Home / GameStop: punta tutto sulla Web3! | Ok a NFT crypto gaming

PASSO AVANTI GAMESTOP

GameStop: punta tutto sulla Web3! | Ok a NFT crypto gaming

Apre i battenti ufficialmente il marketplace di Gamestop dedicato al gaming su blockchain. Il marketplace la cui beta è stata lanciata a luglio di quest’anno conferma il coinvolgimento dell’azienda di videogiochi salvata da WallStreetBets nel web3 e nel crypto gaming ed arriva online nella sua forma finale e completa.

Grazie alla duratura partnership con Immutable X che ha aiutato Gamestop a creare il proprio marketplace di token non fungibili, l’azienda di videogiochi preferita di Reddit riconferma la propria immersione nel mondo delle criptovalute e chiude la beta del marketplace durata circa 4 mesi per progredire verso il proprio lancio ufficiale. Gamestop con questo nuovo progetto intende rendere i giocatori protagonisti delle loro esperienze videoludiche trasportandoli nel mondo web3. Un ampio spazio è anche stato dedicato a una sezione di tutorial, per aiutare i nuovi arrivati a comprendere al meglio tutte le funzionalità di un gioco basato su blockchain.

Un buon segnale per Game Stop, ma anche per Immutable X, che possiamo trovare anche su eTorovai qui per ottenere un conto di prova gratis con 100.000$ di CAPITALE VIRTUALE – per un intermediario che ci permette di investire su 78+ cripto tra le migliori sul mercato con un ottimo strumento anche per fare trading automatico.

Qui troviamo infatti il CopyTrader, sistema che permette di fare trading automatico copiando i più bravi. E abbiamo in alternativa gli Smart Portfolios per investire in panieri cripto. Con 50$ di investimento minimo possiamo passare al mondo del conto reale.

Gamestop chiude la beta e apre ufficialmente il proprio marketplace NFT

A seguito di un investimento di 100 milioni di dollari in ImmutableX e una beta di circa 4 mesi del marketplace creato da questi ultimi, il marketplace NFT di Gamestop raggiunge la propria versione finale e si prepara per i primi token non fungibili dedicati al gaming. Questa piazza di scambio di token non fungibili permetterà la compravendita di NFT per il gaming legati a giochi popolari come Gods Unchained, Guild of Guardians e Illuvium.

GamesTop analisi criptovaluta.it
Riuscirà GameStop a diventare centrale in questo mercato?

Un’ampia sezione è anche dedicata ai tutorial, per rimanere nell’ottica di aiutare i giocatori ad addentarsi con facilità nel mondo del web3 e strizzando un occhiolino al passato, Gamestop dedica anche una sezione ad Habbo, videogioco dei primi anni 2000, probabilmente predecessore di molti dei metaversi odierni. Il marketplace nei primi giorni della beta prometteva già bene con quasi 2 milioni di dollari di transazioni e un totale di 45.000 dollari di commissioni. Nonostante le dimensioni dell’azienda la cifra è considerevole considerando che si trattava di una beta sperimentale. Un esperimento valso ben 1835 Ethereum nelle casse di Gamestop.

Non il primo lavoro sperimentale di Gamestop nelle crypto comunque, che prima della partnership con ImmutableX aveva creato in collaborazione con Loopring un wallet self-custodial, dove gli asset digital sono solo di proprietà degli utenti del wallet. Il wallet è creato sul layer 2 di Loopring che sfrutta la tecnologia zk-rollup basata su Ethereum e permette ai suoi utilizzatori di conservare $ETH, NFT, token a standard ERC-20 e di interagire con app decentralizzate (dApps). Una collaborazione che ha giovato tanto a Gamestop quanto a Loopring che aveva visto un rialzo del proprio token di circa il 30% nei giorni intorno all’annuncio della collaborazione.

La parabola Gamestop nel mondo crypto

A fine 2021, il crollo di Gamestop sembrava ormai inevitabile quando Melvin Capital e Citron Research avevano iniziato a vendere allo scoperto le azioni dell’azienda di gaming $GME. Reddit corre in soccorso di Gamestop, il subreddit WallStreetBets coordinando gli acquisti e holdando a oltranza, riportano in alto il prezzo e costringono infine i grandi hedge fund a chiudere gli short e salvano l’azienda dal fallimento.

La parabola di Gamestop precede di poco la grande bull-run crypto portando in auge il mondo degen e introducendo nella sfera finanziaria molti piccoli investitori. La creazione di una community e un nuovo fenomeno culturale rendono poi il legame tra Gamestop e le crypto indissolubili. A maggio per esempio il prezzo di $GME aveva visto un rialzo del 30% grazie alle crypto, precedendo di poco la partnership con Loopring.

Più recenti sono le collaborazioni tra Gamestop e FTX, con tanto di Gift Card che preannunciano l’azienda di gaming come partner retail numero uno negli Stati Uniti. Mentre di rilevanza più attuale abbiamo la partnership con Gods Unchained: Collezioni NFT e sviluppi P2E arrivati nel momento perfetto con la nuova versione del marketplace di Gamestop. In questo nuovo esperimento, l’esperienza videoludica e quella commerciale si fondono per portare i videogiocatori completamente all’interno del mondo blockchain, lasciando loro le chiavi dei propri asset e la responsabilità di plasmare il mondo videloudico insieme a Gamestop e Gods Unchained.

Info su Alessio Sibiriu

Scrittore freelance appassionato di crypto, da aprile 2021 dedicato interamente al Web3 e attivamente occupato nella ricerca e divulgazione degli sviluppi del settore DeFi.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *