Siamo su:

Yahoo FinanceMilano FinanzaAffari italianiAdnkronosilSole24 oreIl Tempo.itAskanews

Home / Ethereum: nuovo ATH | Fine dei record? Ecco il perchè…

Ethereum: nuovo ATH | Fine dei record? Ecco il perchè…

Finalmente ci siamo. Dopo averlo lambito per diverse volte nell’ultima settimana, Ethereum ha superato il suo massimo storico, facendo registrare un nuovo record sopra quota 4.400$.

Un ottimo segnale per una blockchain e relativo token che sono, a nostro avviso ingiustamente, vittime di una campagna di attacco, sebbene a bassa intensità, sulla stampa anche specializzata. $ETH ha invece risposto presente – quando in Italia erano le primissime ore del mattino, il coin ha superato il suo vecchio record.

Ethereum nuovo massimo storico
Ethereum è l’altcoin più in forma da maggio scorso

Conferma questa di una stagione di mercati bullish anche per il settore altcoin. Possiamo investirci con eToro – vai qui per ottenere un conto virtuale gratuito, con tutte le funzionalità TOP accessibili da subito – exchange unico anche per quanto riguarda il crypto trading automatico, dato che offre il sistema di CopyTrader – per copiare i migliori oppure spiare come stanno operando sul mercato.

Abbiamo a disposizione i CopyPortfolios – prodotti che permettono di investire in diverse cripto – tra le 35+ presenti su eToro – in un solo titolo. Ci bastano 50$ per investire con un conto reale.

Nuovo massimo storico per Ethereum, che si conferma re degli altcoin

La situazione, se elencassimo il rapporto tra il prezzo attuale e il massimo storico per tutti gli altcoin, diventerebbe immediatamente più chiara. Ethereum ha superato il livello di prezzo che aveva raggiunto durante la precedente run e prima del grande crollo di maggio e giugno, mentre il resto del comparto, anche se ad alta capitalizzazione, è ancora ad una grande distanza da quei livelli.

Cosa che possiamo dire di Binance Coin, che nonostante l’ottimo stato di salute del suo exchange di riferimento è ancora a distanze siderali dal suo massimo storico – ovvero a più del 20%, senza pensare a Ripple ma anche a tutto il settore degli altcoin storici come Litecoin o BCH.

Pertanto, sebbene Bitcoin abbia aperto le danze tornando in anticipo su tutti verso i suoi massimi storici – fino ad adesso, della vecchia guardia, è stato soltanto Ethereum a seguirlo.

Grande fame per i protocolli DeFi – ed è questa la prima spinta per Ethereum

Sempre leggendo gli stessi dati di mercato, ovvero l’andamento dei prezzi delle ultime settimane, emerge un altro dato estremamente chiaro. Ovvero il grande interesse del mercato per tutti quei protocolli che possono offrire infrastrutture solide di finanza decentralizzata, passando possibilmente anche dal mondo dei NFT.

In quest’ottica si potrebbe spiegare il cammino pressoché parallelo anche di qualche concorrente della rete Ethereum, come potrebbero essere Solana e, sebbene non in competizione diretta, uno dei L2 più importanti, ovvero $MATIC.

Dove può arrivare Ethereum nei prossimi giorni?

I mercati sono in relativo subbuglio e – complice anche una mini season dei meme token, stanno attraversando una fase di grandissima volatilità e di interventi mordi e fuggi anche da parte dei grandi speculatori.

Leggere queste situazioni è sempre molto difficile – anche se dovessimo cercare sostegno negli strumenti dell’analisi tecnica. Riteniamo che la domanda più intelligente che un investitore potrebbe e dovrebbe farsi nelle prossime ore è quanto può ancora durare la bull run di ETH e se il nuovo massimo storico sarà trampolino o muro invalicabile per il prezzo.

A questo scopo un po’ di analisi fondamentale e degli eventi in blockchain può essere di grande aiuto – e possiamo subito sottolineare come si stia verificando, anche se per motivi diversi – la stessa cosa che abbiamo visto con Bitcoin – ovvero una fuga di $ETH dagli exchange.

Certo, qui la compressione è sostenuta anche da questioni che riguardano ad esempio il burn introdotto con il London Upgrade, così come lo staking per ETH 2.0, che per TVL è già tra i primi al mondo, dietro Solana e Cardano. Con una carenza ormai cronica di ETH da riversare sul mercato – anche i miner da qualch tempo a questa parte ne hanno sempre meno – la pressione di vendita può essere difficile da organizzare per gli orsi.

Certo è che in una situazione di mercato di questo tipo tutto può succedere – e per chi non vuole cavalcare volatilità e rapidi cambiamenti di prezzo, sarebbe il caso di tirare i remi in barca e guardare ai nostri target price su ETH. Con livelli di prezzo che qualcuno accusa di essere fantasiosi, ma verso i quali ci stiamo dirigendo a tutta forza.

Info su Gianluca Grossi

Analista per Criptovaluta.it - divulgatore per blockchain, Bitcoin e criptovalute in generale. Solida formazione tecnica, si occupa del comparto dal 2015. Segue da vicino gli ecosistemi di Ethereum, Solana e Fantom.

4 commenti

  1. due giorni fa è andato up Altair (l’ultimo upgrade di eth prima del passaggio 100% proof of stake: era un po’ la prova generale) in maniera perfetta. Eth ha dietro di sè una comunità estremamente vasta e preparata, che sta spingendo sempre più sulla decentralizzazione (a breve si potrà gestire un nodo “light” addirittura dal cellulare… non servirà il computer della Nasa). Decentralizzato, green, sicuro (a differenza di altri, non faccio nomi). Domina defi e nft. Ha layer 2 che lo rendono scalabile a dismisura. Sinceramente mi sembra una scommessa vinta in partenza (non sono scaramantico)… più di metà del mio wallet è composta da eth.

  2. 3 regole per fare trading
    1) non dare mai ascolto a quello che scrivono altri analisti, anzi evita proprio di leggere
    2) fatti un’idea personale dell’andamento, non condizionata da altri pareri
    3) vai controcorrente

    L’unica volta che ho venduto i dollari per aver letto articoli come quelli che scrive questo signore, quando tutti dicevano di vendere perchè sembrava una catastrofe, avrei potuto guadagnare molto di più
    Ricorda che nessuno può prevedere il futuro, basati solo sul tuo sentiment

    • Forse ha sbagliato sito, sà penso stia proprio scrivendo col sentiment di quelli che, offesi dalla bontà animale delle nostre parole, stanno piangendo perchè qui si sta facendo la storia della crypto informazione italiana.

      Che dire? Statece 🙂

    • ciao Silvia, ti do la mia versione (sviluppata in un anno e mezzo di trading cripto, quindi non certo super-navigata) 🙂
      1) leggi più analisti che puoi, e tieni in maggiore considerazione le analisi degli analisti indipendenti (principalmente li trovi su twitter: van de Poppe, PlanB, Willy Woo, Will Clemente giusto per citare i primi 4 che mi vengono in mente) . Non ascoltare per nulla quanto scritto dai rappresentanti di banche/fondi, o meglio, ascoltatalo giusto per sapere cosa la massa si sentirà dire. Leggi vari siti dedicati, e tieni in maggiore considerazione gli articoli che sono scritti con cognizione di causa; salta quelli con evidenti errori (fatti in buona o cattiva fede). Fatti un’idea di chi scrive e cosa pensa (dopo 3-4 articoli di solito si capisce)
      2) d’accordissimo: dopo che hai preso più informazioni possibili fatti un’idea personale e segui quella. ma idee fatte sul nulla non valgono niente: quindi leggi più che puoi
      3) andare controcorrente ha dei pro e dei contro. o meglio: c’è il momento (e il posto) in cui è meglio andare controcorrente, ma a volte è un suicidio. In momenti di forte crescita prolungata, ad esempio, è folle vendere.

      Ora i tre consigli più personali:
      4) dopo aver fatto una scelta, nessun rimorso. Se scegli di vendere/comprare dai tempo qualche giorno alla tua scelta di fruttare, non cancellarla tempo 10 minuti. Se ancora si dimostra una scelta sbagliata, pace. Capisci perchè era sbagliata e cerca di non rifarla in futuro.
      5) non pretendere di guadagnare il massimo. è impossibile. ogni giorno ci sono cripto che fanno +10%: quando le vedi non incazzarti! ce ne sono anche che fanno il -10%. Se vendi dopo che hai fatto un +15% e la cripto fa un altro +5%, pace. Se compri dopo che una cripto ha fatto -30% e prima di stabilizzarsi e tornare a salire fa un altro -10%, pace. E’ impossibile vendere al picco massimo e comprare al picco minimo 🙂
      6) c’è sempre una componente di casualità imprevedibile. Non tutto è sotto il tuo controllo. Certe volte guadagnerai anche facendo scelte errate perchè ad esempio microsoft sceglie di usare la cripto che avevi in portafoglio ma stava declinando; certe volte perderai anche con ottime scelte (perchè se gli USA bandiscono le cripto, tanto per fare esempi improbabili, crolla tutto del 30/50%, chi più chi meno)

      In pratica: c’è una componente di abilità (che deriva dalle tue conoscenze) e una di culo. Ma nel lungo periodo il culo va e viene, l’abilità rimane. Per non dire che nel lungo periodo il mercato cripto 99 su 100 salirà, e questo in percentuale conta probabilmente di più di culo & bravura 🙂

      ciao!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *