Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Binance Coin torna alla carica: cosa serve per superare i 400 dollari

Binance Coin torna alla carica: cosa serve per superare i 400 dollari

In molti lo avevano dato per spacciato, ma Binance Coin si conferma – all’interno di un ciclo molto positivo per tutto il settore delle criptovalute – uno dei protocolli più solidi di tutto il comparto.

Dopo aver superato brevemente quota 400$, anche BNB è stato vittima di una brevissima correzione, dovuta a tanti investitori che hanno preferito incassare parte dei profitti delle ultime ore, pur senza inficiarne il quadro positivo sul breve periodo. Analizzeremo le condizioni attuali di BNB in termini tecnologici e finanziari, cercando di capire fino a dove potrà spingersi il token.

Analisi BNB di Criptovaluta.it - le caratteristiche della run
Ottima performance per BNB: vi spieghiamo perché

Un protocollo sul quale possiamo investire con eToro (qui per ottenere un conto demo gratuito e senza limiti), che include tra le 29+ criptovalute che ha a listino anche BNB. Intermediario unico al mondo grazie a servizi esclusivi come i CopyPortofolios per investire su panieri cripto e il CopyTrading per copiare chi ottiene i migliori risultati sul mercato o per spiare nei portafogli dei trader. Si parte da soli 50$ per un conto di investimento reale.

Binance Coin tra le migliori della settimana: cosa sta succedendo al protocollo?

Binance Coin è ormai da mesi – dalla precedente bull run del comparto – una delle criptovalute più capitalizzate del comparto. Un successo che è stato spinto dai tanti progetti che girano sulla sua BSC – la Binance Smart Chain – che è riuscita a sopperire egregiamente alle difficoltà, durante gli scorsi mesi, di Ethereum.

Oltre all’evidente bull run che ha coinvolto quasi indistintamente tutto il settore, abbiamo altro che continua ad aumentare la rilevanza di questo token all’interno del panorama delle criptovalute, un protocollo che non può che essere legato a doppio filo al suo exchange di riferimento Binance.

  • Il marketplace NFT di Binance funziona – e aumenta la sua rilevanza

A qualche settimana di distanza dal suo esordio, possiamo decretare la vittoria del marketplace di token non fungibili ospitato da Binance e nel quale si punta appunto in BNB. Se la progressione dovesse continuare ad essere questa, nel giro di poche settimane Binance NFT potrebbe spodestare diversi mercatini che oggi girano su altre blockchain – principalmente Ethereum. La cosa è interessante anche per l’aumento della domanda di BNB che innescherà. Perché in molti dovranno acquistare questa criptovaluta per puntare sui NFT che sono disponibili soltanto su questo marketplace.

La questione di Binance, delle licenze e degli enti regolatori

Binance – e su questo sembrerebbe ci sia adesso molto poco da discutere – sta uscendo egregiamente dal pantano che si era creato in seguito agli attacchi da parte di diverse authority per il controllo degli intermediari finanziari.

Binance ha confermato la ricerca di un nuovo CEO e una maggiore attenzione alla questione delle regolamentazioni, prendendo anche decisioni drastiche in tema di offerta di contratti derivati. Una situazione che dovrebbe riportare l’exchange di criptovalute alla normalità e fuori dal mirino di FCA, CONSOB e BaFin, nonché di tante authority minori in altre aree geografiche.

Binance Coin: l’opinione di Criptovaluta.it sul medio e lungo periodo

A prescindere da quali saranno i movimenti di brevissimo periodo, con una volatilità alta e incertezza di difficile lettura, riteniamo che BNB sia comunque uno dei progetti più interessanti sui quali investire con ottica di medio e lungo periodo.

Il passaggio di Ethereum ad un sistema di validazione PoS non renderà BSC obsoleta e i prezzi di target – come da noi indicati nello speciale dedicato alle previsioni BNB – sono sia per il lungo che per il medio periodo molto interessanti. Il prezzo di oggi, che si aggira intorno ai 400$, potrebbe essere l’ultima occasione da cogliere per chi è alla ricerca di un’alternativa ai token e coin più blasonati sul mercato.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *