Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 ore

Home / Le criptovalute più forti della settimana: Bitcoin, Ethereum e Cardano

Le criptovalute più forti della settimana: Bitcoin, Ethereum e Cardano

Si è appena chiusa una settimana di contrattazioni molto positiva all’interno del comparto Criptovalute. I tre re indiscussi, a giudicare dai guadagni conseguiti sui mercati, sono senza ombra di dubbio Cardano, che ha battuto ogni previsione sull’intero anno superando quota 0,65$, Bitcoin, che è tornato sopra quota 40.000$ per poi correggere ma rimanere stabile sopra quota 39.000$ e Ethereum, che ha superato il suo massimo storico e oggi si aggira tra i 1.620$ per token e i 1.700$.

Top cripto per crescita 7 febbraio
Le TOP cripto della settimana 1-7 Febbraio

Una settimana molto interessante, con i mercati e gli investitori che hanno risposto presente alle tante notizie positive arrivate sui mercati, che andremo a riassumere nella nostra analisi settimanale delle criptovalute.

Bitcoin torna a correre: complici VISA e PayPal

Fino a qualche settimana fa avremmo considerato un aiuto così, da parte dei principali processor di pagamenti in fiat currency semplicemente assurdo. E invece prima Visa ha ammesso di essere pronta ad incorporare le criptovalute, poi PayPal ha confermato che da fine Marzo incorporerà, all’interno della sua gestione, anche il mondo di BTC.

Entrambe le fasi beta sono andate molto bene, con gli utenti dei due gruppi dei pagamenti digitali ed elettronici che hanno fatto registrare dei dati molto interessanti sull’utilizzo. Questo non ha potuto che ripercuotersi sul prezzo di Bitcoin, che è tornato ben al di sopra dei prezzi che abbiamo visto nelle ultime 2 settimane.

In molti sono tornati ad acquistare Bitcoin, sia in modalità diretta, sia utilizzando intermediari che offrono anche strumenti per il trading. Su eToro – che offre anche un conto demo – è boom di transazioni e di posizioni long, che segnalano un sentiment molto positivo, anche intorno ai massimi di prezzo storici di BTC.

Ethereum è pronto per i suoi primi Futures

Altre grandi notizie arrivano dal mondo di Ethereum. ETH è infatti pronto per il debutto, al CME, del suo primo future, una sorta di ballo delle debuttanti per qualunque tipo asset finanziario. Fino ad oggi si erano scambiati, sul mercato più importante e istituzionale del mondo per i derivati, soltanto contratti sui Bitcoin.

Anche l’avvicinarsi di questa importantissima scadenza ha avuto delle ripercussioni molto importanti sul prezzo di ETH, che ha infatti superato i massimi storici, con una crescita settimana su settimana di oltre il 20%. Importante? Assolutamente sì, perché Ethereum, al contrario di Bitcoin, arrivava da un’altra settimana molto importante.

Potrebbe esserci una correzione? Assolutamente sì. Ma ci sono anche strumenti e intermediari per sfruttarla. Con Capital.com si può aprire un conto gratis demo e poi iniziare ad investire, anche su eventuali ribassi, tramite i contratti CFD che offre all’interno della sua piattaforma.

Chi ha vinto la battaglia tra le minori

Anche nel settore delle criptovalute cosiddette minori ci sono stati movimenti molto positivi. La palma di criptovaluta con la più grande crescita della settimana va a Cardano – che anche oltre le più rosee previsioni su ADA ha fatto registrare quasi un raddoppio del suo valore di mercato.

Ottima anche la performance di Stellar, che sta rinforzando il suo ruolo di antagonista diretta di Ripple e chiude la settimana intorno a quota 0,40$ per singolo token. E citazione di merito anche per Binance Coin, il Coin privato dell’ottimo exchange Binance che ha fatto registrare crescita superiore al 60%.

Una grande settimana per le criptovalute – che apre ad un periodo sì di volatilità, ma anche di opportunità sicuramente solide. Su Criptovaluta.it continueremo a pubblicare news e aggiornamenti giornalieri sull’andamento dei principali token, per anticipare i trend e entrare nel mercato al momento giusto.

Info su Gianluca Grossi

Laureato in Giurisprudenza, è esperto di investimenti in criptovalute. Ha già investito in passato in BitCoin, DogeCoin, Ethereum e XRP.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *