Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / MATIC compra Mir per 400 milioni | Pagamento effettuato in Crypto

Matic acquista Mir

MATIC compra Mir per 400 milioni | Pagamento effettuato in Crypto

Nuovo colpo di magia di Polygon $MATIC, con il gruppo che gestisce l’intero protocollo che ha deciso per l’acquisizione di Mir, startup che si occupa di scalabilità di Ethereum.

Una mossa che vale 400 milioni di dollari, che saranno pagati in $MATIC agli attuali detentori dei diritti di proprietà. Una mossa importante, che dimostra, a pochi giorni dall’importantissima conference per il gruppo che c’è ancora molto che bolle in pentola.

Mir comprata da Matic - ecco perché
Matic compra Mir – pagamento in $MATIC da 400 milioni

Tutto questo in una giornata complicata anche per $MATIC, che perde in doppia cifra, offrendo un buon punto di ingresso a chi dovesse aver perso l’ultimo treno. La possiamo trovare sulla cripto-piattaforma top eToro – vai qui per ricevere un conto virtuale gratuito al 100% con tutte le funzionalità – intermediario di grandissimo spessore è ad oggi tutto quello di cui abbiamo bisogno per essere in pari con gli investitori professionali sulle criptovalute.

Possiamo sfruttarlo anche per il CopyTrader, sistema che permette di copiare i migliori investitori sulla piattaforma e di spiare come si stanno muovendo. Per chi correttamente gradisce anche investimenti diversificati ci sono a disposizione anche i CopyPortfolios – che offrono in un titolo singolo il meglio del mondo delle criptovalute. Con 50$ possiamo passare ad un conto reale.

Leggi anche: recensioni eToro

Matic Polygon fa shopping: acquisita la startup MIR

MIR è un nome forse poco noto tra i non appassionati di ecosistema Ethereum, anche se il suo valore di mercato è indubbiamente un ottimo biglietto da visita. Parliamo di una startup che è da sempre attiva nella scalabilità della rete di Ethereum, comparto dove ovviamente è già attivo Matic da tempo.

In soldoni – e senza entrare troppo nel tecnico – il sistema di proprietà di Mir permette di avere diverse transazioni Ethereum validate soltanto da un singolo evento, cosa che permette un’enorme scalabilità su un network che, ormai da mesi, è altamente congestionato.

Non è inoltre la prima volta che il gruppo è attivo in questo tipo di acquisizioni. Soltanto la scorsa estate $MATIC aveva sborsato poco più di 250 milioni di dollari di controvalore, che ha permesso l’acquisizione di Hermez Network, anche questo attivo nella medesima nicchia.

  • Il perché dell’acquisizione

Semplicemente perché lo scopo dichiarato di Polygon Matic è di diventare una soluzione di scalabilità su Ethereum combinando diversi canali e diverse possibilità, una sorta di hub generale per chi ha necessità di non passare direttamente dalla congestionata rete di Ethereum per le sue operazioni e transazioni.

Non sarà l’ultima acquisizione del gruppo

Il gruppo di Polygon Matic è un gruppo che ha già in cantiere altre acquisizioni, in particolare nel settore del gaming su blockchain e anche nel mondo dei NFT, almeno secondo quello che riportano i bene informati. Una situazione che fa il paio con una crescita importante di valore per l’intero ecosistema, che oltre ad aumentare di marketcap si sta ritagliando uno spazio importante nelle soluzioni di finanza decentralizzata che sfruttano la rete Ethereum rendendola però più efficiente e scalabile.

Soluzioni molto apprezzate dal mercato, che hanno ricevuto il placet anche da parte di Vitalik Buterin – il comandante in capo di Ethereum. Segno questo che ci sarà ancora bisogno di questi sistemi anche quando Ethereum sarà passato alla versione 2.0. Motivo per il quale il token rimane tra i primi del nostro portafoglio cripto di investimento, dove abbiamo inserito $MATIC già in tempi non sospetti.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *