Home / Bitcoin e criptovalute arrivano su Fineco! | La nostra prima analisi

Fineco Cripto analisi

Bitcoin e criptovalute arrivano su Fineco! | La nostra prima analisi

Anche Fineco salta sul carro dei prodotti finanziari basati sulle criptovalute. Il gruppo ha iniziato ad inviare i nuovi contratti che includeranno la possibilità di fare trading su strumenti OTC, che avranno come sottostante futures sulle principali cripto.

Fineco CFD su Cripto futures
Anche Fineco nell’agone delle criptovalute

Un passo in avanti importante per uno degli intermediari che sono più diffusi in Italia come piattaforma per gli investimenti, che si dota finalmente di strumenti che permetteranno esposizione anche verso Bitcoin & co.. Con un ma: si tratterà di strumenti OTC (vedremo più avanti cosa significa) che saranno derivati replica di un altro derivato.

Fineco apre alle criptovalute: ecco che tipo di strumenti saranno disponibili

Fineco è uno dei gruppi più noti e utilizzati in Italia da parte di chi vuole fare investimenti sui Mercati finanziari in totale autonomia. La notizia interessante per chi bazzica nel mondo delle criptovalute è che il gruppo inizierà ad offrire dei CFD, ovvero dei contratti per differenza, che replicheranno i futures su Bitcoin e su altre criptovalute. Cerchiamo di capire insieme di cosa si tratta.

  • CFD

Sono contratti per differenza, ovvero gli strumenti che vengono offerti ad esempio anche dalle piattaforme di trading di cui parliamo spesso anche sulle pagine di Criptovaluta.it. In soldoni non si tratta di un acquisto diretto di Bitcoin o di Ethereum ma di strumenti che ne replicano il prezzo.

  • Sarà replicato il prezzo dei futures a più breve scadenza

E non il prezzo spot di Bitcoin. Così come avviene ad esempio per gli ETF che sono stati già approvati negli Stati Uniti. Una scelta curiosa che marca la differenza tra Fineco e le piattaforme che abbiamo recensito su Criptovaluta.it.

  • Prodotti OTC

I CFD sono prodotti OTC, ovvero degli strumenti che sono validi soltanto tra noi e il broker. Non possono essere scambiati verso terzi e non avremo effettivamente in portafoglio i token e i coin. Sono in questo senso degli strumenti pienamente finanziari e non di detenzione della criptovaluta.

  • Anche le opzioni

Secondo quanto è stato diffuso da Fineco saranno disponibili anche delle opzioni, strumenti interessanti per chi deve coprirsi, nell’alveo di un investimento più complesso, con le oscillazioni di prezzo del mercato cripto.

Una mossa sicuramente importante da parte di un gruppo che oggi è il primo in Italia per gestione di investimenti diretti, sebbene permangano dei dubbi sull’effettiva utilità di questo intermediario al fine di fare trading in modo efficace, utile e vantaggioso. Dubbi dei quali parleremo tra poco.

A cosa guardare prima di scegliere Fineco

Ci sono pochi dubbi sul fatto che Fineco sia una discreta piattaforma per fare investimenti sui principali mercati finanziari. I dubbi più consistenti rimangono in relazione a quanto verrà offerto da questi strumenti.

  • Spread

Gli strumenti come i CFD presentano un discostamento tra il prezzo di mercato e quello che viene praticato dal broker stesso. Gli Spread, in particolare in momenti di volatilità alta sul mercato, possono diventare estremamente punitivi.

  • Commissioni

I futures presentano un piano di costi molto complesso, che in parte finisce per traslarsi sul prezzo di replica. Potremmo trovarci a spendere considerevolmente di più di quanto spenderemmo non solo con l’acquisto diretto tramite exchange, ma anche rispetto a quelle piattaforme che offrono CFD che hanno però replica del prezzo spot di Bitcoin e delle altre criptovalute.

eToro vs Fineco Crypto: chi conviene?

Difficile fare per il momento un paragone tra eToro e Fineco, in quanto per quanto riguarda il secondo non abbiamo ancora un tracciato completo per quanto riguarda gli spread applicati. Possiamo però farlo con quanto sappiamo già da adesso.

  • Analisi e strumenti aggiuntivi

Vince sicuramente eToro, che come è noto ai nostri lettori offre tutto un nucleo di strumenti fintech che consentono di accedere al mercato cripto anche con la copia delle posizioni altrui o tramite Smart Portfolios. Anche la piattaforma di eToro è più immediata da utilizzare pur offrendo il top in termini di analisi. Possiamo testare la piattaforma anche con un conto demo gratuito di eToro che include tutti gli strumenti che abbiamo descritto fino a qui.

  • Listini

eToro offre 55+ criptovalute e offre rispetto a Fineco una maggiore profondità di investimento. Anche se in futuro Fineco dovesse allargare il suo listino, rimarrà il fatto che potrà farlo soltanto con quelle criptovalute che offrono un future su qualche mercato. eToro replica invece il prezzo spot e pertanto può permettesri anche in futuro di aggiungere altre cripto al listino liberamente.

Binance vs Fineco

Il paragone con Binancevai qui per aprire un conto gratuito – è ancora più importante, perché parliamo di due modi radicalmente diversi di approcciarsi ai mercati finanziari.

  • Binance consente l’acquisto diretto di cripto

E ci consente anche di trasportarle poi all’esterno della piattaforma, cosa che invece non è possibile per chi opererà tramite Fineco.

  • Piano di costi radicalmente diverso

Binance applica delle commissioni quando versiamo denaro e quando acquistiamo cripto (anche se in misura molto ridotta). Fineco dovrà invece applicare commissioni relative ai CFD, in aggiunta allo spread e anche ai costi traslati del future. Questo dovrebbe rendere (ma lo sapremo con maggiore precisione in futuro) Fineco decisamente meno conveniente.

  • Listini

Anche qui la differenza tra i due canali sarà evidente anche in termini di listini. Binance è tra i più forniti anche per quanto riguarda le criptovalute emergenti e di grido. Fineco, per ovvi motivi, non potrà neanche soltanto lontanamente avere un’offerta di questo tipo.

Capital.com vs Fineco

L’ultimo dei paragoni fa fatto con Capital.com, piattaforma anch’essa CFD ma che è dotata al tempo stesso di tanti strumenti aggiuntivi rispetto a Fineco.

  • MetaTrader, WebTrader vs Fineco

Capital.comche qui possiamo testare in demo gratuita – ci offre un quadro di piattaforme disponibili molto interessante. È qui infatti che abbiamo a disposizione MetaTrader 4, all’unanimità riconosciuta come la migliore piattaforma per analisi e operatività sul trading.

  • 260+ cripto presenti

Il listino di Capital.com è tra i più completi al mondo, nonostante si tratti di un intermediario che offre anche altri tipi di titoli finanziari. La superiorità su quanto verrà offerto da Fineco è soverchiante.

Criptovalute su Fineco: Comunque una buona notizia

Anche se in attesa delle future implementazioni di Fineco la sua offerta non sembrerebbe comunque essere tra le più solide sul mercato, si tratta comunque di un ottimo passo in avanti per il mondo delle criptovalute, che entra sul mercato retail italiano dalla porta principale.

Certo, strumenti non per tutti e che probabilmente non saranno appetitosi per gli investitori più scafati. Ma comunque un ottimo segno per il lungo cammino della normalizzazione del mondo cripto.

Info su Gianluca Grossi

Capo-redazione ed analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

Iscriviti alla newsletter

4 commenti

  1. ogni volta che leggo di CFD mi viene un crampo allo stomaco…
    lasciate i CFD a chi (non) se ne intende, i CFD vi fregano sia con i costi sia con le liquidazioni obbligate.
    Volete comprare crypto? Compratele davvero (ormai ci sono più exchange che banche!) e lasciate stare ‘ste truffe/vaccate di derivati!

    E’ comunque un bene che Fineco abbia aperto alle crypto, anche se con questa finta via (perchè ribadisco Fineco NON vi permette di acquistare davvero crypto ma solo delle sbiadite copie)? Possiamo parlarne, certo, ma la mia risposta è più sul negativo che sul positivo, come si sarà capito 🙂

    • Non siamo così d ‘ accordo perchè i CFD sono paradossalmente più indicati per alcune specifiche caratteristiche di trading , ideale per lo più per chi vuole iniziare con piccole somme.

      • su questo la pensiamo diversamente, è vero, direi che siamo proprio agli antipodi.
        Personalmente penso che i CFD siano per gente che conosce molto bene il mercato, e dunque sono uno strumento totalmente inadatto ai principianti!

        • Le piattaforme per cfd permettono , a differenza di exchange puri , di fare formazione diretta e migliorare la propria esperienza ( vedi account demo ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *