Home / Bitcoin e Crypto per fare shopping con Cashback! | Si potrà con Revolut

REVOLUT CARTA CRIPTO

Bitcoin e Crypto per fare shopping con Cashback! | Si potrà con Revolut

Si aggiunge anche Revolut al novero di intermediari per i retailer che permetteranno di spendere i propri Bitcoin e le proprie criptovalute per gli acquisti di tutti i giorni. Qualcosa che i nostri lettori saranno abituati a veder offerto da exchange e da operatori del settore e che è una sorta di prima volta, almeno presso un intermediario di queste dimensioni e questa popolarità.

Nel complesso un altro passo, per quanto piccolo possa essere, verso l’adozione di massa, seppur tramite un istituto che è destinato ad una clientela relativamente giovane e tech-savvy, ovvero con un certa propensione per le novità tecnologiche.

Adozione che farà da base per un futuro rilancio del settore. Rilancio sul quale è possibile investire con eTorovai qui per ottenere un conto virtuale gratuito con il meglio dei servizi anche per il TRADING AUTOMATICO – intermediario che ci permette di investire con strumenti adatti anche alle necessità dei professionisti, con 78+ asset cripto già inclusi a listino.

Sempre con eToro possiamo approfittare del trading automatico con il CopyTrader, sistema che ci permette di copiare i più bravi e anche di spiare ogni loro movimento, così da poter replicare in modo selezionato. Possiamo in alternativa fare tutto da soli con il WebTrader che è incluso nel conto reale. Conto reale al quale possiamo accedere anche con soli 50$ di investimento in cripto.

Revolut permetterà ai suoi clienti di spendere le proprie crypto

Un sistema molto simile a quello che siamo abituati a vedere ad esempio con le carte di Crypto.com, oppure con quelle di Binance o di BitPanda. E invece questa volta è Revolut ad offrire il servizio, che sarà attivato a partire dal prossimo 1 novembre – e quindi tra pochi giorni – e che permetterà di collegare le proprie cripto alle spese che faremo con la carta.

In aggiunta in avvio e a quanto pare per un periodo limitato che non è stato ancora definito, sarà possibile anche ottenere un cashback dell’1%. E si potranno spendere tutte le 30+ criptovalute che sono supportate dal gruppo, e quindi Bitcoin, Ethereum e praticamente tutte le altre a maggiore capitalizzazione.

Un servizio in grado di diffondere ancora di più l’uso delle cripto?

Staremo a vedere. I volumi di Revolut sono relativamente importanti e in passato, nei casi di quotazioni di certi protocolli, hanno anche spinto delle corse importanti in termini di prezzo. Difficile pensare per adesso che un’iniziativa del genere possa muovere volumi importanti all’interno del mercato. Molto più probabile invece che ci sia un aumento dell’adozione, magari su scala non enorme, che possa però creare un nuovo piccolo esercito di appassionati.

Anche Revolut come gli exchange

E di persone che magari ingolosite dal cashback proveranno questa nuova funzionalità. Funzionalità che non sarà però una novità per tutti gli appassionati di criptovalute che hanno già utilizzato i servizi degli exchange che propongono anche delle carte.

Il mercato non è brillante, ma l’adozione non si ferma

Il mercato non sarà ancora dei più brillanti, dato che pesano ancora le questioni che affliggono tutti i mercati finanziari, come inflazione, incertezze legate alla guerra e anche alla pessima situazione di diversi debiti pubblici.

Nonostante ciò, si continua ad attivare nuovi servizi anche dove ce li saremmo immaginati meno. Segno che, non ce ne voglia qualche lettore su di giri, tutto il comparto è qui per restare. E segno del fatto che anche aziende all’esterno della crypto-sfera non possono fare a meno di avvicinarsi a questo mondo. Per attirare clienti? Poco male, perché è comunque segnale del fatto che ai clienti interessano Bitcoin e cripto. Qualcosa che non avremmo mai immaginato essere così diffuso nel 2022.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *