Home / News / Estrazione Ethereum a scopo umanitario? Ecco il primo test dell’Unicef

Estrazione Ethereum a scopo umanitario? Ecco il primo test dell’Unicef

L’Unicef ha ideato un originale progetto nei confronti delle criptovalute e per aiutare le popolazioni colpite dalla guerra in Siria. Si tratta, di un progetto ancora in fase di test e per utilizzare le valute digitali come risorse di finanziamento per le varie iniziative comunitarie in cui la stessa è coinvolta. Le criptovalute, infatti, si sono diffuse con successo come attività di investimento online. E un utilizzo come moneta virtuale in ambito umanitario, è una delle novità più interessanti che si prospettano in merito.

Estrazione Ethereum nel progetto sperimentale dell’Unicef per aiutare i bambini siriani

Con il nome di Game Chaingers e fino al 31 marzo 2018, sarà possibile entrare a far parte di questo nuovo progetto dell’Unicef.

L’obiettivo? Unire tanti videogiocatori in una unica rete e avviare una massiccia attività di estrazione dell’Ethereum, ovvero di una delle criptovalute più note e posta al secondo posto per capitalizzazione rispetto alle maggiori e più utilizzate come valute digitali.

In poco meno di due mesi gli aderenti al progetto sperimentale dell’Unicef, potranno scegliere di minare l’Ethereum e destinarne il ricavato in un account che Unicef ha creato in merito. Lo stesso, sarà poi utilizzato per le varie campagne pubblicitarie per aiutare i bambini siriani colpiti dalla guerra.

Cos’è l’Ethereum e quali sono i metodi ad oggi più utilizzati per minarli?

etheruem unicef
Etheruem, scopi umanitari Unicef

L’Ethereum, nasce nel settore delle criptovalute nel 2013 ad opera di Vitalik Buterin e ad oggi, presenta una quotazione sopra i 700 dollari. Perché la scelta sull’Ethereum per fondare questo progetto? Tra i motivi, potrebbero esserci quelli inerenti ad una criptovaluta molto utilizzata tra le valute digitali rispetto ai Bitcoin (esposti tra l’altro in questo periodo ad una forte volatilità) e con una posizione in podio rispetto alla classifica sulle migliori criptovalute online.

E’ poi da considerare che l’Ethereum rispetto alle alte volatilità delle principali criptovalute è nelle sessioni di Febbraio 2018 comunque su valori abbastanza stabili e con ribassi sotto l’1%. Di contro, vi è una quotazione nelle prime sessioni di Febbraio 2018 molto più variabile rispetto alla prima criptovaluta come il Bitcoin, che ne ha portato ad una probabile esclusione.

Come minare Eth? Diverse le tipologie di mining attive al momento e per la creazione di una nuova moneta. Innanzitutto è da creare un portafoglio elettronico che contenga gli Ether e munirsi di una scheda video di fascia alta. Il mining attraverso il Pc, è una delle modalità più utilizzate, seguiti da processi di estrazione della valuta digitale hardware specializzati o pool specializzate.

Info su Iolanda Piccirillo

Appassionata di finanza sin dalle superiori, da oltre 4 anni realizzo contenuti di carattere economico e guide di trading online sui migliori assets comprese le criptovalute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *