Home / Dash: Guida definitiva sulla criptovaluta / Dash opinioni: commenti su questa criptovaluta

Dash opinioni: commenti su questa criptovaluta

Sempre più spesso si sente parlare di criptovaluta. La moneta digitale è una valuta paritaria, decentralizzata, la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé. Tante sono le criptomonete che sono state proposte dopo il successo di Bitcoin, ma poche sono riuscite ad affermarsi. La criptovaluta Dash è proprio una di queste, che in pochi anni è riuscita ad ottenere una crescita notevole.

Opinioni utenti su Dash coin criptovaluta

Opinioni Dash
Sondare le opinioni degli utenti è sicuramente il metodo più efficace per verificare la bontà di un servizio.

Uno dei migliori modi per capirne l’affidabilità è vedere le opinioni degli utenti. Navigando nei forum si possono trovare numerose recensioni e commenti a riguardo:

Questa criptomoneta ha conquistato il mio cuore. Ha tutto quel di cui si ha bisogno. Transazioni istantanee, commissioni vicine allo zero e anonimato. Sono venuto a conoscenza di questa moneta digitale quando valeva solo 6$.

Dash è un investimento speculativo che ha il potenziale per divenire la seconda Bitcoin.

The Dash price increase is also due to the current Bitcoin network congestion, as Dash may give people the opportunity to transact faster and with lower fees.

Come si può vedere, la maggior parte del popolo del web ha opinioni positive riguardo il futuro di questa moneta digitale. Alcuni utenti però rimangono ancora dubbiosi, soprattutto per la sua crescita esponenziale. Ora cercheremo di rispondere ad alcune delle domande più frequenti.

Dash è una bolla?

La moneta è tale quando viene detenuta come pura riserva di valore, nonostante il suo valore fondamentale sia pari a zero. Per questo motivo sì, di per sé, è una bolla. È sufficiente avere l’aspettativa che sarà accettata da altri agenti in futuro. Non si può però avere la certezza che tale processo, a determinate condizioni, possa continuare all’infinito. Tuttavia non è necessariamente sempre una bolla, perché può avere un valore intrinseco: facilitare le transazioni. L’eccessivo rialzo è generalmente provocato dall’erronea convinzione di una crescita costante della sua quotazione. È vero che una vera strategia di investimento implica la conoscenza del suo possibile svantaggio. Certamente però non si può sfuggire dal fatto che le criptovalute in generale siano immerse in un mare di speculazione.

Dash non è troppo rischiosa a causa della sua volatilità?

Non si può di certo negare la volatilità di Dash e di conseguenza la difficoltà di poter farne previsioni future certe. È bene però ricordare che la volatilità è il motore dei mercati finanziari per un investitore. In sua assenza non ci sarebbe alcuna forma di interesse individuale e di profitto. Sui mercati c’è guadagno solo se c’è volatilità. In aiuto dei traders, l’analisi tecnica e i patterns grafici contribuiscono a costruire strategie con esposizione alle perdite il più possibile controllata. Per questi motivi la volatilità di Dash non è assolutamente un motivo fondante per lasciare i mercati virtuali. L’importante è saper gestire i rendimenti con un’intelligente strategia della volatilità.

L’anonimato delle criptovalute non favorisce i criminali?

criptovalute privacy
La difesa della privacy è il pilastro base su cui si fondano le criptovalute.

Questa preoccupazione è dovuta al fatto che le monete digitali non sono sottomesse ad un’autorità centrale. Per questo motivo vengono viste spesso con diffidenza dai governi e dalle banche centrali. Gli scambi, infatti, avvengono tra privati, senza alcuna intermediazione e alcun controllo centralizzato, in totale anonimato. È vero che il loro utilizzo avviene sia per motivi etici che illeciti.

Alcune indagini però hanno evidenziato che, per molti criminali, risultano troppo complicate da utilizzare. Detto questo, a loro favore, possiamo dire con certezza che i criminali sanno rendersi anonimi a prescindere da queste monete. Piuttosto, il loro obiettivo è proteggere la privacy delle persone “normali”.

Non si può discutere sulla loro trasparenza, grazie alla tecnologia che sta alla base, cioè il blockchain. Questo sistema rende molto difficile, se non impossibile, qualsiasi operazione di riciclaggio o contraffazione. Ogni movimentazione di denaro è, quindi, pubblica e certificata. Questo è sicuramente un punto di forza delle criptovalute rispetto alle monete tradizionali.

Non è possibile incorrere in qualche truffa?

Questo rischio è ormai facilmente evitabile. Basta infatti informarsi bene sull’affidabilità del broker, prima di iscriversi ed effettuare un deposito. Se si decidesse di investire in Dash, senza però usufruire dei broker, allora potrebbe risultare complicato e pericoloso tale operazione. Questo errore è nullo se si investe su piattaforme di trading autorizzate e regolamentate. Il broker è un elemento determinante per il proprio successo. Nonostante ciò, scegliere con superficialità il broker dove operare, è uno degli errori più pericolosi che spesso vengono commessi.

Come funzionano gli Exchanges e quali sono i rischi connessi al loro utilizzo?

L’acquisto di una criptomoneta attraverso un exchange non significa che la si sta inviando su un qualche server o che la si salvi su un dispositivo di archiviazione. Questa operazione porta ad un semplice aggiornamento della block chain. Il problema si può avere in caso di passaggio di proprietà che avviene attraverso la comunicazione della propria chiave privata e della ricezione della chiave pubblica del ricevente. Questo è detto meccanismo di comunicazione crittografica a chiave pubblica/privata. Per prelevare e depositare però non viene consegnata alcuna chiave privata e ciò significa che qualora avvenisse una violazione si perderebbero tutti i soldi a propria disposizione.

Gli exchange molto spesso celano delle vere e proprie truffe e raggiri. Basti pensare che in passato molti di essi hanno chiuso all’improvviso facendo sparire tutte le criptovalute e così anche il denaro dei clienti.

Per quale motivo comprare criptomoneta non conviene?

Non è conveniente poiché i guadagni arriverebbero solo se il suo valore aumentasse e in più diventerebbero reali solo qualora si decidesse di vendere.

Risulta essere più conveniente sfruttare il trading attraverso i contratti per differenza (CFD), che hanno come valore una replica esatta del prezzo del Dash. Attraverso questi contratti si può scommettere al rialzo o al ribasso, avendo così un guadagno sia qualora il valore salisse e sia nel caso in cui dovesse scendere. I profitti nei CDF sono proporzionali alla differenza di prezzo tra apertura e chiusura dell’operazione e si possono moltiplicare utilizzando le leve finanziarie.

Bisogna però ricordare che la leva può sì massimizzare le probabilità di profitto, ma se usato male può anche essere catastrofico. L’inesperienza può indurre ad abusarne, rischiando molto di più di quanto ci si possa permettere. Un altro punto a favore dei contratti per differenza è che sono regolamentati e di facile utilizzo.

Conclusioni

Il trading è un settore estremamente dinamico, dove la flessibilità è d’obbligo. Non esistono quindi sistemi e strategie standard. Come ogni criptovaluta, si raccomanda di investire sulle migliori piattaforme di trading online per evitare possibili errori. È fondamentale però, accertarsi che tali piattaforme siano regolamentate e autorizzate, così da essere certi di consegnare il proprio denaro in mani sicure.

Inizialmente si consiglia di aprire un conto demo, per provare le piattaforme offerte dal broker e verificare che siano in linea con le proprie strategie di trading. Quando si decide di investire è di fondamentale importanza scegliere la strategia di investimento più adatta alle proprie esigenze.

É anche molto importante analizzare i pro e i contro delle varie monete digitali. Nel valutare la migliore modalità di investimento, si deve prendere in considerazione il rischio intrinseco, che molto spesso è dato dagli Exchange.

Per non incorrere in troppi rischi, i traders possono optare per la strategia di acquisto tramite CFD che, come abbiamo visto in precedenza, risulta essere semplice, sicuro ed affidabile. Detto questo risulta evidente che gestire il rischio non è impossibile, bisogna soltanto imparare a farlo.

Submit your review
1
2
3
4
5
Submit
     
Cancel

Create your own review

Average rating:  
 0 reviews

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *