Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Gli italiani investono in Bitcoin | Ma amano anche Cardano e Algorand…

Gli italiani investono in Bitcoin | Ma amano anche Cardano e Algorand…

Arrivano i dati in esclusiva dalla piattaforma eToro su come stanno investendo gli italiani sul mercato delle criptovalute. E sebbene molte delle scelte dei nostri connazionali siano relativamente scontate, in realtà abbiamo diverse sorprese, anche presso un broker che offre a listino soltanto il top del mercato.

Una situazione, quella italiana, che ricalca quasi perfettamente quella europea, interessante perché parliamo della prima piattaforma europea per gli investimenti su criptovalute anche per volumi spostati.

eToro - come investono gli italiani
Gli italiani investono su Bitcoin – ma non solo

Prima anche perché in grado di offrire diversi servizi esclusivi  che possiamo testare sulla piattaforma eToro senza spendere nulla – vai qui per ottenere un conto demo gratis con le funzionalità top – come il CopyTrader per copiare i migliori oppure i CopyPortfolios per muoversi su panieri di cripto già diversificati.

Ricordiamo ai nostri lettori che provare non costa nulla – e che con soli 50$ potremo passare ad un conto reale per investire su tutte le criptovalute.

Bitcoin è il re, ma ancora per quanto?

Nulla di nuovo per quanto riguarda il primo posto, con Bitcoin che continua ad essere il più scambiato sulla piattaforma di eToro. Quello che però rileva maggiormente è che la crescita in termini di volumi su questo asset è stata solo del 5%. Diciamo solo, perché in realtà altre criptovalute sono cresciute su livelli molto più interessanti.

Al secondo posto, come vedremo c’è infatti una sorpresa, con Ethereum che, secondo i dati diffusi dal crypto specialist della piattaforma Simon Peters, è stato scalzato da una new entry sul podio.

Cardano al secondo posto, Ethereum al terzo, e poi…

Al secondo posto troviamo infatti Cardano, che da un lato è stato spinto dall’arrivo degli smart contract sulla sua piattaforma, dall’altro dalla possibilità di fare staking automatico su eToro, che è stata inaugurata dalla piattaforma durante lo scorso trimestre.

Il terzo posto è invece occupato da Ethereum, che precede il meme coin per eccellenza Dogecoin. Una situazione forse più attesa e prevedibile sulle posizioni lontane dalla prima.

Come investono gli italiani sugli altcoin minori

Per quanto riguarda gli altcoin di minore impatto in termini di capitalizzazione abbiamo al quinto posto Ripple, seguito poi da Tron e da IOTA, con quest’ultima che durante lo scorso trimestre ha attirato diversi investitori anche grazie all’importante crescita mostrata a mercato.

Siamo pertanto nel pieno alveo delle 45 criptovalute scelte da noi per l’investimento, con gli italiani che apprezzano anche Shiba Inu Token, al 15esimo posto tra le 31 criptovalute disponibili presso la piattaforma, e poi Enjin al ventiseiesimo posto. Una situazione anche questa prevedibile, anche se per il meme token prevediamo una grande crescita in termini di investimento con i prossimi dati che arriveranno, data anche la crescita e il boom dell’ultima settimana.

Nel complesso gli italiani seguono le nostre indicazioni in termini di investimento sulle criptovalute – con qualcuna che riteniamo che presto arriverà ad occupare spazi ben più importanti. Polygon ha avuto una crescita per volumi di scambio su eToro superiore al 470%, mentre Algorand è cresciuta addirittura dell’869%.

Agli italiani pertanto piace anche diversificare, sempre però guardando a progetti molto solidi e che possano offrire una buona solidità in termini anche di prospettive future. Tutto questo in dati che riportano il trimestre più buio dell’ultimo anno. Con la ripresa della crescita per Bitcoin, alla quale seguirà una nuova mini-stagione per gli altcoin, siamo certi che gli investitori italiani continueranno ad investire sempre di più.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *