auto-trading – intermediario che ci offre davvero il top per quanto riguarda il mondo finanziario coniugato con le criptovalute e BTC.

Abbiamo infatti il CopyTrading, che ci permette di copiare i trader che sono più bravi di noi e che hanno maggiore facilità a muoversi sul mercato. Così come abbiamo anche strumenti di analisi avanzati nel WebTrader, accessibile via browser senza costi aggiuntivi. E per chi preferisce i panieri, ci sono gli Smart Portfolios, investimento in quote in stile ETF. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Mercato cripto tutto in verde: cosa succede?

In realtà l’ultima uscita di FOMC e Jerome Powell è stata il segnale per provare a ripartire, recuperando livelli di prezzo molto interessanti a partire da Bitcoin, con anche Ethereum che ha dimostrato di avere polvere da sparo per un veloce ritorno su livelli di prezzo più interessanti.

Una situazione che abbiamo analizzato ieri nella nostra live, i cui punti principali saranno oggetto di questo nostro approfondimento quotidiano.

  • Bottom in?

A questo punto i mercati sembrerebbero aver scontato praticamente tutto. Dalla guerra ai certi problemi futuri per l’Europa in primis e a cascata anche verso le altre economie sviluppate. Dalla difficoltà degli USA a contenere l’inflazione alla cura da cavallo a colpi di rialzi di tassi.

Contagio cripto off - Bitcoin
Il contagio è al termine? Sembrerebbe di sì

Ad infondere ottimismo però è stato, almeno a nostro avviso, il tono particolarmente accomodante di Jerome Powell, che a molti è apparso più quello di una colomba che quello di un falco. Una situazione che prova a tornare, seppur lentamente, alla normalità.

  • Contagio ormai agli sgoccioli?

Fatta eccezione per qualche piccolo che si accoderà e la cui situazione oggi magari non è ancora chiara, sembra che anche il contagio sia agli sgoccioli. Un contagio che era partito da Terra Luna, per poi finire a cascata su Celsius e anche su Three Arrows Capital, forse il peggiore dei casi che ci siamo trovati ad affrontare nelle ultime settimane.

Anche questo segnale, a meno di altri clamorosi stravolgimenti, della possibilità di aver trovato un bottom piuttosto solido, ferme restando sorprese che non possono essere computate adesso in nessun tipo di analisi.

Le sorprese: tra DeFi e Ethereum Classic

Sempre all’interno della stessa live abbiamo avuto modo di allontanarci un po’ dai sentieri più battuti. E di guardare anche a due mondi che, nonostante una crisi epocale, sono ancora lì a battersi.

È vero tutto il contrario di quanto abbiamo letto sulla stampa mainstream. La DeFi ha funzionato, nella maggioranza dei casi, come un proverbiale orologio svizzero e non ha perso colpi, non ha sottratto fondi in modo fraudolento agli utenti e non ha fatto giochi strani con i depositi degli stessi.

Questo invece non si può dire per i servizi centralizzati, quelli che abbiamo citato poco sopra, ai quali si aggiungono Vauld e Voyager e tanti piccoli altri, che invece hanno operato con una certa disinvoltura all’interno dei mercati di rischio, finendo per rimetterci le penne di chi si era fidato.

Il secondo spazio non può che essere dedicato ad Ethereum Classic, che forte anche dell’endorsement di Vitalik Buterin sta raccogliendo una quantità importante di investimenti, anche speculativi tout court. A contare c’è anche un investimento di 10 milioni di dollari da parte di Antpool per lo sviluppo di applicativi. Anche qui una situazione che nel complesso avrà stupito i più, in particolare coloro i quali non avrebbero mai immaginato la resurrezione della “versione” di Ethereum che rimarrà in Proof of Work. Versione che potrebbe non essere l’unica, dato che si comincia a vociferare di un fork, guidato da un eccentrico personaggio già famoso nell’ambiente cripto.

È ora di tornare a dormire sonni totalmente tranquilli?

Non è detto, perché in realtà la situazione sui mercati continua ad essere piuttosto tesa, con diverse questioni che vanno risolte prima di poter pensare anche soltanto di accennare ad un ritorno alla normalità.

C’è da dire però che questa reazione del settore non può che essere più che benvenuta. Altro segnale il comparto è qui per rimanere… e per rimanere una forza con la quale fare i conti. E che approfitterà di questo bear market per costruire e tornare più forte di prima.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

One comment

  1. Si c’è questa cacchio di resistenza a 24k che per trovarla devi andare a dicembre del 2020 allora era di poca importanza c’ha passato una settimanella, quella a 30k è molto più dura.
    C’è da dire che però sotto i 24k poi non ci è sceso per un anno e mezzo quindi potrebbe aver consolidato la resistenza.
    Gianni Morandi direbbe….DAI DAI CHE CE LA FAI……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *