Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ethereum: che succede? | Target e analisi sul momento di $ETH

Ethereum: che succede? | Target e analisi sul momento di $ETH

Ethereum fatica a riprendere il suo massimo storico? Oppure si tratta di un normalissimo ciclo, che è in questo momento attraversato anche dai suoi principali avversari sul mercato? Con Bitcoin che spinge verso la riconquista di livelli più interessanti, è il momento di fare il punto della situazione su ETH.

Con il mercato da testare che sarà intorno a quota 3.400$, per ora resistenza simbolica e tecnica che sembrerebbe molto difficile da superare, almeno fino a quando BTC non riconquisterà definitivamente quota 47.000$.

Analisi Ethereum - cosa c'è da sapere
L’analisi sul momento di Ethereum – di Criptovaluta.it

I prezzi – sicuramente non esorbitanti – potrebbero essere una buona occasione per investire su ETH, in attesa dell’avvicinamento ai target price che sono stati fissati anche dalle nostre previsioni.

Come sfruttare il momento – I Segnali:

💻DOVE INVESTIRE⏳INTRADAY🎮PROVA GRATIS💡TP Breve / Medio📈LONG TERM
1- eToro [CFD e Reale]BUY🟢DEMO GRATUITA!4.000$ / 4.500$Acquisto🟢
2- Capital.com [CFD]BUY🟢DEMO GRATUITA!4.000$ / 4.500$Acquisto🟢
Segnali, outlook e intermediari per operare su Ethereum

Il lag di Ethereum dietro Bitcoin e contro i principali concorrenti

Gli investitori in Ethereum non hanno attraversato una periodo facile$ETH ha infatti perso prima i 4.000$ faticosamente riconquistati, poi ha corretto fino in prossimità dei 3.000$, anche in concomitanza dello sconquasso creato dalla fake news su Litecoin.

La giornata si è però aperta in modo molto diverso da quanto si aspettavano gli analisti: Bitcoin ha prima riconquistato i 45.000$, poi ha superato quasi agilmente la soglia dei 46.000$, di forte valenza tecnica, trascinando con se un po’ tutto il settore, con qualche rarissima eccezione.

Ethereum ha seguito, avvicinandosi a grandi falcate a 3.400$ pur non riuscendo a superarlo in modo stabile, cosa che rimarrà in ballo per le prossime ore e probabilmente per tutta la notte, in quella che sembrerebbe essere a tutti gli effetti una fase di accumulazione, in attesa di una prossima bull run.

L’ecosistema è in piena salute

E questo grazie alle decine di progetti che girano all’interno del protocollo di Ethereum, spesso offrendo maggiore scalabilità come fa Polygon, oppure servizi aggiuntivi come i marketplace di token non fungibili. Una centralità del protocollo che non sembrerebbe essere messa in discussione anche dalla recente ascesa di Solana e di Algorand, entrambe tra le migliori delle ultime settimane.

Un buon segno, perché come diciamo da un po’ sulle pagine di Criptovaluta.it – in realtà ci sarà spazio, in particolare nel mondo della finanza decentralizzata – per una crescita organica di tutti i principali protocolli che ci girano intorno.

La prova del 9 rimane il passaggio a PoS

Quantomai necessario ora che tutti i principali concorrenti di Ethereum possono offrire un output maggiore di transazioni e costi infinitamente più bassi. Finché ETH rimarrà su un sistema PoW non avrà strumenti per combattere alla pari con protocolli che sono basati sulla proof of stake o addirittura in sharding.

Un passaggio sul quale, lo ricordiamo ai nostri lettori, sono al lavoro tutti gli sviluppatori di Ethereum – con gli EIP rimasti in sospeso che probabilmente lo saranno fino al merge, ovvero fino alla congiunzione tra la testnet che già gira con il nuovo protocollo e la mainnet.

I livelli di prezzo importanti per le prossime ore

Per le prossime ore ci saranno diversi livelli di prezzo ai quali guardare per capire come potrebbe orientarsi il trend. Il superamento dei 3.400$ è la prima resistenza fondamentale con la quale fare i conti, superata la quale potrebbe esserci spazio quantomeno fino ai 3.480$, per poi puntare direttamente verso i 3.600$.

Per quanto riguarda invece il mantenimento del trend attuale, ETH dovrà difendere i 3.320$ prima e i 3.250$ poi, ritenuti dalla maggioranza degli analisti, degli strumenti e delle distribuzioni di mercato i valori barricata per evitare nuovi ribassi.

Mercato dei futures fiacco: volumi fermi da agosto

Se su Bitcoin abbiamo assistito ad un leggero aumento dell’open interest dei futures, per Ethereum non abbiamo nulla di tutto questo, fatta cezione per la settimana terribile tra il primo settembre e il 6 dello stesso mese.

Open interest su Futures di Ethereum
Mercato dull – che apre a molti scenari

Una sorta di dull market che rende però possibile un rapido innesco di una bull run – che troverebbe autenticamente delle praterie con maggiore facilità di superare le resistenze attualmente presenti sul mercato. Qualcosa che continueremo a monitorare.

Fee in discesa, ma non troppo

Il London Upgrade ha fatto in parte il proprio ruolo, contribuendo al ritorno delle fee sul livello di marzo scorso. Tuttavia questo non sembrerebbe essere ancora sufficiente, perché in concomitanza di un nuovo boom per i NFT si è avuto, come diventa chiaro dal grafico che riportiamo, un nuovo boom, seppure lontanod ai livelli raggiunti durante lo scorso luglio.

FEE ethereum, andamento
Un miglioramento nell’andamento delle commissioni, ma non definitivo

Tornando a quanto abbiamo detto poco sopra, sarà necessario il passaggio ad un nuovo sistema di validazione affinché non ci siano più colli di bottiglia causati anche dalle elevate commissioni, almeno rispetto ai network concorrenti. Le nostre previsioni Ethereum, in particolare in vista del passaggio a ETH 2.0, sono più che mai rialziste e fiduciose, oltre il rumore del brevissimo periodo, che riusciranno a raggiungere i target price fissati dai nostri specialisti.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *