Home / Dash: Guida definitiva sulla criptovaluta / Che cosa sono i Dash coin ?

Che cosa sono i Dash coin ?

Negli ultimi anni si è sentito sempre più spesso parlare di criptovalute. Il motivo è dato dal grande successo che ha avuto il Bitcoin e alle successive criptomonete che hanno cercato di seguirne le orme e di apportarne delle migliorie. Bisogna dire però, che poche di esse sono riuscite a mantenere un buon andamento nel corso del tempo e a raggiungere alti livelli di capitalizzazione.

Dash coin è proprio una di queste criptovalute che negli anni è riuscita ad ottenere una crescita notevole e ad ottenere un buon posizionamento sul mercato.

Dash: storia e caratteristiche generali

Dash è una valuta virtuale, nata nel gennaio del 2014 da Evan Duffield. Inizilamente era stata presentata con il nome di Xcoin, poi era stata denominata Darkcoin. Infine le è stato dato l’appellativo Dash, con cui ormai tutti la conoscono.

Dash è strutturato su due livelli che ne garantiscono il funzionamento. Il primo si caratterizza dalla presenza dei minatori che rendono la rete sicura ed effettuano transazioni. Nel secondo vi sono i nodi principali, che stanno alla base delle funzioni più avanzate della criptomoneta.

Dash criptovaluta
Negli ultimi anni Dash è riuscita ad ottenere una crescita notevole.

In seguito il reward viene diviso in tal modo: i miners ottengono il 45%, i nodi master un altro 45%, mentre il restante 10% è assegnato al sistema di bilancio decentrato di riferimento. Quest’ultimo viene utilizzato per gli sviluppi futuri del sistema.

Come tutte le altre criptomonete è stata sviluppata percorrendo la stessa strada che ha portato Bitcoin al successo, ma con lo scopo di divenire la criptovaluta più amichevole e scalabile al mondo.

In questo modo questo sistema è riuscito sia a fornire le medesime funzionalità di Bitcoin che ad avere funzioni più avanzate. Ora si andrà ad approfondire proprio tale aspetto.

Dash: i fattori di successo

Dash successo
Riuscirà il Dash a superare Bitcoin come capitalizzazione di mercato?

Dash si basa su un sistema open source ed usa la tecnologia peer-to-peer (P2P). Quest’ultima permette di non operare con alcuna autorità centrale o con le banche e poter garantire un alto livello di sicurezza.

Questi sono i fattori che lo rendono simile al sistema Bitcoin. A cosa deve la sua ascesa allora?

Il suo successo si fonda principalmente su tre peculiarità:

  • Assicura transazioni private tramite la tecnologia Private Send, che combina tra loro le criptovalute e rende così quasi impossibile tracciare le transazioni;
  • Garantisce transazioni istantanee grazie alla tecnologia Instant Send, che permette di confermare i pagamenti in meno di un secondo e di ammortizzare le spese;
  • Si basa su una governance decentralizzata (DGBB), che permette di inviare e ricevere denaro in maniera anonima, con commissioni prossime allo zero e con il massimo della privacy disponibile.

Un altro fattore a suo favore è l’utilizzo del 10% del ricavato in un fondo creato per lo sviluppo della moneta stessa, che ne ha garantito un rapido sviluppo.

Dash: punti a favore (rispetto a Bitcoin)

Dash e Bitcoin
Quali sono le differenze tra Dash e Bitcoin?

Il primo punto a favore di Dash sono le transazioni assolutamente private che rendono impossibile spiare i wallets e i movimenti degli altri utenti. Al contrario l’utilizzo di Bitcoin può lasciare tracce pubbliche, anche consistenti.

Un altro fattore vantaggioso sono le transazioni praticamente immediate. Nel sistema Bitcoin invece si può attendere fino a 10 minuti prima che la rete inizi a confermare l’operazione, includendola nel blocco e prima che si possano spendere i bitcoin ricevuti.

Infine Dash può vantare di un aspetto di sicurezza ad alto profilo,al contrario di Bitcoin che presenta delle falle nei propri sistemi di sicurezza.

Tutti questi aspetti hanno contribuito ad una crescita di Dash considerevole nel corso degli anni e ne hanno assicurato una posizione nella top 10 delle migliori criptovalute su cui investire.

Dash: punti a sfavore

Come con qualsiasi altra criptomoneta, è possibile incorrere in dei rischi se si decide di investire in Dash.

Uno dei maggiori è dato dall’uso degli Exchange, che molto spesso celano delle vere e proprie truffe e raggiri. L’acquisto di una criptomoneta attraverso un exchange non significa che la si sta inviando su un qualche server o che la si salvi su un dispositivo di archiviazione.

Dash rischi investimento
Non è tutto oro ciò che luccica, quali sono i rischi di investire in Dash?

Questa operazione porta ad un semplice aggiornamento della block chain. Il problema si può avere in caso di passaggio di proprietà che avviene attraverso la comunicazione della propria chiave privata e della ricezione della chiave pubblica del ricevente.

Questo è detto meccanismo di comunicazione crittografica a chiave pubblica/privata. Per prelevare e depositare però non viene consegnata alcuna chiave privata e ciò significa che qualora avvenisse una violazione si perderebbero tutti i soldi a propria disposizione.

Basti pensare che in passato molti Exchange hanno chiuso all’improvviso facendo sparire tutte le criptovalute e così anche il denaro dei clienti.

Un altro punto a sfavore è dato dall’alta volatilità, che rende difficile prevedere le prospettive future del Dash. Comprare la criptomoneta non conviene, poiché i guadagni arriverebbero solo se il suo valore aumentasse e in più diventerebbero reali solo qualora si decidesse di vendere.

Risulta essere più conveniente sfruttare i contratti per differenza (CFD), che hanno come valore una replica esatta del prezzo del Dash. Attraverso questi contratti si può scommettere al rialzo o al ribasso, avendo così un guadagno sia qualora il valore salisse e sia nel caso in cui dovesse scendere. I profitti nei CFD sono proporzionali alla differenza di prezzo tra apertura e chiusura dell’operazione e si possono moltiplicare utilizzando le leve finanziarie. Un altro punto a loro favore è che sono regolamentati e sono di facile utilizzo.

Dash: prezzo e capitalizzazione

prezzo Dash
Il prezzo e la capitalizzazione del Dash sono aumentati considerevolmente negli ultimi anni.

I prezzi delle criptovalute sono stabiliti semplicemente da domanda e offerta.

La quotazione di Dash è aumentata in modo considerevole negli ultimi mesi, rendendola una delle più importanti criptovalute al mondo per prezzo e capitalizzazione.

Il prezzo di Dash ha avuto un aumento esponenziale negli ultimi anni. nella prima parte del 2018 ha sfondato il muro dei 1000$ cadauno, mentre inizialmente dash veniva scambiato soltanto a $1.

Il suo grande successo è dovuto sia all’insieme di caratteristiche che l’hanno resa una delle alternative a Bitcoin e sia alla scarsità di monete disponibili nel mondo. La carenza di valute hanno contribuito all’incremento di valore di ogni unità di Dash e alla conquista di una quota sempre maggiore di mercato.

Un altro fattore che ha contribuito alla sua ascesa è dato sicuramente dalla sicurezza dell’infrastruttura principale. La rete infatti è protetta da un meccanismo di consensus che si avvale anche del Bitcoin, mentre il suo algoritmo X11 si fonda su molteplici funzioni di hashing. Il nodo master ha invece un livello proof-of-service.

Quanto vale oggi Dash coin ?

Per il suo prezzo in tempo reale, basta controllare il widget quì sotto.

Come investire in Dash

Come ogni criptovaluta, si raccomanda di investire sulle migliori piattaforme di trading online abilitate al trading di criptovalute per evitare possibili errori. È fondamentale però, accertarsi che tali piattaforme siano regolamentate e autorizzate, così da essere certi di consegnare il proprio denaro in mani sicure. Al contrario, se si decidesse di non usufruirne, potrebbe risultare complicato e pericoloso investire in Dash.

Inizialmente si consiglia di aprire un conto demo, per provare le piattaforme offerte dal broker e verificare che siano in linea con le proprie strategie di trading.

Nel valutare la migliore modalità di investimento, si deve prendere in considerazione il rischio intrinseco, che molto spesso è dato dagli Exchange. Per non incorrere in troppi rischi, i trader possono optare per la strategia di acquisto tramite CFD che, come abbiamo visto in precedenza, risulta essere semplice, sicura ed affidabile.

Conclusioni

Il mercato delle criptovalute è in rapida ascesa. Sempre più trader decidono di investire in queste monete digitali, a tal punto che possiamo considerarle una vera e propria rivoluzione nell’economia globale. Quando si decide di investire è necessario analizzare sia i pro che i contro di queste criptomonete e scegliere quella più adatta alle proprie strategie di investimento.

Qualsiasi sia la scelta, si consiglia fortemente di usufruire delle piattaforme di trading regolamentate ed autorizzate. Questo per non rischiare di incorrere in possibili frodi ed essere così sicuri di consegnare il proprio denaro in mani sicure.

Certamente bisogna ammettere che Dash risulta essere, ad oggi, una delle maggiori concorrenti di Bitcoin e che le sue prospettive per il futuro sono molto allettanti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *